Coldiretti Treviso

Nuovo bonus di filiera Italia: contributo fino a 10 mila euro per il settore della ristorazione

Decreto a sostegno dei lavoratori e imprenditori italiani, ad opera del Ministero delle politiche agricole

Nuovo bonus di filiera Italia: contributo fino a 10 mila euro per il settore della ristorazione
Treviso, 18 Novembre 2020 ore 13:57

di Alessia Pavan

L’ inizio del 2020 ha segnato una svolta per molti lavoratori, anche per coloro del campo della ristorazione italiana, che da un momento all’altro hanno visto il loro percorso di crescita diventare sempre più difficile da sostenere con una perdita del 48% dei loro guadagni.  Coldiretti in collaborazione con le Regioni Italiane presenta il nuovo “Bonus Filiera Italiana”. 

Bonus filiera italiana

“A partire dal 15 Novembre, a sostegno di tutte le imprese italiane che operano in questo settore è possibile richiedere un Bonus del valore di 10mila euro, dedicato ai proprietari di ristoranti, agriturismi, mense, alberghi e catering che si avvalgono di prodotti esclusivamente Made in Italy, presenti nelle filiere del territorio. Dare supporto alle imprese agricole significa riconoscere il valore che ogni giorno è possibile trovare nel territorio italiano, legato anche alle nostre origini, tradizioni e usanze che spesso sono arrivate ai giorni nostri con molta fatica e costante impegno” , sostiene Giorgio Polegato, presidente della Coldiretti di Treviso

Come fare la richiesta

La richiesta potrà avvenire tramite sito www.portaleristorazione.it oppure presentandosi in ufficio postale dal 16 al 28 Novembre. La Coldiretti, principale organizzazione degli imprenditori agricoli, da sempre si interessa di rappresentare al meglio i prodotti agricoli locali, crede nell’importanza di far valere la Filiera Italiana attraverso i prodotti alimentari, vitivinicoli, sia DOP che IGP, riconosciuti protagonisti per il Contributo Ristoratori 2020.

Si tratta di un importante decreto anti-covid, ad opera del Ministero delle politiche agricole, che ha riconosciuto 600 milioni per il contributo a fondo perduto, di cui il beneficiario avrà la possibilità di utilizzarlo scegliendo tre tipologie differenti di prodotti agricoli e alimentari, di cui il principale non potrà superare il 50% del valore totale della spesa. Il valore dell’acquisto dovrà essere di un minimo di 1000 euro fino ad un massimo di 10.000, iva esclusa. 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità