A Fiume Veneto

Operaio di Fontanelle muore colpito da una gru in Friuli a poche ore dal Primo Maggio

La vittima è il 68enne Ivo Bellotto. Il segretario segretario generale della Uil Veneto: "L’ennesima tragedia sul lavoro che ci inorridisce e ci lascia sgomenti"

Operaio di Fontanelle muore colpito da una gru in Friuli a poche ore dal Primo Maggio
Pubblicato:
Aggiornato:

Un tragico incidente sul lavoro è avvenuto questa mattina, 30 aprile 2024, a Fiume Veneto, in provincia di Pordenone. A perdere la vita Ivo Bellotto, 68enne di Fontanelle.

Operaio di Fontanelle muore colpito da una gru in provincia di Pordenone

L'incidente è avvenuto in un allevamento di animali da cortile "Sellan Raffaello" in via Kennedy (proprio alle spalle dell'adiacente comando locale dei Carabinieri), dove sono in corso alcuni lavori edili.

Come riportato da News Prima, Ivo Bellotto, autotrasportatore di Fontanelle di Treviso e dipendente di una ditta trevigiana di costruzioni e scavi, stava operando con una gru, sollevando materiali, quando è stato colpito dalle "forche" della benna in movimento.

Colpito violentemente, è stato scaraventato a terra, e fatale gli sarebbe stato un arresto cardiaco causato dal trauma.

Sul luogo dell'incidente si sono presentati i familiari della vittima insieme ai Vigili del Fuoco e ai Carabinieri, mentre si attendono ulteriori sviluppi nelle indagini per comprendere appieno ciò che è accaduto.

Uil Veneto: i morti sul lavoro sono i nostri caduti

A commentare l'ennesima tragedia sul lavoro il segretario generale della Uil Veneto, Roberto Toigo, alla vigilia della Festa dei Lavoratori.

“Mentre ci stiamo preparando a festeggiare per il Primo Maggio tutti i lavoratori e tutte le lavoratrici muore un operaio di Fontanelle (provincia di Treviso). Muore oggi mentre stava lavorando su una gru a Fiume Veneto, in Friuli", ha dichiarato il segretario.

"L’ennesima tragedia sul lavoro che ci inorridisce e ci lascia sgomenti. Non è accettabile che chi esce per andare al lavoro non possa far rientro a casa. Muore un innocente e a questo nuovo lutto ci uniamo alla famiglia della vittima, a cui vanno le nostre condoglianze, per dire basta, basta e basta. La Uil Veneto domani sarà nella piazza della Repubblica a Monfalcone (Gorizia) insieme al segretario nazionale Bombardieri e, in quella occasione, farà nuovamente sentire la propria voce per tenere alta l’attenzione sulla propria campagna di Zero Morti sul Lavoro, perché possa diventare l’iniziativa di tutte le persone”.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali