Tragedia nel padovano

Patente ritirata: torna a casa e si uccide con una fucilata

L'operaio 38enne era stato fermato dai Carabinieri per un normale controllo mentre si trovava in sella al suo scooter, risultando positivo all'alcoltest.

Patente ritirata: torna a casa e si uccide con una fucilata
Treviso, 03 Agosto 2020 ore 11:43

Tragedia a Fontaniva.

Era stato fermato per un controllo

Un operaio 38enne, nella sera di venerdì 31 luglio 2020 era stato fermato dai Carabinieri per un normale controllo mentre si trovava in sella al suo scooter e stava tornando a casa. L’uomo era risultato positivo all’alcoltest così gli agenti l’hanno multato, gli è stata ritirata la patente e il mezzo è stato posto sotto sequestro.

Il gesto estremo

Il 38enne, dopo esser rientrato a casa, si è ucciso con un colpo di fucile che deteneva legalmente. Il corpo esanime è stato trovato dalla compagna che era rientrata nell’appartamento nella mattina di sabato 1 agosto 2020. Nonostante l’arrivo degli operatori del 118, per il 38enne non c’è stato nulla da fare. E’ stata aperta un’indagine da parte del sostituto procuratore di Padova, Roberto Piccione.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Gite in treno
Curiosità