Superstrada

Pedemontana Veneta, dissequestrato il cantiere sulla canna sud: “Ora via spediti”

Si è ora in attesa del via libera anche del lato Treviso, dove il sequestro è stato disposto nel 2016 a seguito dell’incidente mortale sul lavoro.

Pedemontana Veneta, dissequestrato il cantiere sulla canna sud: “Ora via spediti”
Treviso, 09 Ottobre 2020 ore 09:46

Pedemontana Veneta, la comunicazione della Struttura di Progetto.

Dissequestro cantiere canna sud

La Struttura di Progetto della Superstrada Pedemontana Veneta ha reso noto che ieri, giovedì 8 ottobre 2020, “la Procura della Repubblica di Vicenza ha emesso il decreto di dissequestro relativo al fermo cantiere operato in Pedemontana sulla canna sud, lato Castelgomberto, avvenuto nel 2017 per un cedimento di un fronte di escavazione in prossimità del torrente pensile della Poscola”.

Pedemontana Veneta, dissequestrato il cantiere sulla canna sud: “Ora via spediti”

E ancora:

“Va ricordato che, invece, dall’altra parte, lungo la canna nord, si è sempre continuato a scavare: la galleria di quella parte è naturale, in terreno sciolto (caratteristiche che impongono medie di avanzamento giornaliere molto ridotte, circa 80 cm al giorno)”.

Maggiore ritardo sul lato vicentino

L’evento di ieri è reputato molto importante per l’avanzamento dei lavori della Pedemontana perché il lato Vicenza è il più lento per il tipo di lavorazioni ed è quello, pertanto che, a seguito del sequestro, riporta maggiore ritardo.

“L’intera galleria è lunga circa 6 chilometri su 4 corsie per 2 sensi di marcia e ad oggi è stata scavata per circa i due terzi. Si è ora in attesa del via libera anche del lato Treviso, dove il sequestro è stato disposto nel 2016 a seguito dell’incidente mortale sul lavoro. Questo permetterà di ridurre nel tempo il disagio causato dai camion del cantiere dedicati al trasporto del materiale”.

Si comincia a vedere la fine del tunnel…

Infine la Struttura di Progetto conclude:

“La disposizione della Procura lascia ben sperare sulla conclusione dei lavori complessivi della galleria, facendo ipotizzare che lo scavo sarà completato molto più velocemente. È proprio il caso di dire che si comincia a vedere la fine del tunnel”.

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Gite in treno
Curiosità