46enne perde la vita per una banale rissa: infarto fatale a Cison

Trasporto al Pronto soccorso vano: non c'è stato nulla da fare.

46enne perde la vita per una banale rissa: infarto fatale a Cison
Cronaca , 01 Giugno 2019 ore 10:45

Cison di Valmarino è stato teatro, nella notte fra giovedì e venerdì, di un'assurda tragedia: a spezzare la vita di un 46enne del luogo, Alessandro Sartor, un fatale infarto, che ha colpito l'uomo in seguito a una rissa.

Infarto fatale a Tovena di Cison

E' accaduto nella piccola frazione di Tovena, che si stava preparando alla festa per il passaggio del Giro d'Italia. In tanti a brindare al bar del paese il "Bakaro" di piazza Vittoria.

Una banale rissa

Attorno all'una è scoppiata una rissa che ha visto coinvolto il 46enne, che sarebbe stato colpito. Poi l''arresto cardiocircolatotrio e la perdita di sensi.

Sembra che tutto sia nato da una diatriba per il prezzo di una bevanda. L'alterco ha visto protagonista il titolare del locale, Luca D’Agostin, e due avventori, due fratelli, Alberto e Francesco Stella, 31 e 26 anni, di Farra di Soligo, la cui famiglia è proprietaria di un’importante azienda di termoidraulica del territorio, la Stelbi.

Trasporto al Pronto soccorso vano

Dal bar, alla pizza, il diverbio è diventato rissa. E Sartor ci è finito nel mezzo cercando di fare da paciere. Ma in qualche modo è stato colpito ed è finito a terra esanime. E Nonostante l'intervento dei soccorritori del 118, che l'hanno trasportato al Pronto soccorso di Conegliano, non c'è stato nulla da fare.

Indagano i Carabinieri

Indagano i locali Carabinieri: il magistrato di turno Daniela Brunetti ha indagato i due fratelli (portati in carcere a Treviso) con l’accusa di omicidio preterintenzionale e rissa.