Parla il presidente

Prosecco Docg e polemiche, Coldiretti: “Servono coesione e dialogo”

Polegato: "Non possiamo rimanere inermi di fronte alla rottura che si sta consumando in seno al Consiglio del Consorzio di tutela del Prosecco Conegliano Valdobbiadene Docg".

Prosecco Docg e polemiche, Coldiretti: “Servono coesione e dialogo”
Conegliano e Valdobbiadene, 04 Settembre 2020 ore 10:55

Il presidente Giorgio Polegato interviene sulle forzature in seno alla Prosecco Docg.

L’intervento di Coldiretti

“Coldiretti Treviso non può rimanere inerme di fronte alla rottura che si sta consumando in seno al Consiglio del Consorzio di tutela del Prosecco Conegliano Valdobbiadene Docg, ma anche di fronte alle palesi forzature per arrivare di fatto ad uno scontro totale e distruttivo, magari per nascondere interessi personali di poltrona”.

“Serve un passo indietro”

Lo ha comunicato in una nota il presidente Giorgio Polegato, che prende posizione sull’argomento.

“Penso che il buon senso richieda di fare tutti un passo indietro e lasciare spazio al dialogo e alla costruzione per il bene superiore del Consorzio – sottolinea Giorgio Polegato, presidente di Coldiretti Treviso – riconosciamo alcune criticità, ma anche i successi di un Consorzio che può vantare di vivere un territorio diventato e riconosciuto patrimonio dell’Unesco. Le fronde in questo contesto fanno solo del male a tutti”.

“No alle forzature”

Secondo Coldiretti anche le forzature sull’interpretazione dello statuto costituiscono un atteggiamento deleterio e fonte di scontro.

“Coldiretti intende far valere il proprio e di tutti quelli che legittimamente rivendicano il diritto ad una candidatura che con motivazioni alquanto discutibili sono state depennate. Spero e ribadisco che il dialogo e lo spirito costruttivo al fine di sostenere e valorizzare un territorio straordinario come quello di questa docg debba essere l’unico obiettivo da raggiungere. Dobbiamo pensare ad un futuro in cui il Consorzio di tutela sia coeso ridando il giusto valore al Prosecco docg ed a tutti gli agricoltori che faticano a produrlo nelle colline impervie e straordinarie della Conegliano Valdobbiadene.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Gite in treno
Curiosità