Cronaca
Carabinieri

Raffica di truffe online nella Castellana: denunciati tre pregiudicati

Vittime dei raggiri un impiegato e una pensionata, entrambi di Castelfranco Veneto, e un operaio di Istrana.

Raffica di truffe online nella Castellana: denunciati tre pregiudicati
Cronaca Castelfranco, 13 Gennaio 2022 ore 10:30

Nei giorni scorsi sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Treviso 3 persone, tutte conosciute alla giustizia, che con differenti modalità hanno perpetrato truffe ai danni di ignari cittadini della castellana.

Raffica di truffe online nella Castellana

Prosegue costante l'attività dei Carabinieri della Compagnia di Castelfranco Veneto, finalizzata al contrasto delle cosiddette "truffe online". Nei giorni scorsi sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Treviso 3 persone, tutte conosciute alla giustizia, che con differenti modalità hanno perpetrato truffe ai danni di ignari cittadini della castellana.

Il primo reato, commesso da un pregiudicato della provincia di Cagliari, ha visto come parte offesa un impiegato di Castelfranco Veneto, che aveva messo in vendita in internet un PC e che, con raggiri, è stato tratto in inganno dall'indagato che gli ha fatto perfezionare vari bonifici bancari per un importo complessivo di 2.100 euro.

LEGGI ANCHE: Truffe agli anziani: prima o poi doveva capitare l'acqua "contaminata da Covid"

La seconda truffa si è consumata sempre a Castelfranco Veneto, quando un pregiudicato della provincia di Napoli, spacciatosi per impiegato di un istituto di credito, inviando un falso link sul telefono di una pensionata del posto, si è fatto versare su conto corrente l'importo di 2.500 euro.

Infine, il terzo reato è stato perpetrato a Istrana, ad opera di un pregiudicato della provincia di Roma, il quale ha contattato un operaio della zona che aveva messo in vendita online un telefono cellulare e, raggirandolo, lo ha indotto a versargli, tramite bonifico bancario, la somma di 950 euro.

"I Carabinieri, nel raccomandare di prestare la massima attenzione negli acquisti e nelle vendite online, invitano i cittadini a rivolgersi, in caso di necessità di chiarimenti, alle numerose Stazioni dell'Arma capillarmente distribuite sul territorio della provincia di Treviso."