Cronaca

Ricoverato a Treviso l'escursionista caduto a Forcella del Lago

E' stato soccorso dall'elicottero del Suem di Pieve di Cadore nei pressi del Lagazuoi.

Ricoverato a Treviso l'escursionista caduto a Forcella del Lago
Cronaca Treviso, 19 Agosto 2019 ore 15:45
Ricoverato a Treviso l'escursionista caduto a Forcella del Lago. Su rischiesta del 118 di Bolzano, l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore domenica scorso è intervenuto all'altezza di Forcella del Lago, Badia (Bz), dietro al Lagazuoi, dove un sessantenne di Bressanone (Bz), era caduto a terra infortunandosi in modo grave. Sbarcati medico e tecnico con un verricello di 30 metri, all'uomo sono state prestate le prime cure. Imbarellato, è stato issato a bordo e trasportato all'ospedale di Belluno e in seguito trasferito in quello di Treviso. L'eliambulanza è poi volata in Moiazza. Dopo aver salito la Ferrata Costantini, una coppia era infatti uscita sul canale che porta al Bivacco Grisetti e nella discesa il ragazzo, A.S., 33 anni, di San Giovanni Ilarione (Vr), era scivolato, riportando la probabile frattura di un dito e un sospetto trauma all'inguine. Imbarcato in hovering assieme alla compagna, l'escursionista e stato trasportato al pronto soccorso di Agordo.
Alle 15 circa il 118 aveva allertato il Soccorso alpino di Auronzo per un escursionista di 76 anni, A.M., di Viterbo, che si era sentito poco bene mentre scendeva dal Rifugio Col de Varda. L'uomo, che era stato accompagnato all'ombra e accudito da un passante, è stato raggiunto da un soccorritore in jeep -  una squadra del Sagf pronta in appoggio - che lo ha caricato a bordo e portato a valle.