Menu
Cerca
"La mia scuola è sostenibile"

Scuole trevigiane sempre più green: arrivate 629 borracce per gli studenti di Altivole 

Altivole è sempre più sostenibile e le borracce consentono anche di rispettare le misure di igiene anti Covid”

Scuole trevigiane sempre più green: arrivate 629 borracce per gli studenti di Altivole 
Cronaca Treviso, 10 Dicembre 2020 ore 14:54

629 borracce per abbattere l’uso della plastica a scuola e incentivare l’utilizzo dell’acqua “del Sindaco”. Il sindaco Busnardo: “Grazie a Contarina ed Ats per il dono. Altivole è sempre più sostenibile e le borracce consentono anche di rispettare le misure di igiene anti Covid”

Arrivate 629 borracce per gli studenti di Altivole

Sono arrivate oggi (giovedì 10 dicembre) ad Altivole 629 borracce in alluminio donate da Contarina in collaborazione con ATS a tutti gli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado. Il Presidente di Contarina Sergio Baldin ha consegnato stamattina le borracce al Dirigente dell’Istituto Comprensivo, Giuseppe Musumeci, insieme al sindaco Chiara Busnardo. «Grazie a Contarina ed Ats per il prezioso dono, con cui le nuove generazione diventano protagoniste di uno stile di vita sempre più sostenibile», sono le parole del primo cittadino. Portare a scuola la borraccia per bere l’acqua del rubinetto è infatti un piccolo gesto che permette di ridurre la produzione di rifiuti e il consumo giornaliero di bottiglie monouso, limitando lo spreco di risorse ed energia e riducendo i costi ambientali legati ai trasporti. Inoltre, in questo particolare momento di emergenza sanitaria, l’utilizzo delle borracce a scuola consente di rispettare le misure di igiene e sicurezza necessarie per prevenire i contagi.

Un gesto concreto

«È un gesto concreto da parte di Contarina e Ats per supportare l’Amministrazione, impegnata a riorganizzare spazi e servizi scolastici per rispettare le disposizioni normative legate all’emergenza sanitaria». La consegna delle borracce fa parte di un più ampio progetto intitolato “La mia scuola è sostenibile”, che prevede interventi di educazione ambientale rivolti agli studenti per stimolarli ad adottare comportamenti virtuosi e scelte sostenibili per la tutela della natura, a partire dalla quotidianità. «È nella scuola, luogo in cui bambini e ragazzi trascorrono buona parte del loro tempo e acquisiscono nuove competenze, che le nuove generazioni possibile sperimentare concretamente scelte positive di sostenibilità e di cura dell’ambiente», sottolinea il sindaco Busnardo. L’iniziativa risponde all’invito dell’“Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile”, programma d’azione sottoscritto da 193 Paesi membri dell’ONU che, tra i goal da raggiungere entro il 2030, auspica che tutti gli alunni “acquisiscano la conoscenza e le competenze necessarie a promuovere lo sviluppo sostenibile”.

LEGGI ANCHE:

Covid, nuova ordinanza Zaia: “Dalle 11 stop consumazione in piedi nei bar” | +4197 positivi | Dati 10 dicembre 2020