Tragedia sulla A27

Si ferma a soccorrere famiglia in panne: operaio dell'autostrada travolto e ucciso da un camion

Per la vittima Iosif Vasile, 41 anni residente a Breda di Piave, non c'è stato nulla da fare

Si ferma a soccorrere famiglia in panne: operaio dell'autostrada travolto e ucciso da un camion
Pubblicato:

Un tragico incidente è avvenuto ieri pomeriggio, martedì 18 giugno 2024, sull'autostrada A27, poco dopo il casello di Vittorio Veneto. Un operaio 41enne, Iosif Vasile, è stato travolto da un camion mentre prestava soccorso a un'auto in panne sulla corsia d'emergenza.

Camion travolge e uccide un operatore sulla A27

L'incidente è avvenuto ieri pomeriggio sull'autostrada A27, nei pressi di Fadalto, dopo il casello di Vittorio Veneto Nord, in direzione Belluno.

Iosif Vasile, un operaio di 41 anni originario della Romania e residente a Breda di Piave insieme alla moglie e ai due figli, è stato investito e ucciso da un camion mentre cercava di aiutare una famiglia in difficoltà con l'auto ferma nella corsia di emergenza.

Vasile, dipendente di una società appaltatrice di lavori sull'autostrada, si era fermato per soccorrere una famiglia rimasti bloccati con l'auto in panne. Aveva parcheggiato la sua macchina dietro quella della famiglia e aveva acceso le quattro frecce, segnalando la presenza del veicolo fermo. Nonostante queste precauzioni, un camion, guidato da un 55enne straniero residente a Pesaro Urbino, non ha notato la scena e ha travolto Vasile.

Iosif Vasile con la famiglia

Il 41enne è stato sbalzato contro la sua auto e trascinato per centinaia di metri, morendo sul colpo a causa delle gravi lesioni riportate. I soccorritori del Suem 118, intervenuti sul posto, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. La Polizia Stradale della A27 ha effettuato i rilievi del caso e la Procura di Treviso ha aperto un'inchiesta per omicidio stradale.

I mezzi coinvolti sono stati sequestrati e, dall'analisi del tachigrafo digitale del camion, sono emerse irregolarità nei tempi di guida del conducente. Il camionista, negativo all'alcoltest, si è sottoposto volontariamente anche al prelievo ematico per verificare l'eventuale assunzione di sostanze stupefacenti.

 UIL Veneto: "Urliamo la nostra rabbia per questa ennesima morte sul lavoro"

Il segretario generale di Uil Veneto Roberto Toìgo, dopo l’incidente di ieri pomeriggio sull’autostrada, ha espresso la propria vicinanza alla famiglia della vittima e la propria rabbia per l'ennesima morte sul lavoro:

“Non più tardi di 24 ore fa – dopo il caso accaduto a Venezia – segnalavamo come non esista settore del mondo del lavoro esente da rischi. E poco fa è arrivata la tragica conferma, con la notizia di un incidente mortale sulla A27, tra Vittorio Veneto e Fadalto. Un operatore è stato investito mentre segnalava la presenza di una auto in panne.

Mentre ci stringiamo attorno ai familiari e ai colleghi del lavoratore scomparso, urliamo la nostra rabbia per questa ennesima morte sul lavoro. Chiederemo un incontro urgente con le istituzioni, le parti datoriali e sociali: i segnali di calo del numero di morti e di infortuni sono troppo timidi, occorre uno sforzo straordinario e congiunto per ottenere risultati più significativi”.

Commenti
Anacleto Sabbadin

A Vasile medaglia d'oro al v.c. anche a meritevoli lavoratori che soffrono in silenzio

Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali