Cronaca
Credito Agevolato

Sostegno alle imprese, appello ai Comuni: "Sosteniamo i consorzi Fidi"

Il Presidente di Confartigianato Imprese AsoloMontebelluna, Fausto Bosa: "Indispensabile unire le forze per massimizzare l’effetto di ogni provvedimento"

Sostegno alle imprese, appello ai Comuni: "Sosteniamo i consorzi Fidi"
Cronaca Montebelluna, 20 Gennaio 2021 ore 12:00

Gli interventi di sostegno a favore dei settori maggiormente colpiti come somministrazione, commercio, acconciatura sono stati spesso frammentati, lo Stato ha messo in atto dei Bonus Emergenza, la Regione ha disposto dei bandi, alcuni contributi degli enti camerali e bilaterali, e infine le Aamministrazioni comunali hanno contribuito con un sostegno economico.

La proposta di AsoloMontebelluna

Il Presidente di Confartigianato Imprese AsoloMontebelluna, Fausto Bosa sostiene

"In questo periodo sembra indispensabile unire le forze per massimizzare l’effetto di ogni provvedimento"

Si vuole sollecitare anche i Comuni nel dare un apporto significativo alle imprese del loro territorio tramite le Cooperative o Consorzi di Garanzia collettiva dei fidi o Confidi, organismi che da decenni operano nel campo del Credito Agevolato, sotto la diretta vigilanza della Banca d’Italia. Per ogni euro di contributo concesso dal singolo Comune l’impresa richiedente potrà disporre di finanziamenti garantiti fino a 12 volte tanto.

“Sicuramente un vantaggio dal momento che 10.000 € di contributo generano 120.000 € di finanziamenti bancari garantiti e a tassi agevolati, finanziamenti che vanno alle piccole imprese del nostro territorio, per sostenere spese e investimenti e aiutarle a superare
questa crisi continuando a lavorare, si potranno gestire le finanze, pagare fornitori, affitti, canoni ad esempio, anziché aspettando elargizioni di pura sussistenza.” continua Fausto Bosa

I Comuni aderenti

Già alcuni Comuni hanno consentito all'iniziativa, dai Comuni di IPA Montello Piave Sile che a fine 2020 hanno sottoscritto un accordo con i Consorzi fidi dell’Artigianato e del Commercio, a loro volta ispirati da quanto già deliberato in precedenza dai Comuni di Istrana, Morgano, Zero Branco.

"Ci aspettiamo, continua il Dott. Bosa, che questa proposta venga accolta da molte altre Amministrazioni locali, attivando il coordinamento dell’IPA Terre di Asolo e Monte Grappa. Ciò che c’è di buono nel territorio deve essere condiviso e quindi potenziato perché, ora come non mai, tutte le realtà economiche hanno bisogno di sostegno tangibile.”