Cronaca

Staccionata pericolante lungo la Brentella

Al via solo a settembre i lavori di sostituzione completa delle recinzioni lungo lo Stradone del Bosco.

Staccionata pericolante lungo la Brentella
Cronaca Montebelluna, 17 Giugno 2019 ore 09:33

Chi conosce e frequenta lo stradone del bosco, o perché vive nella zona, o perché vi transita in auto (Ztl permettendo), oppure per una passeggiata a piedi o in bicicletta, sa bene quali siano i punti critici che meritano maggiore attenzione e prudenza. Ci sono i tratti in cui la carreggiata si restringe, quelli con poca visibilità, specialmente in prossimità di curve o incroci, quelli insidiosi per la minore esposizione solare durante l’inverno. Racchiude tutte queste caratteristiche la porzione di via fra’ Giocondo tra Volpago e Selva vicino alla zona Peep e alla Barchessa Loredan; ma, se la curva cieca a ridosso del muro di cinta è di per sé un punto in cui si modera istintivamente la velocità, non altrettanto si può dire del tratto più ad ovest dove due rettilinei sono congiunti da una doppia curva. E’ questo storicamente uno dei punti neri della viabilità comunale, teatro di frequenti uscite di strada in entrambe le direzioni, a causa della velocità eccessiva: qui e lungo tutto lo stradone da qualche anno il limite è stato abbassato da 50 a 30 km/h. E’ successo anche il mese scorso con una vettura che ha piegato e quasi divelto il guardrail in acciaio, proprio di fronte ad una recinzione di recente ripristino; la sistemazione potrà essere fatta solo dopo i rilievi della compagnia assicurativa. Ma nel tratto subito adiacente spicca ancora di più l’assenza quasi totale della staccionata in legno, segnalata da un cartello stradale in bilico sul ciglio del canale.

Non è chiaro se si tratti di atti vandalici, come spesso capita di rilevare; il posizionamento di transenne provvisorie potrebbe non garantire del tutto la sicurezza ed essere ulteriormente a rischio. Senza recinzione il pericolo è quindi ben visibile e con un probabile effetto deterrente, ma va paradossalmente peggio lì dove la palizzata è presente, ma instabile e poco solida. Tutti gli interventi di ripristino di questo e di altri punti nel territorio comunale sono stati sospesi: a settembre infatti partiranno i lavori di sostituzione completa della staccionata con una simile, ma realizzata in corten, secondo gli standard indicati dal Consorzio del Bosco Montello. La spesa per gli oltre 5 km in territorio volpaghese sarà di 257mila euro di cui 189mila a carico della Regione, il resto del Comune.