Cronaca
Mansuè

Teme di perdere l'affidamento della figlia di 5 anni e si barrica in casa con lei

Momenti di tensione ieri mattina a Mansuè, per il gesto di un 40enne straniero. Situazione risolta grazie all'intervento dei Carabinieri. Zaia: "Empatia decisiva".

Teme di perdere l'affidamento della figlia di 5 anni e si barrica in casa con lei
Cronaca Oderzo e Motta, 28 Aprile 2022 ore 18:01

Momenti di tensione ieri mattina a Mansuè, ma poi la situazione si è risolta grazie all'intervento dei Carabinieri. I complimenti del presidente Zaia ai militari (foto copertina di repertorio).

Teme di perdere l'affidamento della figlia di 5 anni e si barrica in casa con lei

Attimi di tensione nella mattinata di ieri, mercoledì 27 aprile 2022, a Mansuè dove i militari dell’Arma sono intervenuti presso l’abitazione di un 40enne straniero che in un momento di alterazione e sconforto aveva inizialmente deciso di barricarsi in casa con la figlia minore, rifiutando ogni forma di dialogo.

Sul posto sono intervenuti il Comandante della Compagnia Carabinieri di Conegliano, con il Maggiore Fabio Di Rezze, con alcune pattuglie e un Carabiniere specializzato negoziatore in forza al Comando Provinciale fatto giungere da Treviso.

LEGGI ANCHE:

Dramma a Conselve, una 65enne si lancia con lo scooter nel canale: le foto del salvataggio

L’uomo è stato dapprima persuaso a far uscire di casa la figlia, quindi, dopo un’opera di convincimento condotta sino a fine mattinata, riportato alla calma e affidato alle cure dei sanitari. Sul posto anche il Sindaco di Mansuè Leonio Milan.

“Ringrazio di cuore tutti gli uomini dell’Arma che ieri sono intervenuti, riuscendo a riportare alla ragione un quarantenne che si era barricato in casa con la figlioletta, perché temeva di perdere l’affidamento. Una situazione di disperazione estrema che, grazie alla professionalità e all’umanità di chi è intervenuto, in particolare al Maresciallo negoziatore del Comando provinciale di Treviso e al Comandante della Compagnia di Conegliano, si è risolta con la persuasione dell’uomo e con il rilascio della bambina. Questo è solo un esempio di quanto l’azione dei Carabinieri sia da lodare e da ringraziare. Qui a fare la differenza è stata la capacità di empatizzare e di  stabilire un dialogo con una persona disperata. L’empatia è una dote delle nostre forze dell’ordine, che, una volta di più, ieri hanno dimostrato di essere dei veri angeli custodi. Grazie ancora e complimenti per l’operazione che ha garantito l’incolumità di una bambina”.

Così il Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, commenta l’episodio accaduto ieri a Mansuè nel quale l’intervento dei Carabinieri ha permesso, dopo oltre tre ore di trattativa, di risolvere per il meglio la situazione in cui un uomo si era barricato dentro casa con la figlia di 5 anni, della quale temeva di perdere l'affidamento.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter