Furiosa lite

Tentato omicidio a Treviso, lancia addosso al rivale olio bollente e lo prende a padellate

Il grave episodio stanotte in un appartamento del quartiere Santa Bona. Arrestato un pluripregiudicato centrafricano irregolare.

Tentato omicidio a Treviso, lancia addosso al rivale olio bollente e lo prende a padellate
Cronaca Treviso, 19 Luglio 2021 ore 13:59

Violenta lite con un connazionale per motivi ancora da chiarire, un uomo, D.S. centrafricano pluripregiudicato ed irregolare sul territorio nazionale ha colpito lo stesso lanciandogli contro dell’olio incandescente (foto copertina d'archivio).

Tentato omicidio a Treviso

Grave episodio avvenuto stanotte in un appartamento del quartiere Santa Bona. Un uomo, D.S. centrafricano pluripregiudicato ed irregolare sul territorio nazionale, nel corso di una serata trascorsa tra conoscenti ha dato vita ad una violenta lite con un suo connazionale per motivi ancora da chiarire, al termine della quale ha colpito lo stesso lanciandogli contro dell’olio incandescente.

La vittima, attinta in pieno volto, si è accasciata immediatamente al suolo mentre l’aggressore, in preda ad una furia incontenibile, continuava a colpirlo ripetutamente al capo con la padella usata poco prima.

Al termine della rapida quanto brutale azione, l’aggressore ha abbandonato immediatamente l’abitazione ma è stato ricercato e rintracciato poco dopo dagli agenti delle Volanti della Questura di Treviso in un altro appartamento della stessa zona di Treviso, visibilmente scosso ed ancora coperto di sangue.

Alla vista degli agenti, l’uomo ha cercato nuovamente di fuggire aggredendo violentemente gli operatori ma è stato subito contenuto e accompagnato in Questura per gli accertamenti di rito, all’esito dei quali è stato arrestato per tentato omicidio e resistenza a Pubblico ufficiale.

Sul posto è intervenuto anche personale della Polizia Scientifica e della Squadra Mobile, che seguiranno gli sviluppi della vicenda. Colpite dagli schizzi di olio bollente e sottoposti a cure anche altre due persone, tra cui la proprietaria italiana dell’appartamento.

È stato anche sequestrato, nel corso dell’operazione della Polizia di Stato, un piccolo quantitativo di sostanza stupefacente.