Menu
Cerca
Maserada sul Piave

Tessitura Monti, fallimento scongiurato: c'è l'ok del commissario al salvataggio

Il Commissario Giudiziale ha espresso la propria valutazione favorevole sull’ammissione alla procedura di Amministrazione Straordinaria dell’azienda.

Tessitura Monti, fallimento scongiurato: c'è l'ok del commissario al salvataggio
Cronaca Treviso, 29 Gennaio 2020 ore 10:15

Tessitura Monti, fallimento scongiurato: c'è l'ok del commissario al salvataggio

Tessitura Monti Spa comunica che "il Commissario Giudiziale, Dott. Fabio Pettinato, ha depositato presso la cancelleria del Tribunale di Venezia nella giornata del 23 gennaio la propria relazione redatta ai sensi e per gli effetti dell'art.28 del Decreto Legislativo 8 luglio 1999 n. 270, recante la 'Nuova disciplina dell'Amministrazione Straordinaria delle grandi imprese in stato d'insolvenza'. Nelle conclusioni della relazione, il Commissario Giudiziale ha espresso la propria valutazione favorevole sull’ammissione alla procedura di Amministrazione Straordinaria dell’azienda, avendo ravvisato la sussistenza di concrete prospettive di recupero dell'equilibrio economico delle attività imprenditoriali".

Le attività produttive proseguono nel frattempo

Prosegue la nota dell'azienda: "Entro dieci giorni dalla data di deposito, il Ministero dello Sviluppo Economico fornirà il proprio parere in ordine all'ammissione di Tessitura Monti Spa alla procedura di Amministrazione Straordinaria e, entro trenta giorni, il Tribunale di Venezia, tenuto conto del parere e delle osservazioni depositati, nonché degli ulteriori accertamenti eventualmente disposti, dovrà dichiarare con decreto motivato se sussistono le condizioni per l’apertura della procedura. Nel frattempo, le attività produttive negli stabilimenti di Tessitura Monti stanno procedendo senza interruzione, secondo i piani attuali, garantendo il rispetto dei tempi di consegna di tutti gli ordinativi ricevuti dai clienti. L’azienda, in ogni sua componente, è positiva e confidente riguardo le prospettive future del gruppo, certa del fatto che si stanno mettendo in campo tutti gli strumenti a disposizione per non disperdere la forza del proprio marchio e mantenere vivo il know-how di eccellenza - fortemente radicato sul territorio e sviluppatosi in oltre cento anni di storia - così da continuare a garantire prodotti che rispecchino i valori fondanti della moda Made in Italy, che la società ha fatto suoi fin dagli inizi".