Volo di 200 metri

Tragedia in montagna, addio Andrea: San Vendemiano in lutto

L'incidente venerdì nei pressi di Forcella Duranno Cimolais, in provincia di Pordenone. Troppo gravi i traumi riportati dall'uomo.

Tragedia in montagna, addio Andrea: San Vendemiano in lutto
Conegliano e Valdobbiadene, 03 Agosto 2020 ore 09:49
Ricoverato in gravi condizioni in ospedale a Udine, il 61enne trevigiano non ce l’ha fatta.

Troppo gravi i traumi riportati

San Vendemiano in lutto per Andrea Virzì, 61 anni, morto a seguito delle gravi ferite riportate in un incidente in montagna avvenuto venerdì scorso, 31 luglio 2020. Troppo gravi i traumi riportati dall’escursionista, caduto nei pressi di Forcella Duranno Cimolais, in provincia di Pordenone.

La dinamica

La stazione Valcellina del Soccorso Alpino e Speleologico è stata allertata poco prima delle 16 di venerdì scorso dalla SORES tramite il Numero Unico per le Emergenze NUE112 per una chiamata proveniente da Forcella Duranno a quota 2200 metri. Qui l’escursionista trevigiano era infatti scivolato mentre stava compiendo un passaggio in discesa su roccette ruzzolando per circa duecento metri davanti agli occhi dei due compagni di escursione. L’uomo ha perso il casco durante la caduta e ha riportato forti traumi. Sul posto è arrivato l’elisoccorso regionale che ha calato l’equipe medica con il tecnico di elisoccorso del Soccorso Alpino e Speleologico con una verricellata di 70 metri per mantenere il giusto distanziamento dalle pareti rocciose: l’uomo, inizialmente in gravi condizioni, è purtroppo deceduto successivamente in ospedale a Udine.

Lo shock dei compagni di gita

I suoi compagni di gita hanno preferito, nonostante lo shock, non impegnare ulteriormente l’elicottero e sono scesi a piedi verso Casera Mela, seguiti a distanza dai tecnici del Soccorso Alpino Valcellina in contatto telefonico con loro. Pronti a valle cinque tecnici della stazione Valcellina per eventuale supporto alle operazioni e i Carabinieri.

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Gite in treno
Curiosità