Cronaca
Carabinieri

Treviso, ruba la bici parcheggiata in strada e la mette subito in vendita

Denunciato per ricettazione un 39enne trevigiano. In manette invece un 43enne sorpreso a Conegliano, dove aveva il divieto di dimora.

Treviso, ruba la bici parcheggiata in strada e la mette subito in vendita
Cronaca Treviso, 04 Gennaio 2022 ore 12:17

Denunciato per il reato di ricettazione un 39enne trevigiano, con pregiudizi. Arrestato anche un 43enne sorpreso in giro a Conegliano, dove aveva il divieto di dimora.

Treviso, ruba la bici parcheggiata in strada

Nel pomeriggio di ieri, a Treviso, militari della locale Stazione Carabinieri hanno deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per il reato di ricettazione un 39enne trevigiano, con pregiudizi, trovato in possesso di una "city bike" di proprietà di un concittadino 32enne che l’aveva lasciata poche ore prima momentaneamente in sosta nella pubblica via, assicurandola ad un sostegno e che, non avendola più ritrovata, ne aveva denunciato il furto.

L’indagato aveva già posto in vendita il velocipede su un sito on-line di annunci economici, ma è stato bloccato prima di riuscire a rivenderlo a terzi dai militari dell’Arma che hanno restituito la bici al legittimo proprietario e contestualmente hanno verificato come l’uomo disponesse, presso la propria dimora, di un’ulteriore "city byke", sulla cui provenienza sono in corso accertamenti e che è stata momentaneamente posta sotto sequestro.

Arrestato 43enne a Conegliano

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Conegliano hanno tratto in arresto in flagranza di reato B.M. 43enne residente nel coneglianese. L’uomo, già noto alle Forze dell’Ordine, è stato sorpreso nella giornata di ieri, lunedì 3 gennaio 2022, nella città del Cima da una pattuglia impegnata in servizio perlustrativo di controllo del territorio, in palese violazione delle prescrizioni inerenti la misura di prevenzione personale dell'obbligo di sorveglianza speciale con divieto di dimora nel Comune di Conegliano cui il medesimo è sottoposto. In attesa del giudizio direttissimo, previsto nella mattinata odierna presso il Tribunale del Capoluogo, il fermato è stato trattenuto in camera di sicurezza del Comando dell’Arma procedente.