Sicurezza a Treviso

Troppi assembramenti nel Quartiere Latino, installato d’urgenza un nuovo occhio elettronico

La telecamera “dome” è in grado di monitorare l’area a 360 gradi. Procedura d'urgenza dopo le ripetute segnalazioni di assembramenti.

Troppi assembramenti nel Quartiere Latino, installato d’urgenza un nuovo occhio elettronico
Treviso, 18 Novembre 2020 ore 11:27

Installata una nuova telecamera di videosorveglianza nel Quartiere Latino, in funzione da ieri.

In funzione da ieri contro gli assembramenti

Con un mese di anticipo rispetto al cronoprogramma è stata installata una nuova telecamera di videosorveglianza nel Quartiere Latino, in funzione da ieri, martedì 17 novembre 2020, che monitorerà a 360 gradi tutta l’area, dove sono posizionate anche alcune panchine.

«Da alcune settimane ricevevamo segnalazioni da parte di residenti ed esercenti di situazioni di assembramento da parte di gruppi di giovani», spiega il comandante della Polizia Locale Andrea Gallo. «Per questo motivo, attraverso risorse di bilancio messe a disposizione dall’Amministrazione comunale, è stato disposto con una procedura d’urgenza l’affidamento ad una ditta specializzata per il posizionamento e la messa in funzione di una telecamera cosiddetta “dome” in grado di monitorare l’area a 360 gradi. Il controllo attraverso la videosorveglianza risulterà di fondamentale importanza per coordinare e programmare gli interventi degli agenti nel caso in cui si verifichino assembramenti di persone e rappresenta un sensibile aumento degli standard di sicurezza anche in quell’area specifica».

Ma nei prossimi giorni ne arrivano altre: ecco dove

Entro la settimana saranno poi posizionate altre telecamere mobili su alcuni siti sensibili dove si registrano casi di abbandono di rifiuti. Altre telecamere saranno a breve installate a San Leonardo e sull’area che porta al Mulino della Pescheria.

«Entro l’anno partirà l’appalto per il posizionamento di nuove telecamere di videosorveglianza sulla tangenziale e quella in Via Bindoni per un ammontare di circa 100.000 euro, finanziati con i proventi delle sanzioni degli autovelox della tangenziale».

LEGGI ANCHE:

Tragedia a Treviso, si lancia dal terrazzo di casa: morta 78enne

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità