Raggirati

Truffe online, cinque denunce nelle ultime 24 ore: vittime di Montebelluna e Crocetta

Le vittime invogliate dalla vendita online a prezzo vantaggioso di un tapis roulant e dalla proposta di un prestito rivelatosi farlocco.

Truffe online, cinque denunce nelle ultime 24 ore: vittime di Montebelluna e Crocetta
Monte Grappa, 30 Ottobre 2020 ore 16:05

Carabinieri: denunciati 5 truffatori attivi sul web nelle ultime 24 ore.

Truffatori e imbonitori nel mirino dell’Arma

Continua l’attività di contrasto dei militari dell’Arma di Treviso nei confronti di truffatori e imbonitori che, sovente utilizzando piattaforme di vendita on – line e i più comuni social, riescono a raggirare le ignare vittime. I Carabinieri della Stazione di Montebelluna, a conclusione di attività d’indagine, hanno deferito in stato di libertà per truffa L.A., 23enne della provincia di Reggio Emilia, gravato da pregiudizi, che aveva nello scorso mese di settembre posto in vendita su un sito internet di annunci economici un tapis roulant facendosi accreditare per la compravendita la somma di 850 Euro da una 30enne montebellunese, rendendosi successivamente irreperibile all’acquirente.

Il prestito “farlocco”

I militari della Stazione di Crocetta del Montello, all’esito di approfondimenti investigativi, hanno invece deferito per truffa in concorso un quartetto di soggetti tutti gravati da pregiudizi: la cittadina ucraina L.M., classe 1967, l’ivoriano Y.K., classe 1988, T.A., originaria del palermitano, classe 1967 e P.N., classe 1967. I malfattori, nello scorso mese di luglio, pubblicavano su alcuni social network un annuncio per l’erogazione di un prestito traendo in inganno un 59enne di Crocetta del Montello, facendosi in più occasioni versare dalla vittima del denaro, per una somma totale di circa 600 Euro.

I consigli dell’Arma

“I consigli dell’Arma sono quelli di diffidare sempre da acquisti molto convenienti e dai guadagni facili, proprio perché spesso si tratta di truffe o di merce di dubbia provenienza, di diffidare di e-mail con cui viene chiesto l’inserimento dei dati personali e password e di fare acquisti on-line “navigando” su siti che forniscano valide garanzie di sicurezza nella comunicazione”.

LEGGI ANCHE:

Rapina a Montebelluna, strappa il marsupio alla vittima e scappa: 19enne arrestato

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità