Cronaca
No alla violenza di genere

Una "Stanza tutta per sé": ecco l'aula dell'ascolto per le donne vittime di violenza

Un luogo per sentirsi sostenute nel delicato momento della denuncia di abusi, maltrattamenti ed atti persecutori presso la Tenenza dei Carabinieri di Oderzo

Una "Stanza tutta per sé": ecco l'aula dell'ascolto per le donne vittime di violenza
Cronaca Oderzo e Motta, 10 Febbraio 2021 ore 08:25

Realizzato il progetto della “Stanza Tutta Per Sé” : uno spazio protetto, accogliente ed esclusivamente dedicato alle donne vittime di violenza, un luogo d'incontro creato dalla collaborazione tra il Soroptimist Club di Conegliano-Vittorio Veneto, presieduto dalla Dottoressa Lucia Casagrande ed il Comando Tenenza dei Carabinieri di Oderzo, presso la caserma dell’Arma di Via G. Garibaldi n. 29.

L'accordo

Soroptimist International d’Italia ed il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, hanno firmato un accordo nel 2015 per ideare un' iniziativa a favore delle donne, dove chiunque possa sentirsi sostenuta nel delicato momento della denuncia di abusi, maltrattamenti ed atti persecutori.

2 foto Sfoglia la gallery

Un luogo dedicato all'ascolto

La Stanza è il luogo sicuro nel quale le donne potranno avvicinarsi a operatori dell’Arma appositamente formati che le aiuteranno nell’ascolto di situazioni di difficoltà e ad affrontare il percorso di allontanamento da situazioni di pericolo per sé e per i propri figli.

Denunciare l'abuso

L’aula protetta vuole rappresentare un ulteriore strumento per il contrasto ai casi di abuso in danno di donne e minori, all’insegna della lotta contro ogni tipo di discriminazione e violenza, sotto qualsiasi forma: fisica, psicologica, economica.

Nelle aule protette le Forze dell’Ordine si impegnano affinché le vittime possano maturare la consapevolezza che ciò che stanno subendo costituisce un reato e che è possibile rompere il silenzio ed uscire dall’isolamento.