Vertenza tra privati e Comune di Montebelluna, rispondono i legali dei ricorrenti

“Il giudice ha dichiarato non adeguatamente provate le circostanze di pericolo. Valuteremo le motivazioni e non escludiamo di proporre reclamo al provvedimento”

Vertenza tra privati e Comune di Montebelluna, rispondono i legali dei ricorrenti
Cronaca Montebelluna, 28 Aprile 2019 ore 15:27

Vertenza tra privati e Comune di Montebelluna, rispondono i legali dei ricorrenti. Si è conclusa la prima fase della battaglia legale tra alcuni cittadini ricorrenti e il Comune ad oggetto l’accesso sul Put all’altezza di Via Roma. Dopo numerosi incidenti e danni alle proprietà i ricorrenti avevano richiesto al Tribunale un provvedimento d’urgenza denunciando il grave pericolo creato dalla nuova viabilità.
Il giudice rigettando la richiesta dei ricorrenti ha però cassato gli argomenti proposti dal Comune in particolare: ha rigettato l’eccezione di incompetenza; non si è pronunciato sulla difesa de Comune che aveva dichiarato il passo carraio abusivo.
I legali dei ricorrenti, assistiti da un noto studio cittadino affermano “Ci aspettavamo un esito incerto, ma la situazione di grave pericolo che la modifica della viabilità ha creato richiedeva un tentativo di intervento urgente. Il giudice ha dichiarato non adeguatamente provato le circostanze di pericolo. Valuteremo le motivazioni e non escludiamo di proporre reclamo al provvedimento”. Rimane aperta anche la strada di una vera e propria causa dove i mezzi di prova, più ampi, potrebbero consentire ai ricorrenti “di esperire perizie e accertamenti più precisi”.