Ciclismo

Zalf Euromobil Désirée Fior in ritiro da ieri

Il team, riunito nel quartier generale di Castelfranco Veneto, ha adottato tutte le misure anti Covid-19 per ripartire.

Zalf Euromobil Désirée Fior in ritiro da ieri
Castelfranco, 18 Giugno 2020 ore 11:09

ddsddsdss

In vista del debutto targato 2020

La Zalf Euromobil Désirée Fior torna a riunirsi per preparare il nuovo debutto targato 2020. Il team presieduto dai patron Gaspare Lucchetta ed Egidio Fior, infatti, ha programmato tre giorni di ritrovo e allenamento di squadra a partire da mercoledì 17 giugno per tornare a lavorare insieme in vista della possibile ripresa delle gare. Ritrovo fissato presso il quartier generale Castelfranco Veneto (Tv) dove gli atleti arriveranno dopo aver effettuato l’esame sierologico e aver misurato la temperatura corporea; ad attendere i ragazzi diretti da Luciano Rui, Ilario Contessa, Mauro Busato e Fabio Mazzer ci saranno poi le accoglienti stanze singole dell’Hotel Fior.

“Dopo mesi di quarantena e distanziamento sociale la squadra ha sentito il bisogno di ritrovarsi per riprendere insieme l’attività. Per questo motivo, nel rispetto della normativa anti Covid-19, abbiamo posto in essere tutte le misure preventive per garantire la massima sicurezza di questo mini-collegiale nel quale i nostri ragazzi avranno la possibilità di testare il loro stato di forma attuale e riprogrammare la seconda parte di stagione” ha anticipato il team manager Luciano Rui. “In questo periodo siamo sempre rimasti in contatto con staff e atleti, gli allenamenti sono proseguiti prima sui rulli e poi in maniera separata ma ritrovare tutta la rosa attorno ad un tavolo, seppur con mascherine e distanze di sicurezza, sarà una emozione per tutti noi. L’entusiasmo non ci manca e, in attesa di avere qualche certezza in merito alle gare che potremo affrontare prossimamente, sarà bello tornare a parlare di ciclismo”.

Zalf Euromobil Désirée Fior in ritiro da ieri
Photo Credits: www.photors.it

Oggi e domani test e allenamenti

Il programma stilato dai tecnici Ilario Contessa, Mauro Busato e Fabio Mazzer dopo l’arrivo e il controllo di tutti gli atleti ha previsto per oggi, giovedì, una sessione di test di valutazione fisica e, per domani, venerdì, un allenamento comune sulla distanza a cui si aggiungeranno una serie di colloqui privati e di gruppo che consentiranno di stabilire le prospettive della ripresa dell’attività agonistica.

“In questi mesi di lontananza i nostri atleti non hanno mai smesso di allenarsi ma questo mini-collegiale ci consentirà di fare il punto della situazione, di individuare i nuovi obiettivi e valutare insieme gli allenamenti da svolgere nelle prossime settimane” ha spiegato Ilario Contessa. “E’ un po’ come ripartire da zero per una nuova stagione ma con un gruppo che nelle prime due settimane di gare aveva già dimostrato di essere molto affiatato e competitivo”.

E ancora:

“Sulla carta ci attendono pochi mesi ma ricchi di gare e appuntamenti. Per questo sarà fondamentale farsi trovare pronti sin da quando tornerà ad abbassarsi la bandierina del via. I ragazzi hanno una voglia enorme di tornare a correre e di dimostrare tutto il loro valore. Questi tre giorni di ritiro serviranno a canalizzare tutte queste energie nella giusta direzione” ha aggiunto Mauro Busato.

Il ritiro di Alessio Brugna

Del gruppo che mercoledì è tornato a riunirsi a Castelfranco Veneto (Tv) non farà parte Alessio Brugna che, dopo il periodo di quarantena, ha scelto di lasciare il mondo delle due ruote:

“Voglio ringraziare la mia famiglia che mi è sempre stata vicina e mi ha supportato in tutti questi anni. Un grazie speciale va anche alla Zalf Euromobil Désirée Fior per la fiducia che ha riposto in me: insieme avevamo preparato meticolosamente questa stagione ma, purtroppo, lo stop dovuto al Coronavirus mi ha tolto l’opportunità di esprimermi al meglio. Le incertezze legate alla ripresa delle gare mi hanno fatto decidere di appendere anzitempo la bicicletta al fatidico chiodo. Per me il ciclismo rimane una bella parentesi che mi ha regalato tante emozioni e tante soddisfazioni: voglio fare un grande in bocca al lupo ai miei compagni di squadra per la ripresa dell’attività” ha spiegato il 25enne di Rivolta d’Adda (Cr).

Una decisione, quella di Alessio Brugna, accolta con rispetto dalla società come sottolineato dalle parole del team manager Luciano Rui:

“Alessio oltre che un ottimo atleta è un ragazzo eccezionale e in questi mesi trascorsi insieme ne ha dato una ulteriore conferma. Sono certo che saprà fare bene in ogni altro ambito in cui sarà impegnato in futuro”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità