Alessandro Fullin da Zelig a Centorizzonti ad Altivole

Inizia la rassegna, i Comuni coinvolti sono Altivole, Asolo, Caerano di San Marco, Castelfranco Veneto, Castello di Godego , Riese Pio X e Possagno

Alessandro Fullin da Zelig a Centorizzonti ad Altivole
Montebelluna, 20 Aprile 2019 ore 13:02

Alessandro Fullin da Zelig a Centorizzonti ad Altivole. Torna il programma estivo promosso dai Comuni della rete culturale Centorizzonti con la Regione Veneto e l’associazione Echidna, che si svilupperà tra maggio e luglio come un tour geografico – artistico in sette tappe: Altivole, Asolo, Caerano di San Marco, Castelfranco Veneto, Castello di Godego, Riese Pio X, Possagno.

La prima tappa sarà come da tradizione al Barco della Regina Caterina Cornaro, dove si potrà assistere allo spettacolo autobiografico dell’irresistibile attore e scrittore Alessandro Fullin, noto ai più nel ruolo della professoressa Fullin a Zelig: al centro della commedia vi è il tema della diversità, che il comico affronta con dovizia di particolari ed eccezionale sincerità.

Torna Centorizzonti Paesi & Paesaggi, il programma estivo promosso dai Comuni della rete culturale Centorizzonti con la Regione Veneto, con la direzione artistica dell’associazione Echidna: la prima delle 7 tappe del  tour geografico – culturale che da maggio a luglio si snoderà tra l’alta Marca Trevigiana e l’area castellana sarà al Barco della Regina Caterina Cornaro, ad Altivole (Treviso), mercoledì 1 maggio alle 18 con Fullin legge Fullin. Spettacolo leggermente autoreferenziale, commedia del celebre comico triestino Alessandro Fullin che molti ricorderanno nei panni della professoressa Fullin nel cast televisivo di Zelig.

I Comuni coinvolti dalla programmazione di Centorizzonti Paesi & Paesaggi sono Altivole, Asolo, Caerano di San Marco, Castelfranco Veneto, Castello di Godego , Riese Pio X e Possagno: i paesi, i luoghi naturali e di pregio storico, i paesaggi nel corso dei mesi di maggio, giugno e luglio saranno parte integrante delle proposte di camminate, visite guidate, esperienze artistiche, spettacoli e momenti conviviali di cultura e enogastronomia locale offrendo opportunità di benessere, di conoscenza, di incontro e aggregazione.

Si inizia con la leggerezza che il Barco e il suo passato di luogo di svago e divertimento suggeriscono, che verrà amplificata dalla comicità senza filtri di Alessandro Fullin, attore teatrale e televisivo triestino che si racconterà attraverso l’attività che più ama: lo scrivere. Fullin legge Fullin (testi di Alessandro Fullin e Mario Angioni) passa in rassegna dalla lista della spesa agli spensierati aforismi, dalle lettere d’amore alle mail mai inviate, tracciando il ritratto di un uomo che molti percepiscono come un comico non vedendolo per quello che realmente è… una missionaria. Anche per il tono, che ha momenti di assoluta comicità e di tristezza fulminante, un po’ come i Tweet che Fullin ogni mattina, alle 9.00 puntuale, lancia ai suoi followers. Solo sul palco per un’ora, Fullin si legge per tentare di trovare un filo logico in una vita che ha fatto il possibile per essere un gomitolo che anche la leggendaria Arianna avrebbe difficoltà nel dipanare.

L’attore si conferma un irresistibile mattatore nell’affrontare il tema della serata, la propria diversità, che viene raccontata in ogni piccolo particolare, fin dall’infanzia. L’amore per gli abiti femminili, per i piccoli chihuaua, per la cucina, per la vita stravagante, per gli oggetti inutili, per il gusto kitsch in tutte le sue declinazioni. Ma anche per la natura in tutte le sue forme, per il bello e per l’originale a tutti i costi. A fronte di un’eccezionale capacità di guardarsi dentro con sincerità, smascherando tutti quei tabù che sono così spesso ancora presenti un po’ ovunque, manca qualsivoglia volgarità.

Alessandro Fullin da Zelig a Centorizzonti ad Altivole

Fullin non recita ma vive il suo personaggio con immediatezza e spontaneità e attraverso uno stile unico rivela, con ispirata consapevolezza, le qualità principali di chi si esibisce sul palcoscenico: narcisismo e follia.

Triestino di nascita e torinese di adozione, Fullin, che ha raggiunto la notorietà attraverso la tv, è amato dal grande pubblico televisivo così come viene apprezzato per i suoi recenti nuovi lavori teatrali e letterali. Diverso tra i diversi, è un poliedrico artista che ha la capacità di appassionarsi e fare appassionare all’arte chi lo ascolta.

Lo spettacolo è adatto ad un pubblico adulto e a causa della capienza limitata è consigliata la prenotazione (scrivendo all’indirizzo info@echidnacultura.it oppure telefonando ai numeri 3711926476 – 3409446568).

In caso di maltempo il 30 aprile l’appuntamento sarà riprogrammato domenica 12 maggio.

Al termine dello spettacolo per chi lo desidera è prevista la consueta cena a buffet a base di prodotti stagionali e locali, curata da Hosterianova di Altivole.

Il programma di Centorizzonti Paesi & Paesaggi proseguirà venerdì 17 maggio a Villa Benzi Zecchini a Caerano di San Marco con la compagnia italo francese ArtiVarti – Compagnie adHoc che porterà in scena C’est la vie, con la regia di Matteo Destro. A seguire giovedì 20 giugno a Villa Eger a Riese Pio X sarà presentato Savana Padana, spettacolo tratto dal romanzo di Matteo Righetto, con la drammaturgia e regia Stefano Scandaletti e gli attori Riccardo Gamba, Pietro Quadrino, Davide Sportelli, Francesco Wolf (produzione Teatro Stabile del Veneto Produzione 2018). Domenica 21 luglio a Possagno appuntamento con Marco Baliani e il suo inedito Del coraggio silenzioso (collaborazione alla drammaturgia di Ilenia Carrone, musiche eseguite dal vivo, produzione Comune di Bergamo – Teatro Donizetti – Casa degli Alfieri con il patrocinio di Amnesty International).

Biglietti: € 13,00 interi e 10,00 ridotti

Riduzioni per persone residenti o iscritte alle biblioteche dei Comuni promotori, fino ai 25 anni e dai 65 anni, abbonati a Centorizzonti Plusvalore, iscritti a BelVedere Lab.

Prenotazione biglietti:

fino a max 4, inviando email all’indirizzo info@echidnacultura.it oppure telefonando ai numeri 3711926476 – 3409446568 (in entrambi i casi la prenotazione sarà confermata da un’email dell’associazione Echidna)

Posti a sedere non numerati

Info: Associazione culturale Echidna tel. 3711926476 – 3409446568, info@echidnacultura.it

Biblioteca di Altivole tel. 0423 918313, biblioteca@comune.altivole.tv.it

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Gite in treno
Curiosità