Menu
Cerca
TURISMO 2.0

Castelfranco medievale visibile a turisti e cittadini grazie a quattro totem multimediali

L'associazione Palio di Castelfranco Veneto lancia un innovativo progetto che sarà presentato sabato 29 maggio al Teatro Accademico

Castelfranco medievale visibile a turisti e cittadini grazie a quattro totem multimediali
Cultura Castelfranco, 26 Maggio 2021 ore 12:09

Un percorso tra storia e multimedialità: debutta sabato 29 maggio il progetto promosso dall’Associazione Palio di Castelfranco Veneto con il supporto del Comune per favorire la conoscenza e la fruizione virtuale degli aspetti caratteristici della città veneta murata nota per la sua origine medievale.

Un nuovo sguardo

L’iniziativa coniuga aspetti turistici, culturali e di promozione del territorio, nata sulla scorta del periodo pandemico, come spiega il presidente dell’Associazione Palio, Gianmaria Pizzolato:

“Di fronte alla situazione creatasi con la pandemia che ha portato a ridurre se non ad annullare, quasi tutte le manifestazioni di rievocazione storica in ambito locale e nazionale, l’associazione, già dallo scorso anno, ha cercato una nuova via per fornire sia ai cittadini di Castelfranco ma, ancor più ai turisti e visitatori che transiteranno o soggiorneranno  nel territorio della castellana, un’occasione per conoscere e scoprire il passato e rivivere la nostra storia.

Ha preso perciò vita l’idea di realizzazione un sistema multimediale di grado di permettere a chiunque di poter visionare con il proprio smartphone alcuni video che raccontano situazioni e momenti attorno alle mura del castello in epoca medioevale.

Questo è solo l’inizio di questo percorso “multimediale” che intendiamo espandere in modo completo e capillare presentando in futuro non solo la Castelfranco medioevale ma anche quella del ‘500, il periodo “giorgionesco” e quella dell’illuminismo e la sua architettura locale".

Quattro punti strategici

Nel concreto il progetto prevede la collocazione di quattro totem in altrettanti punti strategici del centro storico: la Torre Civica, la Biblioteca, la Torre Nord Ovest e fuori le mura davanti alla Torre Nord.

Ideati e forniti gratuitamente da un’importante azienda locale leader nella produzione dell’arredo urbano, i totem sono dotati ciascuno di un QR-Code attraverso il quale è possibile accedere e visionare dei filmati e una ricostruzione virtuale di una parte del castello attraverso immagini costruite e curate dall’associazione Palio in collaborazione con altre tre importanti aziende di Castelfranco Veneto che operano del mondo del web, dell’editing video e delle immagini in 3D.

I filmati sono, inoltre, accompagnati da inserti musicali, voci e rumori live e da un commento descrittivo.

Ricostruzioni e rievocazioni

Più nello specifico, i primi quattro totem con i loro QR-Code lanceranno il video di una ricostruzione virtuale 3D in movimento del lato ovest del castello; un filmato che ripropone le sequenze di un mercato medioevale; un filmato che ricostruisce il posto di guardia degli armigeri nella Torre civica ed un filmato che ricorda uno dei diversi assedi subiti da Castelfranco, nello specifico quello del 1220 per opera delle truppe del vescovo di Feltre.

L’amministrazione comunale ha reso possibile l'intervento sostenendo i costi per la realizzazione dei prodotti multimediali.

Commenta l’assessore alla cultura, Roberta Garbuio: “La tradizione del Palio castellano, come molte altre manifestazioni rievocative, ha subito uno stop forzato nel corso del 2020. Ma le restrizioni imposte e necessarie non hanno scoraggiato gli organizzatori ed anzi, nuova linfa creativa si è sviluppata nel trovare idee alternative per promuovere la conoscenza della nostra Città, le sue origini e le sue peculiarità.

Ringrazio l’Associazione per lo spirito propositivo con cui sta portando avanti il progetto che, ci auguriamo, potrà svilupparsi ulteriormente nel prossimo futuro”.

Aggiunge l’assessore al turismo, Gianfranco Giovine: “Lo stravolgimento prodotto dall’emergenza sanitaria ha avuto inevitabili conseguenze anche sul turismo e sul modo di concepire l’esperienza turistica. Sta prendendo piede una nuova modalità di vivere il turismo, secondo una formula che predilige l’esperienza all’aria aperta e la riscoperta dei luoghi di prossimità. Questo progetto si inserisce perfettamente in questa logica, favorendo proprio il contatto con la città in un modo sicuro, innovativo ed agile”.

Presentazione ufficiale

La presentazione ufficiale del progetto è fissata per sabato 29 maggio alle ore 18.00 in Teatro Accademico ed è rivolta alle autorità, alla cittadinanza, agli operatori turistici del territorio e agli studiosi del settore anche in ambito Universitario e dei media”.

Il pubblico è invitato, a partecipare tramite prenotazione (il 27 e 28 maggio presso la biglietteria del Teatro Accademico tel. 0423 735600 dalle ore 16.00 alle 21.00).

Inoltre, per il novembre di quest’anno, l’associazione Palio sta organizzando una conferenza nazionale, dedicata al ruolo dell’utilizzo degli strumenti multimediali per la riscoperta storico culturale del territorio in funzione divulgativa e a supporto del turismo.