Castelfranco rivendica la paternità della frittella al radicchio

Le frittelle della pasticceria Opera ottengono il premio come "migliori di tutta la castellana".

Castelfranco rivendica la paternità della frittella al radicchio
Castelfranco, 04 Marzo 2019 ore 15:03

Castelfranco rivendica la paternità della frittella al radicchio. Nella Marca è scoppiata una vera e propria «guerra delle frittelle». Una disputa golosa e perché no anche un po’ burlesca visto che stiamo parlando del dolce carnevalesco per eccellenza.

La paternità della frittella al radicchio

Tutto ha avuto inizio la scorsa settimana quando gli chef Bruno Bellè e Stefano Citron di Pieve di Soligo hanno annunciato di aver ideato la prima frittella al radicchio, vantando la paternità dell’invenzione dolciaria. Proclama che non è passato inosservato in quel di Castelfranco Veneto dove il bravo pasticcere Alberico Titton della Pasticceria Opera di via Vittorio Veneto, in verità, aveva già inventato il dolce con il «fiore che si mangia», ben due anni fa! Non solo quindi il primato è giustamente reclamato dalla città del Giorgione ma Titton in questi anni ha fatto delle frittelle al radicchio uno dei suoi cavalli di battaglia, tant’è che ad ogni Carnevale sono richiestissime da ogni dove per la loro bontà e particolarità. E così Castelfranco rivendica la paternità della frittella al radicchio.

Ecco la verità dietro alla disputa sulla paternità

A rammentare a tutti che il suo compaesano ed amico Alberico è l’unico a poter vantare la paternità del dolce carnevalesco Giancarlo Saran, ex assessore alla cultura di Castelfranco Veneto, aggiungendo:

«Due signori pievigini si sono inventati che le frittelle al radicchio se le erano inventate loro ma non è niente vero: senza alcuna polemica, ma giusto per "dare a Cesare, quel che è di Cesare, anche se si chiama Alberico" La pasticceria Opera che, tra l'altro, propone il radicchio "dolce" lungo tutto l'arco dell'anno, con preparazioni diverse, alcune decisamente originali».

Il premio per la miglior frittella castellana

Durante il Carnevale, come da tradizione, a Castelfranco viene premiata la frittella più buona. Quest'anno il premio è andato proprio alla frittella di Alberico Titton, premiato domenica 3 marzo in Piazza Giorgione con una targa di riconoscimento e un diamante di Varisco. D'altronde la Pasticceria cioccolateria Opera di Castelfranco Veneto è celebre per le sue bontà. Quanto all'artefice di Opera va detto che Alberto Titton ha maturato la sua esperienza nel settore in 40 anni di lavoro grazie agli insegnamenti di celebri maestri dell’arte culinaria con cui ha lavorato fianco a fianco presso rinomati alberghi quali: il Savoia di Cortina, l'Excelsior di Venezia ed il Palace di St. Moritz.