Corsi online certificati, una porta sul futuro

Scommettere sulla formazione per modificare la propria esistenza è possibile: purché sia fatta con le persone giuste

Corsi online certificati, una porta sul futuro
Treviso, 19 Maggio 2020 ore 07:34

Frequentare corsi online certificati può dare l’opportunità per far svoltare la propria vita in positivo. Modificare la propria esistenza attraverso la formazione professionale è possibile, purché sia fatta con le persone giuste. Per aprire una nuova porta sul futuro servono competenze, passione ed esperienza. Oltre che la consapevolezza di dover erogare skill utili agli utenti in cerca di lavoro o di riqualificazione. E poi ci sono i certificati: questi devono avere un valore, devono essere apprezzati dalle aziende private. Ma non solo: è bene che siano anche riconosciuti come validi per il conseguimento di crediti formativi o punteggio nelle università o nei concorsi pubblici, e anche in settori specifici (vedere per esempio l’HACCP).

Corsi online certificati, il funzionamento

L’attività si svolge a distanza. Generalmente si tratta di video lezioni, corredate da dispense e materiali utili e necessari per le esercitazioni e per i quiz. Le azienda di formazione online consumer  solitamente lasciano ampio margine di manovra nell’organizzazione dello studente. Non ci sono durate prestabilite, non vengono indicate date di inizio o di fine, così come tempistiche particolari per il raggiungimento degli obiettivi. Si punta sulla forza della rete: tutto è online, fruibile in qualsiasi momento. Basta volerlo. Perciò ciascun allievo è libero di seguire le lezioni di giorno o di notte, di martedì o di domenica, a Pasqua o a Natale. Libertà massima, ognuno può sbizzarrirsi nella ricerca del suo ritmo ideale.

Le domande da porsi prima di iniziare

In avvio si è parlato di corsi online certificati come porta sul futuro. L’unica condizione è chi crea ed eroga sappia il fatto suo. Più la realtà è solida e radicata sul territorio, più saranno le possibilità di aprire tali porte. In fase di scelta è bene porsi delle domande: terminato il corso che succede? Dopo il certificato sarò seguito con un programma di inserimento lavorativo? Oppure sarò abbandonato a me stesso? L’ente a cui mi sto rivolgendo possiede un database di aziende? E se sì, a quale tipologia appartengono? Se sono un ragazzo giovane infatti potrei desiderare entrare a far parte di startup innovative, non soltanto di aziende ultradecennali. Chiudiamo col curriculum: scriverlo è una scienza, un suggerimento professionale sarebbe certamente gradito.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità