Il Satiro Teatro di Paese vince al Festival di Arezzo

Lo spettacolo "Mato de Guera"  spopola alla 24esima edizione della rassegna nazionale dedicata al teatro.

Il Satiro Teatro di Paese vince al Festival di Arezzo
Cultura Oderzo e Motta, 25 Maggio 2019 ore 18:16
4 foto Sfoglia la gallery

 

 

Tre dei sette Premi in palio alla compagnia Il Satiro Teatro di Paese al XXIV° Festival Nazionale del Teatro conclusosi ieri sera con le Premiazioni presso il Teatro del Centro Aggregazione Sociale Fiorentina della città toscana.

Circa 80 le compagnie selezionate, 8 le finaliste (da Bologna, Formia, Firenze, Bari, Roma, Grosseto, Vico Equense e, appunto, Paese).

Nella terra che ha visto nascere i grandi poeti e scrittori della lingua volgare dalla quale è nata poi la lingua italiana, il testo in lingua veneta dello scrittore trevigiano Gian Domenico Mazzocato, portato in scena dall’attore Gigi Mardegan per la regia  di Roberto Cuppone, ha conquistato la palma per:

Miglior spettacolo: “Mato de Guera” di Gian Domenico Mazzocato

Motivazione: “Ottima rappresentazione teatrale, recitata con una esemplare energia trascinante che stringe il cuore e cattura l’anima, donando allo spettatore forti sensazioni e sempre nuove reazioni emotive nonostante un tema ben conosciuto e da sempre sviscerato”.

Migliore attore: Gigi Mardegan

Motivazione: “Con una interpretazione magistrale sotto tutti i punti di vista, una passione brutale, una gestualità unica ed una irruenza calibrata nei ritmi, l’attore ha padroneggiato il palcoscenico e tenuto impegnato il pubblico con un crescendo che si è liberato in un lungo prolungato e meritato applauso”.

Migliore regia: Roberto Cuppone

Motivazione: “Per un lavoro estremamente efficace e curato nei minimi particolari e senza sbavature, per un uso della  essenziale e creativa scenografia, lo spettacolo rileva un’ottima e attenta regia”.

Da sottolineare infine la mancata assegnazione per un soffio (9,34 contro il 9,41 dello spettacolo vincitore) anche del Premio gradimento del pubblico.