Cultura
Sponsorizzato

Le colline del Prosecco di Conegliano Valdobbiadene celebrano il patrimonio Unesco con il territorio

Un fine settimana di festeggiamenti, un convegno domenica 20 ottobre a Pieve di Soligo.

Le colline del Prosecco di Conegliano Valdobbiadene celebrano il patrimonio Unesco con il territorio
Cultura Conegliano e Valdobbiadene, 19 Ottobre 2019 ore 12:21

Le colline del Prosecco di Conegliano Valdobbiadene celebrano il patrimonio Unesco con il territorio. Sabato 19 e domenica 20 ottobre sarà un week end animato per le colline del Prosecco di Conegliano Valdobbiadene, insignite lo scorso luglio del Patrimonio dell’Umanità Unesco. Un fine settimana di festeggiamenti all’insegna dell’orgoglio per il territorio e della sua promozione.
Una due giorni di evento promosso da Regione Veneto e ATS che inviterà a condividere con tutti gli abitanti dei comuni coinvolti, ma anche con i visitatori, il traguardo Unesco e approfittare della dolcezza dell’autunno per godere della bellezza del territorio. “Un riconoscimento che attendevamo da dieci anni, che ci ha visto tutti impegnati in sede tecnica e politica per convincere gli esperti di Icomos e i vertici Unesco dell’assoluta validità del nostro dossier - commenta Luca Zaia, Presidente della Regione Veneto - Non si tratta soltanto di un trofeo da esibire, bensì di un processo che dovremo gestire in modo virtuoso, consapevole e lungimirante, affinché l’unicità di queste nostre meravigliose colline diventi volano di sviluppo culturale, turistico ed economico, nel quadro di una imprescindibile sostenibilità ambientale.”
“Il riconoscimento Unesco, che tanto ci inorgoglisce, è un risultato di tutti” afferma Innocente Nardi, presidente dell’Associazione temporanea di scopo “per questo come ATS e in collaborazione con la Regione Veneto abbiamo voluto dedicare un momento importante alla condivisione con tutti gli abitanti di questo territorio meraviglioso. La strada per ottenere questo risultato è stata lunga ma ora inizia un nuovo percorso che sarà quello della valorizzazione di queste colline. Un nuovo marketing territoriale è la chiave per promuovere le colline di Conegliano Valdobbiadene, paesaggio del Prosecco Superiore, nel modo più efficace e più rispettoso del territorio stesso”.

Il convegno: Le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene: prospettive per il territorio

Domenica 20 ottobre. ore 10 al Teatro “Careni” via Guglielmo Marconi 16, Pieve di Soligo. Il programma:

Stefano Soldan – Sindaco Comune di Pieve di Soligo
Franco Bernabè – Presidente Commissione Nazionale Italiana per UNESCO
Innocente Nardi – Presidente Consorzio di Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore
Pia Petrangeli – Segretariato Generale - Servizio I Coordinamento - Ufficio UNESCO Ministero per i Beni e le Attività Culturali
Emilio Gatto – Direttore Generale dello Sviluppo Rurale Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. Testimonianza del sito UNESCO Langhe-Roero e Monferrato
Roberto Cerrato – Direttore Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato UNESCO. Le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene
Vincenzo Tinè – Soprintendente per l’Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Venezia e le Province di Belluno, Padova e Treviso
Amerigo Restucci – Coordinatore Comitato Scientifi co
Mauro Agnoletti – Coordinatore Dossier di Candidatura
Intervento conclusivo
Luca Zaia – Presidente della Regione del Veneto
Moderatore
Luciano Ferraro – Capo redattore Corriere della Sera

A tavola con il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG

Da giovedì 17 ottobre a domenica 20 ottobre. Nei ristoranti del Conegliano Valdobbiadene, aderenti all’iniziativa, sarà possibile degustare sia a pranzo che a cena del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG abbinato a un “piatto UNESCO” creato per l’occasione.

A piedi tra le colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene

Passeggiate guidate nelle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene per conoscere i luoghi Patrimonio dell’UNESCO. In collaborazione con UNPLI Treviso e Primavera del Prosecco Superiore.