Cultura

Villa Bolasco riapre per Pasqua

Parco Bolasco riapre da domani per il fine settimana lungo di Pasqua.

Villa Bolasco riapre per Pasqua
Cultura Castelfranco, 19 Aprile 2019 ore 16:32

Villa Bolasco riapre per Pasqua. Torneranno ad aprirsi domani, sabato 20 aprile, i cancelli del Parco di Villa Bolasco in Città, pronto ad accogliere i visitatori nel lungo fine settimana di Pasqua. Lo storico Giardino, forte del titolo ricevuto nel 2018 di "Parco più bello d'Italia" nel corso delle ultime settimane è stato oggetto di alcuni interventi di manutenzione e dopo la stagione fredda si presenterà con tutto il suo splendore.

La collaborazione tra Università e Comune

Villa Bolasco riapre per Pasqua grazie ad una collaborazione tra università degli studi di Padova e Comune.

«Prosegue con proficuo sostegno e massima collaborazione il rapporto con l’Università di Padova con il comune intento di valorizzare al meglio questo patrimonio che è il Parco di Villa Bolasco, un bene dell’intera nostra Comunità – spiega il sindaco, Stefano Marcon - Per Castelfranco, le aperture non solo in questi giorni di festa ma di tutti i fine settimana sino a novembre, saranno un ulteriore stimolo per il settore turistico che già è cresciuto lo scorso anno in doppia cifra, ben supportato dalla sinergia di lavoro tra l’Assessorato ed i diversi attori del territorio».

Gli orari delle aperture straordinarie

Il Parco rimarrà aperto dalle ore 10 alle ore 18 tutti i fine settimana sino a novembre e nelle giornate del 25 aprile e 1° maggio. L’ingresso sarà al costo contenuto di 3 euro, con varie agevolazioni e gratuità fissate per gli under 6 ed i cittadini di Castelfranco Veneto. L’Università di Padova, proprietaria del complesso, attraverso lo staff dell'Orto botanico su prenotazione organizza anche visite guidate.

«Siamo molto contenti di riaprire il Parco e renderlo fruibile a tutti – dichiara Tomaso Patarnello, Prorettore alle sedi esterne dell’Ateneo Patavino – Attenzione è stata posta ai castellani grazie anche ai rapporti con il Comune che si confermano di grande collaborazione».