A Montebelluna investimenti per 5,5 milioni fino al 2020

Ci sono i soldi per sistemare le strade, per il pozzo artesiano delle piscine, per la copertura del campo da hockey e per le scuole.

A Montebelluna investimenti per 5,5 milioni fino al 2020
Montebelluna, 18 Aprile 2019 ore 07:43

A Montebelluna investimenti per 5,5 milioni fino al 2020. E’ stato discusso ieri sera in Commissione consiliare bilancio l’avanzo di amministrazione che, però, contiene anche un aggiornamento sui finanziamenti che il Comune ha ottenuto per l’edilizia scolastica per 2 milioni e 900mila euro di cui 500mila circa attinenti alla messa a norma sismica e 2milioni e 500mila per la nuova scuola elementare unica Biadene e Pederiva.

Spiega il sindaco Marzio Favero: “L’anno scorso con i consiglieri e la giunta comunale, abbiamo deciso di impiegare tutta al capacità di indebitamento dell’ente, cioè circa 5 milioni di euro, per l’attuale mandato amministrativo al fine di programmare la realizzazione di due interventi strategici per l’edilizia scolastica: la messa a norma sismica di Caonada per circa 1 milione e 80mila euro e per la realizzazione del nuovo plesso unitario delle scuole elementari di Biadene e Pederiva un investimento per circa 5 milioni di euro.

Sapevamo benissimo che questo avrebbe compromesso nel 2019 la spesa di investimento visto il taglio di trasferimenti dallo Stato ai Comuni, però è stato un rischio calcolato perché contavamo su due azioni tra di loro complementari: la prima realizzata dagli uffici comunali era la costruzione di un avanzo di bilancio significativo attraverso i risparmi, il recupero dei crediti tramite Abaco, l’ottimizzazione della spesa imposta dal nuovo sistema di contabilità e l’aumento delle entrate, sia pur modesto, da ricondurre alla ripresa economica in corso. Sappiamo che l’avanzo di amministrazione per il 2019 si aggira sui 2 milioni e 500mila euro.

La seconda leva era data dalla possibilità di partecipare ai bandi di finanziamento Bei. Ebbene, il Ministero delle finanze ha pubblicato il decreto firmato dal Ministro Tria che conferma che il Comune di Montebelluna ha ottenuto 2 milioni e 900mila euro per gli interventi sulle due scuole.

Tradotto in termini concreti questo significa che ai 2 milioni e 500mila euro di avanzo di amministrazione ora si aggiungono 3 milioni euro di mutui che possono essere distolti dagli interventi di edilizia scolastica, coperti da contributo, per altri investimenti destinati alle opere pubbliche in città.

Quindi il Comune avrà a disposizione circa 5,5 milioni di euro tra quest’anno ed il prossimo per un intervento di manutenzione straordinaria per la città in termini di asfaltature, di miglioramenti nelle palestre e negli edifici scolastici o per opere pubbliche di primario interesse.

Ringrazio i miei consiglieri comunali perché hanno avuto il coraggio di investire per l’edilizia scolastica pensando che la sicurezza dei nostri figli sta al primo posto ed hanno confidato nell’intenzione della giunta di partecipare a bandi di finanziamento nazionali e nelle azioni di ottimizzazione delle spese a livello comunale. Senza la loro determinazione avremo perso un treno da 3 milioni di euro”.

A Montebelluna investimenti per 5,5 milioni fino al 2020

Prosegue il Delegato al bilancio e Presidente della Commissione bilancio, Adalberto Bordin: “Ho portato in Commissione bilancio una variazione per procedere all’applicazione immediata dell’avanzo destinato agli investimenti, in tal modo daremo il via ai lavori di intersezione tra Via Galilei – Via Bergamo e Via Sansovino, metteremo in sicurezza l’intersezione tra Via Bertolini e Via De Gasperi, potremmo dotare le piscine comunali di un pozzo artesiano e il campo da hockey di Caonada di una nuova e moderna copertura. Procederemo anche con lavori migliorativi presso le ex scuole di Guarda bassa per poter mettere tale immobile a disposizione della comunità Montebellunese. Nella medesima variazione, verranno recepiti i finanziamenti relativi alle scuole che ammontano a 2 milioni e 900mila euro, in tal modo potremo liberare parte delle risorse, ora destinate a tali interventi, per destinarle ad altre opere e manutenzioni straordinarie. L’amministrazione, assieme agli uffici comunali, sta già lavorando infatti ad una “road map” degli interventi da eseguire per rendere ancora più vivibile la nostra Città. Dopo aver focalizzato responsabilmente l’attenzione sul recupero dei plessi scolastici e su altre importanti opere di riqualificazione, tra le quali spiccano il recupero di Villa Pisani e della Barchessa Manin, l’amministrazione può fare affidamento su nuove e cospicue risorse per poter calendarizzare nuove progettualità di miglioramento della nostra città”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Gite in treno
Curiosità