Politica
MONTEBELLUNA

Contributi per 6mila euro alle associazioni culturali che promuovono iniziative per l’estate

E' imminente la pubblicazione di un bando comunale che sarà replicato anche per il periodo autunno/inverno

Contributi per 6mila euro alle associazioni culturali che promuovono iniziative per l’estate
Politica Montebelluna, 11 Maggio 2021 ore 14:41

Migliorare l'offerta culturale e moltiplicare le possibilità di scelta nella programmazione culturale da parte della cittadinanza nel territorio montebellunese nel periodo estivo (dal 15 giugno al 30 settembre): è questo lo scopo dell’imminente bando in pubblicazione.

Copertura fino all'80%

La giunta comunale di Montebelluna ha approvato ieri la disponibilità ad erogare contributi economici a sostegno di iniziative e progetti culturali realizzati da associazioni culturali e di promozione sociale: un modo per sostenere le realtà associative territoriali che operano in campo culturale anch’esse colpite dagli effetti della contingente situazione di emergenza sanitaria.

6000 euro è la somma messa a disposizione delle associazioni che ne faranno richiesta: il contributo verrà concesso a fronte di presentazione di una relazione illustrativa delle attività svolte e dettagliato preventivo delle spese e dei ricavi e verrà sottoposto ad una commissione appositamente nominata che valuterà la qualità dell’offerta.

Le risorse assegnate potranno essere inferiori a quanto richiesto seguendo, comunque, criteri di equità e proporzionalità, in relazione alla verifica della presenza dei requisiti descritti nel bando, nonché al punteggio attribuito.

Ogni associazione richiedente potrà ottenere un contributo massimo di 800 euro e in ogni caso potrà avere un importo massimo pari al 80% delle spese preventivate occorrenti alla realizzazione delle iniziative comprese di oneri e verificate a consuntivo.

Anche dopo l'estate

Un analogo bando sarà riproposto per la stagione autunno/inverno: un modo per dare stimolo e vitalità ad un reparto, come quello culturale, duramente colpito dalle chiusure dovute alla pandemia, specie per quelle forme associative locali che hanno visto venire meno la possibilità di incontrarsi e proporsi al pubblico. Il bando vuole essere stimolo di ripresa di tutte queste realtà che sono di fatto il tessuto spontaneo culturale e sociale del nostro territorio.