Politica
Secondo mandato

Elezioni Provinciali 2021, Stefano Marcon rieletto presidente a Treviso: ecco i consiglieri

L’affluenza dei sindaci e dei consiglieri comunali, il corpo elettorale delle elezioni di secondo livello, è stata pari al 73,90%.

Politica Treviso, 19 Dicembre 2021 ore 10:33

Si sono svolte ieri, sabato 18 dicembre 2021, dalle 8 alle 20, le Elezioni per il rinnovo del Presidente della Provincia e del Consiglio Provinciale di Treviso.

Elezioni Provinciali 2021, Stefano Marcon rieletto presidente

Si sono svolte ieri, sabato 18 dicembre 2021, dalle 8 alle 20, le Elezioni per il rinnovo del Presidente della Provincia e del Consiglio Provinciale di Treviso. Lo spoglio per l’elezione del presidente ha visto l’unico candidato, Stefano Marcon, essere rieletto. L’affluenza dei sindaci e dei consiglieri comunali, il corpo elettorale delle elezioni di secondo livello, è stata pari al 73,90%.

In tutto, per l’elezione del presidente della Provincia che vedeva come unico candidato Stefano Marcon, si sono registrati 991 votanti, con 703 schede valide, 254 schede bianche, 34 schede nulle. I voti ponderati validi ammontano a 52.692 voti.

Il nuovo Consiglio Provinciale

  • Presidente: Stefano Marcon
  • “Avanti Treviso” 3 seggi: Fabio Chies, Loredana Crosato, Fabio Maggio.
  • “Marcon Presidente” 9 seggi: Martina Bertelle, Oscar Bordignon, Roberto Borsato, Andrea Cogo, Mauro Fael, Francesca Laner, Alessandro Righi, Claudio Sartor, Marianella Tormena.
  • “Civici per Marcon Presidente” 1 seggio: Roberto Fava.
  • “Amministratori di Marca” 3 seggi: Sebastiano Sartoretto, Anna Spinnato, Maria Tocchetto.

Per tutte le altre informazioni: https://elezioni.provincia.treviso.it/

Il commento del vincitore

“Ringrazio tutto il corpo elettorale – ha detto Stefano Marcon appena eletto – che mi ha dato la possibilità di fare un nuovo mandato da presidente. Mandato che porterò avanti assieme al Consiglio Provinciale e ai Comuni del territorio, in pieno lavoro di squadra. Lavoreremo affinché la Provincia torni a essere l’Ente di cui il territorio ha bisogno, un Ente che possa esercitare in modo autonomo competenze e risorse, nella speranza di essere il primo e unico presidente eletto con questa modalità. Mi auguro che le forze politiche che governo il paese abbiamo capito che la riforma era sbagliata e che l’Italia ha bisogno di Province efficienti e solide”.