Scuola
Provincia di Treviso

Rientro a scuola, riunito il tavolo di coordinamento in Prefettura

Garantiti venti mezzi e 112 corse aggiuntive e 57 steward per impedire gli assembramenti nelle fermate ritenute più critiche.

Rientro a scuola, riunito il tavolo di coordinamento in Prefettura
Scuola Treviso, 29 Gennaio 2021 ore 10:01

Lunedì prossimo gli Istituti di istruzione secondaria superiore avvieranno la didattica in presenza per il 50% degli studenti. Ieri si è riunito in Prefettura il tavolo di coordinamento per definire le linee guida. Marcon: “Finalmente da lunedì i nostri studenti possono rientrare a scuola.”

Rientro a scuola, riunito il tavolo di coordinamento in Prefettura

Si è svolto ieri, in videoconferenza, l’incontro convocato dal Prefetto di Treviso, Maria Rosaria Laganà, con la Provincia, i Comuni di Treviso, Castelfranco Veneto, Conegliano, Montebelluna, Mogliano Veneto, Motta di Livenza, Oderzo, Pieve del Grappa, Valdobbiadene, Villorba, Vittorio Veneto – che ospitano gli Istituti di istruzione secondaria superiore -, la Regione del Veneto, L’Ufficio Scolastico regionale, l’Ufficio scolastico Provinciale e la MOM.

 

“Nel corso dell’incontro – afferma il Presidente Marcon - ho ribadito che la Provincia, sin dai mesi estivi dello scorso anno, ha predisposto quanto di sua competenza per garantire a tutti gli Istituti Scolastici anche gli spazi aggiuntivi necessari in attuazione del Piano conseguente all’emergenza COVID”.

“Come Ente di Governo del trasporto pubblico locale – continua il Presidente – abbiamo coordinato l’attività della MOM, la nostra società di trasporto, per il potenziamento dei servizi, secondo quanto previsto dal Piano predisposto dal tavolo coordinato dal Prefetto di Treviso”.

Didattica in presenza al 50%

Secondo le disposizioni oggi vigenti, e in particolare il DPCM 14 gennaio 2021 efficace fino al 5 marzo, gli Istituti di istruzione secondaria superiore della Provincia di Treviso avvieranno la didattica in presenza per il 50% degli studenti per le prime tre settimane di febbraio. La restante parte dell’attività scolastica è svolta con il ricorso alla didattica a distanza.

Quando al 75%?

Sulla base dell’evoluzione della situazione organizzativa ed epidemiologica, dal 22 febbraio al 5 marzo gli Istituti scolastici potranno raggiungere il 75% della didattica in presenza. Dal 5 marzo bisognerà attendere le disposizioni del nuovo DPCM.

La MOM garantirà il servizio con venti mezzi e 112 corse aggiuntive e 57 steward a impedire gli assembramenti nelle fermate ritenute più critiche.

Potranno essere introdotti correttivi sulla base dell’esperienza dei primi giorni di riapertura delle scuole.