C’è Pederobba alla Milano-Sanremo

Sabrina Zanella 33 enne impiegata presso una ditta di materie plastiche del paese, è tra i giudici d'arrivo della Classica

C’è Pederobba alla Milano-Sanremo
23 Marzo 2019 ore 12:50

Sulla postazione dei giudici d’arrivo della 110° Edizione della Milano Sanremo in programma quest’oggi, anche una giovane giudice rosa pederobbese. Si tratta di Sabrina Zanella 33 enne impiegata presso una ditta di materie plastiche del paese. Nel mondo del ciclismo sin da giovanissima, prima come atleta nelle file del Postumia, Lovadina, e infine nella società (Cicli Zanella ) di papà Sergio, dopo aver appeso la bici al fatidico chiodo, ha continuato a rimanere in quello che rimane la sua grande passione, nel mondo delle due ruote, avvicinandosi con grande entusiasmo e profitto al settore dei giudici di gara.

Ciclicmo, tradizione di famiglia

Il ciclismo è di casa nella grande dinastia dei Zanella, dal padre Sergio ex corridore attualmente costruttore di biciclette agli zii Giacomo, Franco, e Michele, un passato di ottimi ciclisti a livello nazionale su strada, e soprattutto nel ciclocross, che hanno vestito a più riprese la maglia azzurra. Sabrina Zanella dopo aver chiuso definitamente con l’attività agonistica puntava a rivestire il ruolo di direttore sportivo, subito “stoppata” dal papà che l’ha consigliata di lasciar perdere nel seguire questo suo desiderio. E così ha deciso di buttarsi a capofitto in quella nuova esperienza, bruciando le tappe, e i risultati gli hanno dato ragione. Dalle gare giovanili, a quelle dei dilettanti, Sabrina ha dimostrato di avere la “stoffa” per svolgere con grande professionalità questo delicato ruolo. Superando a pieni voti gli esami nei vari corsi con il “pass” decisivo ottenuto al corso per giudice nazionale a Roma.

Giudice d’arrivo in carriera

Il battesimo tra i professionisti, nel mese scorso in Liguria al “Trofeo Laigueglia” e quest’oggi sempre nel paese dei fiori, l’esame più impegnativo nella Classica di Primavera. “La tensione che proverò sul palco sarà pari di quando ero in gara – confessa Sabrina -. Con i miei colleghi internazionali, avrò anche la responsabilità dei traguardi volanti, oltre che quella della classifica”. Nella speranza che il compito non diventi più impegnativo con un arrivo al fotofinish. “In questo caso la tensione salirebbe ulteriormente”, sottolinea Sabrina, alla viglia della partenza per la Riviera dei Fiori. Il prossimo impegno per Sabrina Zanella a breve,nella Settimana Internazionale “Coppi& Bartali” In bocca al lupo Sabrina.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Gite in treno
Curiosità