Karate, in Giappone Mattia Busato raccoglie punti preziosi per l’obiettivo Olimpiadi

Continua la rincorsa ai cinque cerchi per l'atleta castellano cresciuto nell'Asd Sport Target.

Karate, in Giappone Mattia Busato raccoglie punti preziosi per l’obiettivo Olimpiadi
Castelfranco, 10 Settembre 2019 ore 22:21

Karate, in Giappone Mattia Busato raccoglie punti preziosi per l’obiettivo Olimpiadi. Mattia Busato continua la sua corsa e raccoglie punti importanti per il Ranking.
Due settimane di ritiro a Gotemba alle pendici del monte Fuji come nelle migliori storie Giapponesi sono servite a Mattia e a tutta la Nazionale Italiana per preparare la Premiere League di Tokyo. Questa gara si è svolta dal 6 al 8 settembre nella capitale Giapponese confermandosi la tappa difficilissima che i pronostici prospettavano: con tutte le nazionali che partecipano a pieno regime.
Ogni singolo atleta partecipante dei 650 totali provenienti da 79 nazioni di tutti i continenti combatte per conquistare punti nel ranking internazionale che determinerà chi saranno gli 80 atleti di karate al mondo a partecipare alle olimpiadi di Tokyo 2020: la posta in gioco è molto alta.
Mattia affronta una categoria di kata (forma) dove trova tantissimi atleti forti e competitivi tra cui molti Giapponesi che per tradizione e per fattore campo sono favoriti.
Al primo turno passa come migliore del girone.
Al secondo turno passa battendo i blasonati Abe Giapponese e Ozdemir Turco.
Al terzo turno esegue un magistrale Gankaku, uno dei kata più difficili dello stile shotokan, ottiene quindi 25,32 punti e arriva 4 per soli 20 centesimi dopo il Giapponese Hayashi, proprio per questi 20 centesimi non riesce a conquistare la finale per il bronzo. Ottiene quindi un buono anche se non completamente soddisfacente settimo posto.
Raccoglie molti punti importanti con cui mantiene saldo il suo 5 posto in classifica mondiale e probabilmente sale anche di una posizione, questo sarà da verificare nei prossimi giorni appena completati i conteggi.
Mattia ha dichiarato a fine gara la sua soddisfazione “La cosa più importante è continuare a raccogliere punti per la qualificazione, oggi siamo qui al nuovo Budokan di Tokyo, costruito da poco proprio per le olimpiadi del 2020, si terranno infatti qui i tornei di judo e karate l’anno prossimo. Speriamo di esserci, ce la metterò tutta”

Dell’intera Nazionale Italiana sono tre gli azzurri che salgono sul podio di questa Premier League: Angelo Crescenzo e Clio Ferracuti si mettono al collo la medaglia d’argento, mentre Viviana Bottaro quella di bronzo, quinto posto per Silvia Semeraro.

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve