Eventi
Tempo libero

Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 maggio 2022

Ecco una selezione di appuntamenti imperdibili per il fine settimana in arrivo.

Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 maggio 2022
Eventi Asolo, 12 Maggio 2022 ore 15:12

Gli appuntamenti imperdibili per il fine settimana in arrivo a Treviso e provincia. Ecco i nostri consueti consigli per sabato 14 e domenica 15 maggio 2022.

Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend

TREVISO. Gourmandia 2022

  • Sabato 14 e domenica 15 maggio 2022

Torna Gourmandia, la kermesse ideata da Davide Paolini, che riunisce da cinque anni il meglio della produzione gastronomica artigianale italiana. La manifestazione riparte con assaggi, storie, cooking show, isole monotematiche di prodotto e laboratori.

Un tributo alla migliore tradizione gastronomica italiana, grazie alla presenza di oltre 150 produttori, in programma dal 14 al 16 maggio con orario - sabato e domenica dalle 10 alle 21 (chiusura mercato artigiani alle 20), lunedì dalle 10 alle 17 - allo Spazio Open Dream di Treviso, con ingresso gratuito e registrazione obbligatoria sul sito https://www.cibovagare.it/gourmandia

La quinta edizione tratterà il tema dello spreco alimentare, problema che riguarda tutti da vicino. In un mondo sempre più green, anche Gourmandia decide di fare un passo avanti verso la sostenibilità e uno stile di vita più sano.

“Dopo aver portato i temi del viaggio gastronomico di scoperta, dell’importanza della materia prima, del cibo selvatico ci sembrava doveroso porre l’attenzione su un problema che affligge quotidianamente la nostra vita. È tempo di dire basta ad ogni tipo di spreco alimentare, per venire incontro ad abitudini più sane ed abbracciare una mentalità più etica e consapevole, per poter dare spazio ad un futuro più accogliente per le prossime generazioni e per l’ambiente in generale”, racconta Davide Paolini.

Sono diverse le iniziative ideate per sensibilizzare il pubblico verso questo tema, come la tavola rotonda con gli osti del Veneto su come riciclare gli avanzi in cucina. Alcuni dei protagonisti di Gourmandia sono proprio dei veri e propri produttori “anti-spreco”, aziende il cui core business è attento all’ambiente, come l’azienda Pachineat, con la sua “essenza di pomodoro”, ottenuta dall’estrazione dell’acqua della polpa di pomodori ormai troppo maturi. Presenti anche la Pitina, dell’Associazione produttori di Pitina, un salame di recupero composto da una mescolanza di carne magra e grassa, e il riso della Cascina Oschiena, prodotto legato alla sostenibilità del territorio delle Risaie Vercellesi.

Tra gli altri produttori, Visvita presenterà la sua pasta di cereali antichi, prodotta da soli cereali italiani macinati con mulini a pietra, mentre Agricola Messina proporrà i ceci neri, antica varietà di Villalba. Inoltre, per questa quinta edizione, Gourmandia rivolge la sua attenzione verso il mondo delle intolleranze, dei prodotti “senza”, sempre più presenti nelle abitudini alimentari delle persone. Da qui nasce l’area Free From, in collaborazione con P&T Consulting, dove si potranno trovare alcuni prodotti di questo mondo e degustarli, facendo cultura e sensibilizzazione sul mondo delle intolleranze.

Le novità della quinta edizione

Numerose novità sono pronte a deliziare il palato dei visitatori... e a sorprenderlo! È il caso delle Strane Coppie, esperimento che avrà luogo nell’isola del Parmigiano Reggiano: una serie di abbinamenti insoliti con protagonisti il re dei formaggi italiani e due icone del bere come il gin e come il sakè, bevanda fermentata giapponese ottenuta da riso, acqua e spore koji.

Fra le altre novità della manifestazione grande attenzione al pasto come momento per sperimentare e riunirsi con la famiglia. Proprio per questo, verrà allestito un laboratorio di cucina per bambini, dove genitori e figli potranno dare sfogo alla creatività, mettendo le mani in pasta insieme a Elisa Perillo, nutrizionista specializzata nell’alimentazione per i più piccoli. Infine, non potevano mancare le aree dedicate a prodotti e pietanze specifiche, riunite nelle “Isole dell’esperienza”, come quella della pizza, della farina e della Casatella, pronte ad accogliere laboratori, degustazioni e approfondimenti sul prodotto.

Prodotti particolari e nuovi

Come si immagina, la rigorosa selezione degli espositori non può che portare a un concentrato di eccellenze italiane, prodotte con passione e professionalità, rispettando la cura e le necessità del territorio. Le diverse produzioni artigianali presentano prodotti variegati e adatti alle esigenze di tutti: alimenti innovativi capaci di incuriosire e di intrigare. Stiamo parlando di prodotti come il delicatissimo Nero fermento, l’aglio di Voghiera D.O.P fermentato naturalmente, o come il kefir, ottenuto dalla selezione dei migliori fermenti per il nostro organismo. Un’occasione per ritrovarsi, solleticare le papille gustative e ritornare a godere degli eventi dal vivo.

TREVISO. Concerto "Il filo del tempo"

  • Domenica 15 maggio 2022 - Ore 20.00

Domenica 15 maggio si terrà il concerto "Il filo del tempo" al Teatro Comunale "Mario Del Monaco" di Treviso. Un percorso tra passato, presente e futuro dell'associazione musicale "Francesco Manzato". Sul palco 95 allievi e 18 docenti della storica istituzione culturale cittadina, fondata nel 1859.

TREVISO. Giostra a cavalli in piazza dei Signori

  • Sabato 14 e domenica 15 maggio 2022

Da martedì 3 maggio 2022 a lunedì 30 maggio 2022, dalle 10:00 alle 20:00, presso Piazza dei Signori, Piazza dei Signori. Ingresso: a pagamento.

TREVISO. Festa di Primavera con i bambini e concerto

  • Sabato 14 e domenica 15 maggio 2022

Sabato 14 maggio 2022, dalle 16:00 alle 17:30, presso Piazza S. Maria dei Battuti, Piazza S. Maria dei Battuti     Vai alla mappa. Letture animate, racconti, filastrocche, indovinelli per festeggiare insieme l'arrivo della Primavera! Ingresso: Libero

Domenica 15 maggio 2022, dalle 17:00, presso Piazza Rinaldi, piazza Rinaldi - Treviso. CONCERTO MUSICALE. Ingresso: Libero

CASTELFRANCO VENETO. Rockabily party

  • Sabato 14 e domenica 15 maggio 2022 - Ore 9.30 e 15.30 (sabato), ore 9.30 (domenica)

Osteria Maniscalco, ai piedi delle mura medievali della cittadina di Castelfranco Veneto organizza un weekend di musica e balli dedicato al rock americano degli anni cinquanta. Un tuffo nel passato a suono di note divertenti e spensierate con un accompagnamento enogastronomico e un atmosfera di festa. Sabato 14 maggio si inizierà dalle 15.30 alle sera, mentre la domenica sarà tutto il giorno.

CASTELFRANCO VENETO. Visite guidate a Villa Parco Bolasco

  • Sabato 14 e domenica 15 maggio 2022 - Ore 11.00, 15.00 e 17.00

La bellissima Villa Parco Revedin Bolasco è aperta al pubblico tutti i venerdì, i sabati, le domeniche e i giorni festivi,  da aprile a ottobre, dalle ore 10.00 alle 19.00.

Villa Revedin Bolasco / Castelfranco Veneto

Una passeggiata nel verde giardino all'inglese con piante antiche e immense, laghetti artificiali, sculture e architetture che raccontano la bellezza dell'arte. Di grande raffinatezza la villa storica restaurata con affreschi, stanze  e le scuderie. Si accede da via Ospedale (lungo il parcheggio del Centro Anziani Sartor), si visita su prenotazione ed è possibile partecipare a visite guidate con partenza fissa. Una visita per conoscere la storia del parco e della casa, per capire l'evoluzione del giardino e conoscere le piante presenti, un viaggio tra verde e arte.

È possibile partecipare alle visite alle ore 11.00, 15.00 e 17.00 il sabato, la domenica e i festivi, alle ore 17.00 il venerdì. Per i singoli l'ingresso è su prenotazione, al costo di 3 euro a persona (in aggiunta al biglietto di ingresso individuale di euro 5,00) e per il  gruppo familiare, su prenotazione al costo di 5 euro per gruppo (in aggiunta al biglietto di ingresso famiglia di euro 13,00 per un nucleo di due adulti a massimo tre bimbi fino i 17 anni).

CASTELFRANCO VENETO. Maggio motori in Piazza Giorgione

  • Domenica 15 maggio 2022 - Dalle ore 9.00

Ogni anno, nel mese di maggio la bellissima Piazza Giorgione di Castelfranco Veneto diventa il palcoscenico della storica manifestazione "Maggio motori". Una domenica all'insegna delle quattro ruote per tutti gli appassionati e curiosi.

Auto d'epoca, novità delle case italiane e straniere saranno le vere protagoniste. Si potrà osservare le auto dei grandi marchi e poter parlare con venditori e meccanici di alta qualità e professionalità. Tutte le concessionarie castellane porteranno in piazza alcune vetture di piccola, media e grande dimensione per permettere alle persone di conoscere e vedere con i propri occhi i capolavori a 4 ruote. Si tratta di un famoso evento per il comune di Castelfranco Veneto che attira ogni anno molti visitatori per ammirare le novità, studiare i nuovi motori e le vetture ibride, gas, elettriche e le bellissime vetture storiche dai bolidi americani, alle Balilla degli anni trenta. In caso di maltempo, la manifestazione si terrà domenica 22 maggio 2022.

CASTELFRANCO VENETO. Reka Nyari. Ink Stories

  • Sabato 14 e domenica 15 maggio 2022

Arriva a Castelfranco Veneto direttamente dal museo DART della Permanente di Milano la mostra fotografica Ink Stories di Reka Nyari. Una selezione di 15 opere che fanno parte di un progetto di ritrattistica che è tuttora in corso e che l’artista ha presentato nel 2017 con la sua prima personale a New York, Geisha Ink. Inaugurazione della rassegna venerdì 11 marzo.

Un progetto che ha come focus lo studio sull’identità personale e l’emancipazione femminile attraverso la ritrattistica nuda. In esposizione fotografie in bianco e nero su larga scala e tre opere digitali in NFT che hanno come soggetti nudi femminili con corpi ricoperti di tatuaggi.

«Negli ultimi anni - racconta l’artista in un’intervista pubblicata su Art Master, periodico d’arte edito da Masterpieces Group - ho lavorato alla mia serie Ink Stories, che ritrae donne di tutto il mondo completamente tatuate e racconta storie di vita disegnate sulla loro pelle. Ho sempre amato realizzare ritratti e mi sono interessata all’arte del tatuaggio. I tatuaggi sono un modo così bello, definitivo, artistico e ribelle di rivendicare il proprio corpo, spesso funzionando come terapia per trasformare la vita e l’aspetto di una persona. Possono essere emblemi di forza, promemoria di coraggio e guide per un percorso migliore della vita».

Le opere di Reka Nyari sono state esposte in numerose gallerie negli Stati Uniti e in Europa, la mostra di Milano è stata la prima in Italia e fa tappa anche a Castelfranco Veneto grazie all’impegno di Masterpieces Group che ha deciso di ospitarla nella sua sede all’interno di Palazzo Spinelli-Guidozzi.

«La donna è il fulcro del mondo: è creazione, è amore, è dolcezza ma anche forza, vitalità, unione, rinnovamento», spiega Sara Longo, direttore eventi di Masterpieces Group. «La figura della donna è così potente che da sempre viene messa in discussione proprio per cercare di sminuirne la potenza. È per celebrare questo essere così importante che abbiamo scelto di portare nella nostra sede di Castelfranco Veneto una mostra di Reka Nyari che ‘parla’ di donne che si raccontano attraverso il proprio corpo».

Metà finlandese e metà ungherese, l’artista è nata a Helsinki e ha vissuto a Budapest per alcuni anni prima di trasferirsi definitivamente a New York nel 1997. Ha vinto il primo premio al Miami Photo Center Vision Excellence Awards nel 2018 e all’International Photography Awards (IPA) nel 2010, categoria Beauty Pro. La sua monografia di 225 pagine intitolata Femme Fatale: Female Erotic Photography è pubblicata in 6 lingue ed è sold out in tutto il mondo.

La Finlandia è la patria della sauna e Nyari è cresciuta con un approccio non sessualizzato e naturale alla nudità e al corpo femminile, approccio che emerge chiaramente dalle sue opere:

«La nudità non è sinonimo di pornografia o sessualità. Questo aspetto è molto importante nel mio lavoro», spiega. Ink Stories è immaginario femminile senza limiti: i racconti di quattro donne e di come hanno risposto alla lotta e al dolore. La storia di come hanno cambiato la loro vita, trasformandola in quello che volevano, della loro resilienza.

«Tutti i tatuaggi sono reali - spiega Nyari - e ogni serie che ho realizzato racconta le storie intime e vere dei miei soggetti. Conosco bene ognuna delle donne prima di scattare. Penso agli scatti come a una collaborazione, a un trasferimento di energia tra me e il mio soggetto».

Reka Nyari ama fotografare il tipo di donne che vuole essere: «forti, belle, potenti e responsabili della loro vita e della loro sessualità». Le quattro donne fotografate dall’artista sono unite dal fil rouge dell’indipendenza e del potere. Ognuna è l’eroina di una storia di auto-emancipazione, riconciliazione con i propri traumi, una storia raccontata sulla loro pelle. In quest’ottica i tatuaggi diventano simboli di vigore e trionfo, simboli di come hanno trasformato la loro mente trasformando la loro pelle.

La mostra si sviluppa in quattro sezioni.

  • Geisha Ink - 2015 - Geisha Ink è Ginzilla, una giovane donna nata in una famiglia tradizionale giapponese dai valori conservatori intransigenti. I suoi atti di ribellione sono scritti in modo permanente sul suo corpo.
  • Blooming Ink - 2019 - Charlotte, la protagonista di questa sezione, ha avuto a che fare con un’estrema timidezza e ansia sociale per tutta la sua vita, che l’ha portata a ritirarsi in se stessa. Affascinata dalla bellezza dei tatuaggi, ha avuto l’idea di ricoprire tutto il suo corpo di inchiostro. Il suo corpo è un’opera d’arte completa.
  • Blooming Ink NFT -2021 - Alcuni ritratti animati che l’artista ha sviluppato come NFT.
  • Punctured Ink - 2021 - In questa serie l’artista lavora attraverso un processo di perforazione della superficie di ogni stampa che, a differenza della pittura e del disegno, crea fori in rilievo che lasciano un risultato permanente, proprio come fa un tatuaggio sulla pelle.

INFORMAZIONI

Reka Nyari. Ink Stories
11 marzo – 29 maggio 2022
Orari di apertura

  • Venerdì 11 marzo: solo su invito
  • Sabato 12 e domenica 13 marzo: 10,00 – 12,00/ 14,00 – 19,00 (entrata libera)
  • Da lunedì 14 marzo: visita su appuntamento. In caso di presenza in sede del team Masterpieces Group l’entrata sarà libera senza necessità di appuntamento.

Per info e prenotazioni visite: info@masterpiecesgroup.com. Ingresso gratuito

CONEGLIANO/VALDOBBIADENE. Primavera del Prosecco Superiore 2022

  • Sabato 14 e domenica 15 maggio 2022

È in questo periodo dell’anno che le Colline di Conegliano e Valdobbiadene si mostrano in tutto il loro splendore, facendo comprendere ai visitatori il senso più profondo della loro nomina a patrimonio Unesco. Un contesto unico al mondo, di cui la Primavera del Prosecco Superiore si fa portavoce da 27 edizioni, promuovendo le Colline del Prosecco Superiore DOCG ben oltre i confini nazionali grazie alle Mostre del vino, eventi che animano il territorio all’insegna dell’ospitalità.

Due i nuovi appuntamenti del prossimo fine settimana: dal 13 al 22 maggio Ogliano ospiterà la 7^ Mostra del Prosecco Superiore “Rive di Ogliano”, che porterà i visitatori alla scoperta delle eccellenze enogastronomiche delle colline coneglianesi. Un calendario ricco di iniziative e novità guiderà il pubblico alla scoperta del territorio dove nasce il Prosecco Superiore DOCG Rive di Ogliano: sabato 14 maggio: si svolgerà la Serata del pesce, che avrà come specialità la grigliata di pesce. Sabato 21 maggio si svolgerà invece la Cena della Tradizione a lume di candela, con un menu a base di erbe spontanee in abbinamento al “Vino col fondo”, il tutto a lume di candela e lanterne.

Refrontolo, dal 14 al 22 maggio, andrà invece in scena la 51^ Mostra dei vini, rassegna a cura della Pro Loco di Refrontolo, da sempre dedita alla valorizzazione del territorio. La Barchessa di Villa Spada ospiterà l’esposizione del Colli di Conegliano Refrontolo Passito DOCG, del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG e dei vini tipici locali. E tra gli eventi dedicati alla scoperta del territorio, da non perdere, domenica 15 maggio la Passeggiata da Favola, Tra storia e leggenda, organizzata dall’Associazione Lyra.

Domenica 22 maggio si terrà invece la Passeggiata Passo e Dono, camminata solidale organizzata da AVIS. Intanto prosegue, fino al 22 maggio, la 66^ Mostra del Valdobbiadene DOCG di Col San Martino, la più longeva delle rassegne legate alla Primavera del Prosecco che ogni anno propone circa un centinaio di etichette dei produttori di Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG. Tra gli eventi da non perdere, sabato 21 maggio “Bianco, grigio e nero: i pinot dell’Alsazia” degustazione guidata dei vini d’Alsazia a cura dei sommelier FISAR.

Continua invece a Combai, fino al 15 maggio, la 31^ edizione di “È Verdiso”, la manifestazione che punta a valorizzare il Verdiso IGT. Ad arricchire il programma, passeggiate enogastronomiche tra i vigneti di Verdiso con accompagnatore, degustazioni presso le cantine del paese e cene a tema, come quella che si terrà venerdì 13 maggio: la Cena con erbette primaverili, serata che, dall’antipasto al dolce, valorizzerà le erbette primaverili spontanee.

E proseguono i preparativi per il Concorso Enologico “FASCETTA D’ORO” dedicato alla migliore produzione vitivinicola dell'area del Conegliano Valdobbiadene, che tornerà nel mese di giugno. Anche quest’anno, infatti, il  Comitato Provinciale UNPLI Treviso, quale Organismo Ufficialmente Autorizzato dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, d’intesa con l'Associazione Enologi Enotecnici Italiani (Assoenologi), ha ottenuto l’approvazione Ministeriale per istituire l’8^ Edizione della “FASCETTA D’ORO”, primo ed unico Concorso Enologico Nazionale dedicato al Conegliano Valdobbiadene ed alle sue eccellenze vitivinicole, valorizzando il prodotto simbolo delle Colline trevigiane nei luoghi dove nasce.

La Primavera del Prosecco Superiore, nata dalla grande forza del volontariato delle Pro Loco, si conferma quindi una delle più importanti manifestazioni enoturistiche italiane. Ciò che rende unica la rassegna, infatti, è la capacità di far vivere al turista un’esperienza indimenticabile, in cui la grande tradizione enologica del Conegliano Valdobbiadene DOCG diventa il “filo d’Arianna” che guida il visitatore alla scoperta del territorio, della cultura e dell’ospitalità locale, immergendosi nello spirito che anima le 17 Mostre di Primavera.

Il tutto in un territorio magico, entrato nel Patrimonio dell’umanità UNESCO e celebrato nei versi del poeta Andrea Zanzotto, figura alla quale è ispirato il programma di visite dal titolo “Cartoline inviate dagli dei” che, dopo il successo della scorsa edizione, quest'anno si amplia ulteriormente. Per rimanere sempre aggiornati sul calendario degli eventi e sulle modalità di partecipazione: www.primaveradelprosecco.it – FB primaveradelprosecco

CONEGLIANO. Entra nel vivo #VisitConegliano

  • Sabato 14 e domenica 15 maggio 2022

Dopo il grande successo dei primi incontri, entra nel vivo del programma #VisitConegliano, l’iniziativa organizzata dal Comune di Conegliano insieme all'Ufficio IAT di Conegliano, con la gestione di UNPLI Treviso, volta a far conoscere le bellezze della città, la sua storia e le sue eccellenze. Un viaggio dedicato alle tante, diverse anime della città che si sono alternate nel tempo e che hanno dato vita alla Conegliano che oggi conosciamo.

Una iniziativa che intende raccontare la città di Conegliano sotto molteplici punti di vista: dalla cultura alla storia, dal paesaggio all'arte. Tanti appuntamenti tra cui ognuno potrà scegliere la proposta più adatta alle proprie esigenze, con la certezza di essere guidati da personale preparato e professionale, alla scoperta di scorci nascosti e di luoghi celebri della Città da guardare con occhi completamente nuovi. E grazie al contributo del Comune di Conegliano, tutte le visite sono gratuite (su prenotazione).

Questi i prossimi appuntamenti:

Il calendario di maggio e giugno:

  • Sabato 14 maggio, ore 15.00 - La città murata: Passeggiata in centro storico alla scoperta delle mura che racchiudevano la vecchia Conegliano: il Refosso, le porte, il Brolo di San Francesco, le Mura Carraresi, Calle Scoto de Scoti. Luogo di ritrovo: Ufficio IAT di Conegliano (via XX Settembre 132)
  • Sabato 21 maggio, ore 10.00 - Passeggiando accanto al fiume: Rilassante passeggiata lungo le sponde del Monticano, per scoprire angoli di Natura a due passi dalla città, per conoscere la storia del fiume e quali sono le piante e gli animali che vivono vicino a questo corso d'acqua. Dislivello: assente Luogo di ritrovo: Ufficio IAT di Conegliano (via XX Settembre 132)
  • Sabato 28 maggio, ore 15.00 - Scorci coneglianesi: Visita guidata alla scoperta degli angoli più suggestivi e nascosti della città, dove passato e presente si incontrano. Luogo di ritrovo: Ufficio IAT di Conegliano (via XX Settembre 132)
  • Sabato 4 giugno, ore 9.00 - Il fiume e il piccolo lago: Le colline di Conegliano possiedono ancora delle aree naturali dove è possibile trascorrere un po’ di tempo in totale relax, lontano dalla confusione. Una passeggiata alla scoperta di una zona davvero interessante dal punto di vista naturalistico fino a raggiungere il piccolo Laghetto di Pradella. Luogo di ritrovo: parcheggio piscine di Conegliano, accanto all'ingresso della struttura Dislivello assente. Durata circa due ore e mezza, tre
  • Sabato 18 giugno, ore 17.00 - La Contrada Grande: Passeggiata lungo Via XX Settembre alla scoperta della storia degli eleganti palazzi e degli edifici che la caratterizzano, da Porta Dante a Porta Monticano, passando per Duomo, Sala dei Battuti, Casa Piutti, Palazzo Montalban, Casa Longega, Palazzo Sarcinelli e l’Ex Monte di Pietà. Luogo di ritrovo: Ufficio IAT di Conegliano (via XX Settembre 132)

Tutte le visite sono gratuite, prenotazione obbligatoria: Tel. 0438 21230 - iat@comune.conegliano.tv.it Se non diversamente specificato, il punto di ritrovo è l’Ufficio IAT di Conegliano (Via XX Settembre, 132).

REFRONTOLO. "Caro Molinetto"

  • Sabato 14 e domenica 15 maggio 2022

L'Associazione Molinetto della Croda di Refrontolo presenta la mostra "Caro Molinetto" che racconta quattro secoli di storia di questo luogo.

I visitatori, attraverso immagini, video e varie testimonianze potranno ripercorrere il lungo cammino storico del Molinetto della Croda, da sempre al centro della vita del paese ed esempio dei mutamenti socio economici che si sono susseguiti nel corso dei secoli in tutto il territorio veneto.

Orari di apertura della mostra:

  • Il venerdì e il sabato: dalle ore 10:30 alle ore 12:00/ dalle ore 15:00 alle ore 18:00
  • La domenica e i giorni festivi: dalle ore 10:30 alle ore 18:30

Gli orari di apertura possono subire delle variazioni in funzione della disponibilità dei volontari, di ulteriori restrizioni Covid o allerte meteo. Per maggiori informazioni contattare i seguenti numeri di telefono: 0438978199 - 3472658327 - 3470751078 - 3357515805

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter