Fine settimana

Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: gli eventi di sabato 15 e domenica 16 giugno 2024

Eventi da non perdere per il weekend in arrivo

Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: gli eventi di sabato 15 e domenica 16 giugno 2024
Pubblicato:
Aggiornato:

Imperdibili eventi vi attendono a Treviso e provincia per il prossimo fine settimana: scopri gli appuntamenti dal 15 al 16 giugno 2024.

Se invece volete fare un giro fuori zona cliccate qui per gli eventi del fine settimana in Veneto.

Cosa fare a Treviso e provincia: gli eventi del weekend del 15 e 16 giugno 2024

Rose Villain all'AVIS Live Music

  • Sabato 15 giugno 2024

 

Dopo il debutto al 74° Festival di Sanremo, a marzo 2024, con il brano "Click boom!" e dopo l'uscita, l'8 marzo 2024, del suo secondo album "Radio Sakura", Rose Villain arriva a Riese Pio X.

La seconda tappa del tour si terrà proprio il 15 giugno 2024, in occasione della seconda edizione dell'AVIS Live Music.

Maggiori informazioni QUI.

Regioni d'Europa

  • Da giovedì 13 a domenica 16 giugno 2024

 

Torna Regioni d'Europa: un'avventura culinaria e artigianale unica nel suo genere da non perdere. La tappa di Vittorio Veneto si terrà dal 13 al 16 giugno in Piazza del Popolo.

I visitatori potranno scoprire i sapori autentici di tutta Europa senza lasciare l'Italia. Ogni stand offrirà un viaggio attraverso le regioni europee, con delizie culinarie internazionali e prelibatezze artigianali. Che si desideri assaggiare street food esotico o esplorare l'artigianato tradizionale, ci sarà qualcosa per tutti.

Non solo cibo, ma anche arte e mestieri. Saranno esposti tesori unici provenienti da tutta Europa, dalle ceramiche ai gioielli, dai tessuti alle sculture. Creazioni artigianali affascineranno e incanteranno i visitatori.

Maggiori informazioni QUI.

Robe da Mati al Bailo con “I mostri che abbiamo dentro”

  • Dal 9 al 30 giugno 2024

 

Dopo i primi due appuntamenti a teatro, il viaggio del festival Robe da Mati fa tappa al Museo Bailo con l’esposizione di Outsider Art “I mostri che abbiamo dentro”. Titolo eloquente per una mostra che è prima di tutto un invito a guardarsi dentro e a guardare oltre attraverso le opere di quattro innati talenti, dallo stile differente ma accomunati dallo stesso desiderio di esprimere la propria essenza e i propri turbamenti usando la forza comunicativa dell’arte.

“I mostri che abbiamo dentro” è organizzata dalla cooperativa sociale Sol.Co., che realizza percorsi di formazione lavoro e inserimento lavorativo di persone in situazione di svantaggio, e Tapu Singolart, un collettivo indipendente nato a Treviso nel 2013 che unisce le forze per scoprire, sostenere e promuovere la produzione artistica di tutti coloro che per varie ragioni si trovano a lavorare ai margini. La rassegna, infatti, fa luce su storie di marginalità sociale e disabilità psichica e lo fa in maniera non convenzionale, creando un dialogo continuo con l’artista, con sé stessi e con i mostri in scena, che possono spaventare o fare ridere, pur restando familiari.

Maggiori informazioni QUI.

Futurismo di carta. Immaginare l'universo con l'arte della pubblicità

  • Fino al 30 giugno 2024

 

Al San Gaetano, il Museo Nazionale Collezione Salce di Treviso propone, dal primo marzo al 30 giugno, “Futurismo di carta”, parte seconda, con il sottotitolo “Immaginare l’universo con l’arte della pubblicità”.

La mostra, curata da Elisabetta Pasqualin con la collaborazione di Sabina Collodel, è dedicata agli anni che precedono il secondo conflitto mondiale, quando, tra il 1930 e il 1940, il futurismo raggiunge l’apice del suo sviluppo, con l’aeropittura che, trasposta in grafica, esalta il volo e le imprese aviatorie, la vista dall’alto per riplasmarsi nell’avvicinamento al surrealismo.

Maggiori informazioni QUI.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali