Eventi
Tempo libero

Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: gli eventi di sabato 16 e domenica 17 ottobre 2021

Ecco una selezione di appuntamenti imperdibili per il fine settimana in arrivo.

Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: gli eventi di sabato 16 e domenica 17 ottobre 2021
Eventi Treviso, 14 Ottobre 2021 ore 11:56

Gli appuntamenti imperdibili per il fine settimana in arrivo a Treviso e provincia. Ecco i nostri consueti consigli per sabato 16 e domenica 17 ottobre 2021.

Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend

TREVISO. L’originale Consorzio de "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®" a Treviso

  • Domenica 17 ottobre - Dalle 8.00 alle 19.00

Tornano finalmente, a grandissima richiesta, il mercato di qualità più famoso d’Italia dell’originale Consorzio de "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi®" e le sue “boutique a cielo aperto”. Lo spettacolo del meglio del Made in Italy artigianale, come pelletteria (borse e scarpe) di unica ed esclusiva fattura, la migliore produzione di cachemire, nuove collezioni moda griffate e di stock, tessuti di arte fiorentina e tanta qualità garantita dal Consorzio al prezzo migliore – arriva domenica 17 ottobre a TREVISO nella centralissima location di Piazzale Burchiellati e con il patrocinio della città.

Dunque, una giornata da non perdere assolutamente per i tantissimi appassionati dell’originale Consorzio della zona, con un mercato di qualità che sarà come sempre all’insegna dello shopping più glamour e conveniente, con orario continuato, anche in caso di maltempo, dalle 8 alle 19, e nel rispetto scrupoloso di tutte le indicazioni di sicurezza.

Con la campagna vaccinale che ha ormai coperto gran parte della popolazione, ed il supporto di tanti studi scientifici che confermano che, in ogni caso, le possibilità di un contagio all’aperto sono infinitamente basse, il pubblico di appassionati del genere potrà godere di un appuntamento che, pur prefigurando l’atteso ritorno alla normalità, si svolgerà come sempre nel rispetto scrupoloso di tutti i protocolli sanitari. Svariate ricerche hanno evidenziato come soltanto lo 0,1% delle infezioni da Covid-19 (una su mille) sia stata riconducibile ad attività all'aperto, così come è indubbio che un mercato all’aperto presenti meno rischi di una spesa al supermercato o di un (magari affollato) mezzo di trasporto pubblico.

Da sempre avvolti in un alone mitico, i famosi ambulanti toscani – ormai valutati oltre l’aspetto commerciale e divenuti un vero e proprio fenomeno di costume - tornano dunque in città (dove sono davvero attesissimi), per far rivivere le magiche atmosfere del Mercato del Forte, sinonimo di genuinità e qualità artigianale garantita. Tante idee per gli acquisti in un autentico spettacolo di bancarelle ed una proposta che non è solo commerciale ma ormai culturale, tanto che da tempo, ormai, si parla del Consorzio "Gli Ambulanti di Forte dei Marmi" (non solo in Italia ma anche all’estero) come di una “eccellenza italiana”. Ogni mercato di qualità è sempre seguito da un fedele pubblico di fans e appassionati del genere, che generano importanti ricadute di indotto turistico e commerciale per le città ospitanti.

Il Consorzio (depositario del marchio unico, originale e registrato “Gli Ambulanti di Forte dei Marmi”), nato per primo nel 2002 dall’unione di alcuni dei migliori banchi presenti nello storico e famoso (nel mondo) mercato di Forte dei Marmi, con lo scopo di renderne itinerante lo spettacolo nelle piazze nazionali, è stato da allora oggetto di diversi tentativi di imitazione, peraltro lontanissimi dall'originale, ed è da sempre impegnato nelle competenti sedi legali in difesa della sua originalità ed unicità di marchio e format.

Cosa c'è, infatti, di più originale di decine di “aziende ambulanti” d.o.c.g. (anche se, in questo caso, il termine è quanto mai riduttivo), che hanno fatto la storia commerciale della blasonata location di Forte dei Marmi, una delle mete più esclusive del turismo mondiale? Sui grandi banchi di vendita è possibile trovare il meglio della tradizione toscana ed italiana dell'artigianato di qualità: abbigliamento, pelletteria di altissima fattura artigianale (borse e scarpe), la migliore produzione nazionale di cachemire, pellicceria, stoffe pregiate, biancheria per la casa, porcellane, bijoux, raffinata arte fiorentina. La qualità è sempre rigorosamente declinata anche con la massima convenienza. Bandite per statuto imitazioni e "cineserie" di scarso pregio, è sui banchi de "Gli Ambulanti di Forte di Marmi" che si trovano le nuove tendenze della moda, spesso riprese anche da tanti fashion blogs e magazines femminili.

"Il nostro è un invito - spiega il Presidente del Consorzio, Andrea Ceccarelli - a diffidare di ogni tentativo di imitazione e valutare, invece, passando direttamente tra i nostri banchi, la qualità delle nostre merci e l'immagine coordinata delle nostre bancarelle. Il nostro marchio è ormai sinonimo di shopping esclusivo e conveniente".

Per conoscere nel dettaglio il calendario completo delle date dei mercati dello show itinerante de "Gli Ambulanti di Forte di Marmi®", è possibile consultare l’unico sito web ufficiale (attenzione ai "fake") www.gliambulantidifortedeimarmi.it, dal quale si accede anche alla pagina Facebook da oltre 140mila fans reali e certificati ed alla App del Consorzio.

6 foto Sfoglia la gallery

TREVISO. Fiere di San Luca

  • Sabato 16 ottobre e domenica 17 ottobre 2021 - Dalle ore 15.30 alle 18

Dal 1 al 24 ottobre tornano le Fiere di San Luca, la festa popolare più amata dai trevigiani che si terrà, come da tradizione, nell’area di Prato Fiera. Dopo l’edizione “limitata” del 2020 a cause delle restrizioni Covid-19, le Fiere torneranno ad essere popolate dalle attrazioni del “luna park” seguendo rigorosi standard di sicurezza. Programma.

 

Domenica 10 e 17 ottobre si rinnoverà l’appuntamento con “Special Cartoon”, con i personaggi più famosi dei cartoni. La giornata di mercoledì 13 ottobre (dalle 15 alle 20.30) sarà interamente dedicata agli studenti delle scuole elementari e medie di Treviso e dei comuni limitrofi. Sabato 16 ottobre, invece, ci saranno giochi e spettacoli di bolle dalle 16 alle 18 con il Fantastico Mondo di Ilenya. Lunedì 18 ottobre ricorrerà invece il Santo Patrono della festa, San Luca. Mercoledì 20 ottobre, dalle 15 alle 20.30 tornerà la Festa del Bambino dedicata ai piccoli delle scuole materne. Lo stesso giorno, alle 17, ci sarà la premiazione del concorso di disegno e poesia degli studenti (esposti a partire dal 13 ottobre nel padiglione riservato alla gastronomia). Alle 17.30 le associazioni dei ragazzi disabili si cimenteranno nella “Gara delle Torte” per la giornata dedicata agli anziani e alla disabilità. “Cartoon party” tornerà sabato 23 e domenica 24 ottobre, in occasione dell’ultima giornata di manifestazione. Sempre sabato 23 ottobre, alle 22.30, ci sarà lo spettacolo pirotecnico.

Attrazioni. L’area luna park tornerà ad ospitare tutte le tradizionali attrazioni e i banchetti di caramelle dolciumi, frittelle e zucchero filato. Non mancheranno le specialità culinarie preparate dai cuochi della Gastronomia Albertini nel tradizionale stand gastronomico: dall’oca arrosta ai folpi con il sedano, dai bigoli in salsa alla pasta al sugo d’oca, dalla pasta e fagioli alle trippe in brodo passando per il pasticcio al radicchio. Orari. Le Fiere di San Luca saranno aperte dal lunedì al giovedì dalle 14.30 a mezzanotte, il venerdì e sabato dalle 14.30 a mezzanotte e mezza e la domenica dalle 10 a mezzanotte.

Sicurezza e vigilanza. Come da prescrizioni anti Covid-19, l’accesso alle Fiere sarà consentito soltanto agli utenti in possesso di Green Pass (non obbligatorio sotto i 12 anni). Durante le Fiere di San Luca saranno presenti incaricati dell’Ulss n.2 per la vigilanza sanitaria su alimenti e bevande e attività di controllo da parte di Questura, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Locale.

TREVISO. Fiera dell'Artigianato

  • Sabato 16 ottobre 2021 e domenica 17 ottobre 2021

Da sabato 16 ottobre 2021 a domenica 17 ottobre 2021, presso Piazza dei Signori, Piazza dei Signori.

Fiera con 18 stand expo aziende artigiane. Ingresso: Accesso libero

TREVISO. Epocando: viaggio nella storia

  • Sabato 16 ottobre 2021 e domenica 17 ottobre 2021 - Dalle 9.00 alle 17.00

Sulle mura cittadine di viale D'Alviano e Bastione S. Marco con orario di svolgimento 9:00-17:00 rievocazione storica con accampamento di gruppi rievocativi dall'anno 41 A.C. alla II^ guerra mondiale.

SABATO 16 OTTOBRE, DALLE ORE 11:00 ALLE 12:00, SFILATA RIEVOCATIVA da Porta SS. Quaranta, Borgo Cavour, Via Canova, Via Calmaggiore, Piazza dei Signori, Piazza e Via Indipendenza, Via Martiri della Libertà, Piazza e Via S. Leonardo, Via Sant'Agostino, Via Manzoni, risalendo sulle Mura fino a bastione S. Marco.

Una full immersion nella storia, dal VI secolo D.C. fino al XX secolo, in particolare alla Seconda Guerra Mondiale. Un viaggio alla scoperta di arti, mestieri, abiti d'epoca. Oltre cento rievocatori di dodici gruppi, provenienti da tutta Italia, animeranno la prima edizione di "Epocando: viaggio nella storia", rievocazione storica che si terrà sabato 16 e domenica 17 ottobre nell'area del Bastioni di San Marco, lungo il tratto di mura di Treviso lungo viale D'Alviano.

Gli stand, dislocati tra porta Santi Quaranta e porta Caccianiga vedranno un'area dedicata proprio al 1500, il periodo storico a cui risale la costruzione della fortificazione attorno alla città. E' proprio alle mura che idealmente viene dedicata la manifestazione. I visitatori potranno visitare gli accampamenti dei gruppi storici e i rievocatori saranno pronti a raccontare le tante curiosità, che non si leggono sui libri di scuola, sulla vita civile e militare dell'epoca che loro rappresentano.

L'evento, organizzato dall'associazione storico culturale vicentina "Mordente Mordior", ha il patrocinio del Comune di Treviso e ha visto come principali sostenitori i titolari dell'osteria "Per Bacco" di via Cisole a Treviso. L'evento si terrà sabato 16 ottobre dalle 10 alle 19.30 e domenica 17 ottobre dalle 10 alle 17. Il clou della manifestazione è rappresentato senza dubbio dalla sfilata rievocativa che si terrà sabato dalle 11 alle 12. I gruppi percorreranno il seguente tragitto: da Porta SS. Quaranta, Borgo Cavour, via Canova, via Calmaggiore, Piazza dei Signori, Piazza e via Indipendenza, via Martiri della Libertà, Piazza e via San Leonardo, Loggia dei Cavalieri, Piazza dei Signori, Calmaggiore, via Canova, Borgo Cavour (sarà possibile visitare Porta Santi Quaranta, aperta a pubblico) e rientro sulle mura. Queste le realtà presenti a "Epocando": Gruppi partecipanti in ordine "cronologico": Numerus Italorum, Compagnia del Corno Nero, Compagnia dell'Antica Torre, Asd Septem Custodiae, Gruppo storico gli Scherani, Asc Mordente Mordior, Compagnia d'arme Strategemata, Gruppo Storico città di Palmanova, 113eme Regiment d'Infanterie de Ligne, I Caimani del Piave, Le sentinelle del Lagazuoi, Gruppo storico La gavetta.

Ingresso: Accesso libero e gratuito.

MIANE (COMBAI). Fiera dei Marroni 2021

  • Sabato 16 ottobre 2021 e domenica 17 ottobre 2021

Un appuntamento che si rinnova, una kermesse diversa e tuttavia ricchissima dopo lo stop forzato dello scorso anno. La 77^ edizione della Festa dei Marroni è pronta a ripartire con un programma nutrito e in linea con le disposizioni anti-covid.

La Pro Loco di Combai ha deciso infatti di condensare e rivisitare le iniziative in chiave ‘en plein air’. E così nelle tre settimane di manifestazione non mancheranno occasioni per le degustazioni, né per le attività ludico-motorie:

“Lo scorso anno siamo stati costretti a limitare al minimo le attività, anche se abbiamo voluto mantenere vivo l’appuntamento. Per questa edizione abbiamo pensato a un cartellone - spiega Maria Vittoria Moro, presidente della Pro Loco - che potesse soddisfare le esigenze di tutta la famiglia in modo trasversale. Naturalmente alcuni attesissimi appuntamenti, come le competizioni sportive e la cena di gala, sono stati sacrificati in nome della sicurezza, tanto degli ospiti quanto dei nostri volontari”.

Ciò che resta è però apprezzabile, sia in termini qualitativi che quantitativi. È sufficiente una rapida occhiata al programma degli eventi per averne conferma: passeggiate nel bosco, pic-nic al parco di Comby, escursioni sotto le stelle tra antichi castagni e borghi suggestivi, la Fantastica via e il Simposio di scultura, il Torchio solidale, la Rostidora d’oro e, novità 2021, BoscAR-T, oltre alle degustazioni dei piatti della tradizione veneta a base di prodotti tipici locali e naturalmente i marroni, per i quali torneranno a girare le rostidore giganti. Tutte le attività, e l’accesso alla manifestazione, richiedono il green pass. Le domeniche, dalle 13:00 alle 19:00, sarà attivo il servizio bus navetta.

L’inaugurazione

La Festa dei Marroni IGP 2021 alzerà il sipario venerdì 15 ottobre alle ore 20:00 presso i locali della Pro Loco
all’interno della tensostruttura allestita in piazza Brunelli. Sabato è prevista l’apertura del XXII Simposio di scultura su legno di castagno e della Fantastica via con la tradizionale esposizione degli oggetti di artigianato artistico. Domenica 17 ottobre, a partire dalle 10:30, inaugurazione ufficiale della manifestazione alla presenza delle autorità.

Le escursioni

Sabato 16 ottobre (oltre al 17, 23, 24, 30, 31 ottobre e 1° novembre) passeggiata nel bosco, a cura di Agricombai, anche con raccolta dei marroni. Venerdì 22 e 29 ottobre, dalle ore 19:30. escursioni guidate sotto le stelle, a cura dell’associazione ‘NaturalMente Guide’. Domenica 24 ottobre, dalle ore 9:00, passeggiata di otto chilometri lungo il sentiero del Verdiso in compagnia di Giovanni Carraro. Tutte attività solo su prenotazione.

La gastronomia

La Festa dei Marroni di Combai, simbolo della cultura e della tradizione della borgata, nasce con l’intento di promuovere e sostenere il territorio ed il suo prodotto IGP insieme ai suoi derivati: dolci, farina, gelato, birra, miele. Ogni week end pranzi e cene, unicamente su prenotazione, a base di pasticcio e spezzatino di marroni oppure galletto e salsiccia, cui vanno aggiunti dolci, birra e naturalmente le caldarroste. Domenica 17, 24 e 31 ottobre pic-nic per pranzo, al parco di Comby, degustando il cestino con le delizie della cucina locale a base di marroni. Dalle 13:30 apertura a Colle di Ronch di un punto panoramico per degustare all’aria aperta, e con sguardo ‘leggero’, i marroni di Combai. I ristoranti locali, come negli anni precedenti, accoglieranno i commensali proponendo menù a base di marroni IGP.

La tradizione e la novità

Torchio solidale. Sabato 30 ottobre alle 16:30, in piazza Brunelli tornano protagonisti la storia e la solidarietà: “Sarà l’occasione - afferma Maria Vittoria Moro - per presentare ufficialmente il volume dedicato al ‘Torchio solidale 1918/2018’. Il libro sarà consegnato alla cittadinanza proprio nel giorno della liberazione di Miane, il 30 ottobre per l’appunto. Una data che coincide con l’istituzione del Torchio solidale, che lo ricordo, è stato utilizzato in origine da alcuni ex combattenti di Combai per raccogliere fondi a favore di vedove e orfani. Tra il 1919 e il 1920 l’agricoltura era disastrata e le stalle vuote; così un gruppo di reduci pensò di offrire aiuto in cantina, vagando porta a porta, per eseguire la torchiatura delle uve. In cambio del lavoro si chiedeva una parte del mosto che, una volta vinificato, veniva venduto a osterie e frasche, e il ricavato infine distribuito alle famiglie in difficoltà, principalmente a vedove e orfani di guerra. Quel torchio è giunto fino a noi grazie a Diego Stefani, il poeta contadino di Combai, che lo ha ereditato dal padre e conservato gelosamente, consapevole del suo carico di storia e umanità”.

La novità di questa edizione della Festa dei Marroni è rappresentata da BoscAR-T, installazioni all’aperto in località Calpiana. Un team di artisti prenderà la legna del bosco per trasformarla in arte; Land Art allo stato puro, utilizzando unicamente ciò che il bosco produce, arricchendolo di fantastiche sculture. Combai & i marroni: legame indissolubile Il marrone di Combai IGP viene prodotto in undici comuni dell’Altamarca Trevigiana, da Segusino a Valdobbiadene, passando per il comune di Miane, per la cui popolazione è stato una delle principali fonti di sostentamento a partire dalla seconda metà del 1600.

La Festa dei Marroni rientra nel circuito delle “Delizie d’Autunno” ideata dall’Unpli. Dal 1995 è nata, sotto la spinta della Pro Loco, l’Associazione dei produttori del marrone di Combai IGP e la cooperativa Agricombai che si occupa dalla lavorazione e commercializzazione del prodotto, oggi presieduta da Andrea Buogo.

Prenotazioni
www.combai.it
proloco@combai.it
Tel. 0438 960056

ISTRANA. Istrana Fantasy

  • Domenica 17 ottobre 2021 - Tutto il giorno

Istrana si trasforma nel regno del fantasy per un giorno tra cosplayer, riti ancestrali, giochi di ruolo e rievocazioni di mondi lontani. Domenica 17 ottobre 2021, appuntamento con la seconda edizione di ISTRANA FANTASY. Animazioni, danze e spettacoli animeranno per tutta la giornata il parco settecentesco di Villa Lattes.

Un evento che dà spazio alla fantasia con la possibilità di visitare la Villa e il Parco in compagnia di folletti, streghe, principesse e cavalieri. La manifestazione organizzata da Euro&Promos e Comix torna a Istrana (Treviso) per trasformare l’evento culturale in una giornata fuori dal comune.

Un’area expo a tema fantasy e medievale sarà allestita nel parco della Villa e comprenderà una zona dedicata allo street food, oltre a spazi dedicati ai giochi di ruolo e da tavola del “Regno di Atlantica”, gestiti da associazioni ludiche.

«Non abbiamo mai smesso di lavorare e ideare nuove proposte, nonostante il lockdown e la pandemia. – Racconta Giorgia Onivello, direttrice delle Divisione Cultura di Euro&Promos - Oggi il nostro obbiettivo è quello di rilanciare Villa Lattes come luogo culturale di grande valore storico per il territorio. Per questo ci siamo affidati a Comix e alla direzione artistica di Mara Pellizza, che si sono dimostrati un team vincente nell’organizzazione di eventi ad ampio respiro creativo».

Photoset con il “Boia di Noale”, la sfilata di figuranti fantasy e poi ancora gli spettacoli dei Giullastri, la gara cosplay e lo spettacolo di danza di Holoserike. L’evento ospiterà anche il raduno steampunk nordest e a conclusione della giornata ci sarà il rito della consacrazione del fuoco con l’intervento di Fabio Roshi. Durante la giornata sarà possibile visitare, su prenotazione, anche la villa settecentesca, gioiello dell’architetto veneziano Giorgio Massari.

Ingresso gratuito per i bambini sotto 10 anni, tutte le info sono disponibili sul sito e sulla pagina Facebook di Villa Lattes.

«Istrana Fantasy è per noi una sfida, - spiega Emily Marocco, Area Manager di Euro&Promos – abbiamo messo in gioco le nostre competenze per rispondere alle nuove esigenze del settore culturale. L’idea è quella di trasformare un momento educativo in un’esperienza unica che permetta ai visitatori di sperimentare nuovi approcci alle attività che riguardano cultura e intrattenimento».

4 foto Sfoglia la gallery

IL PROGRAMMA

Tutto il giorno:

  • Area fantasy e Street food
  • Giochi di ruolo e da tavola con il Regno di Atlantica e con associazioni ludiche
  • Photoset con Il Boia di Noale
  • Sfilata di figuranti fantasy

Dalle 15:00 in poi:

  • ore 15.30 Spettacoli e intrattenimento con i Giullastri
  • ore 16.00 Gara Fantasy Cosplay
  • ore 18.00 Spettacolo di Danza con le Holoserike

e per concludere la giornata...

INTERVENTO STRAORDINARIO DI FABIO ROSHI PER IL RITO DELLA CONSACRAZIONE DEL FUOCO

Quest’anno inoltre Istrana Fantasy ospiterà il Raduno Steampunk nord est ed ancora si potrà visitare la Villa dalle 11.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 16.00 con visita guidata gratuita (su prenotazione all’ingresso: max 15 persone).

La sicurezza e la tutela dei visitatori saranno al primo posto, per permettere lo svolgimento dell’evento e di fruire ai partecipanti delle speciali collezioni della famiglia Lattes. Sia negli spazi interni che negli spazi esterni della Villa, sarà obbligatorio mantenere le opportune distanze di sicurezza tra le persone previste dalla normativa in corso, attualmente stabilite in un metro. L’accesso al Museo è consentito solo muniti di mascherina e con idonea igienizzazione delle mani.

INFO E PRENOTAZIONI:

Gradita prenotazione ai seguenti contatti

Evento Facebook:

https://www.facebook.com/events/177689531082339?ref=newsfeed

COSTO DEL BIGLIETTO

  • Euro 8,00
  • I bambini sotto 10 anni entrano gratis
  • Il biglietto si acquista il giorno stesso dell'evento
  • Ampio parcheggio
  • Il biglietto dà diritto anche alla visita alla Villa, museo degli automi e dei carillon, collezione unica al mondo.

NERVESA DELLA BATTAGLIA. "Puliamo Nervesa", terza edizione

  • Sabato 16 ottobre 2021 - Dalle 8.00 alle 12.00

Sabato 16 ottobre, dalle ore 8 alle 12 a Nervesa della Battaglia, si terrà la terza Giornata ecologica “Puliamo Nervesa” (nella foto un momento della precedente edizione), indetta dall’assessorato all’Ecologia. Una giornata dedicata alla pulizia di strade, cigli e percorsi e, in particolare, alla raccolta di rifiuti abbandonati.

“Vogliamo sensibilizzare e responsabilizzare i cittadini – spiega l’assessore all’Ambiente, Ferruccio Rossi – al rispetto per l’ambiente. A Nervesa è stato anche creato un Albo di volontari a cui chiunque può iscriversi e, a fronte di questo, godrà della copertura assicurativa nel corso degli eventi”.

All’iniziativa partecipa anche Contarina che metterà a disposizione qualche attrezzatura e ritirerà gratuitamente i rifiuti raccolti durante l’evento e che saranno portati al magazzino comunale. Nella stessa giornata di sabato 16, in concomitanza con Puliamo Nervesa, la società ciclistica Aquile Fontane con diversi suoi ciclisti associati si farà carico di “perlustrare” tutte le prese del Montello, al fine di dimostrare che ci sono anche tanti ciclisti che ci tengono a mantenere pulito l’ambiente.

Per partecipare a Puliamo Nervesa occorre contattare il Comune al numero 0422.8863 (Ufficio demografico oppure Servizi Sociali). L’attrezzatura utile sarà messa a disposizione dall’Amministrazione comunale e la manifestazione sarà organizzata nel rispetto dei protocolli relativi all’emergenza sanitaria Covid-19.

CASTELFRANCO VENETO. Raduno Alpini 2021

  • Sabato 16 ottobre 2021 e domenica 17 ottobre 2021 - Ore 17.00

Castelfranco Veneto, città storica della Marca di Treviso accoglierà per due giorni il raduno sezionale 2021 degli Alpini. La cittadina si trasformerà in una grande casa, a cielo aperto, per tutte le sezioni dei nostri amici alpini che da sempre aiutano e proteggono.

Un'importante festa per celebrare questi uomini che con coraggio e determinazione sono sempre disponibili al soccorso. Il programma degli eventi è ricco e molto interessante, si sviluppa in due lunghe giornate tra cori, musica, premiazioni e sorrisi.

Si inizia sabato pomeriggio nella piazza Giorgione, la quale diventerà il palcoscenico di tre importanti cori che delizieranno con melodie alpine e montane. Si esibiranno il coro Val Canzoi di Castelfranco Veneto, coro Ana di Preganziol e di Maserada del Piave. Si prosegue con la premiazione del concorso rivolto a tutte le scuole medie locali dedicato al ruolo alpino "Alpini e protezione civile". Un modo per avvicinare i giovani alla montagna e al servizio. Si concluderà la serata con lo spettacolare concerto, in piazza  a cura della Fanfara congedati brigata alpina tridentina "C.M. Andrea Morandi".

Domenica la giornata inizia al mattino con l'alzabandiera, gli onori ai caduti e la santa messa al Duomo e un carosello musicale della Fanfara in piazza. In caso di pioggia vi sarà un tendone al Palazzetto dello sport e il concerto serale di sabato si svolgerà in Teatro Accademico.

MONTEBELLUNA. Allarme rosso, specie in pericolo!

  • Domenica 17 ottobre 2021 - Dalle 16 alle 17.30

Un pomeriggio con la famiglia al Museo Civico di Montebelluna per conoscere lo "stato di salute" della flora e della fauna in pericolo nella nostra regione. Nella cornice dello spazio museo-laboratorio "Agenda sapiens 2030" giovani esperti naturalisti metteranno in gioco le collezioni del Museo con attività che coinvolgeranno tutta la famiglia. Per famiglie.  Attività su prenotazione e a pagamento.

Per info e adesioni: 0423 300465 - info@museomontebelluna.it

ATTENZIONE! Lo spazio Agenda sapiens 2030 è aperto al pubblico su prenotazione con un ricco programma di attività per gruppi di privati… all’insegna della sostenibilità!