Eventi
Tempo libero

Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: gli eventi di sabato 30 aprile e domenica 1 maggio 2022

Ecco una selezione di appuntamenti imperdibili per il fine settimana in arrivo.

Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: gli eventi di sabato 30 aprile e domenica 1 maggio 2022
Eventi Treviso, 28 Aprile 2022 ore 11:54

Gli appuntamenti imperdibili per il fine settimana in arrivo a Treviso e provincia. Ecco i nostri consueti consigli per sabato 23 e domenica 24 aprile 2022.

Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend

TREVISO. Dynamic Billard Treviso Open

  • Da sabato 30 aprile a lunedì 2 maggio 2022

I più grandi giocatori di biliardo d'Europa tornano a Treviso per l'annuale Dynamic Billard Treviso Open che si svolgerà al BHR Treviso Hotel da sabato 30 aprile a lunedì 2 maggio.

200 i giocatori annunciati ad oggi, che rendono il Dynamic Billard Treviso Open uno dei più grandi tornei della serie di sei eventi dell’Euro Tour 2022, graie anche alla presenza di alcuni dei più grandi nomi del panorama europeo. 17 degli attuali Top 20 dell'Euro Tour gareggeranno infatti al BHR, tra cui artisti del calibro di Wojciech Szewczyk (Polonia), recentemente incoronato campione del mondo a 10 palline, il giocatore spagnolo numero 1 in classifica Francisco Sanchez Ruiz, la superstar Joshua Filler (Germania) e il vincitore degli ultimi due eventi dell'Euro Tour, il polacco Wiktor Zielinski. Ci saranno anche 38 giocatori che terranno alta la bandiera italiana, tra cui Fabio Petroni, celebre veterano, oltre a Daniele Corrieri e Francesco Candela.

Come al solito il gioco è a 9 palline e i giocatori competono in un formato a doppia eliminazione, fino ad arrivare a 32 concorrenti, e poi a eliminazione diretta fino al traguardo. Tutte le partite sono gare a 9 rastrelliere con pause alternate. Da non dimenticare che, oltre ai punti della classifica del Tour, il Treviso Open porta anche i punti della classifica mondiale per il sistema recentemente implementato gestito da Matchroom Sport, un ulteriore ed importante incentivo per i giocatori che si esibiranno al BHR Hotel.

«È una grande soddisfazione poter tornare ad ospitare un evento internazionale come il Dynamic Billard Treviso Open – afferma Roberta Basso di BHR Treviso Hotel – una manifestazione che promuove Treviso ben oltre i confini nazionali, attirando turisti desiderosi di conoscere il nostro territorio. Lo vediamo nella nostra struttura, aperta ai tanti visitatori italiani e stranieri desiderosi di scoprire la città ma anche ad iniziative e manifestazioni di ogni tipo. Grazie ai nostri spazi eventi che si sviluppano in oltre 5.000 mq indoor e altrettanti outdoor, ogni iniziativa, compresi matrimoni e feste, è ben accolta al BHR Treviso Hotel, sempre in totale sicurezza».

La serata delle finali si svolgerà al BHR Treviso Hotel lunedì 2 maggio a partire dalle ore 16.00, in una nuova collocazione oraria ideale per accogliere la diretta TV introdotta per il 2022 e che rimarrà in vigore per tutto l'anno. Il torneo è ad ingresso libero. Solamente per le finali del 2 maggio è richiesta la prenotazione obbligatoria (gratuita) scrivendo a press@epbf.com . Maggiori informazioni sul Dynamic Billard Treviso Open sono disponibili al sito www.epbf.com. Tutte le partite possono essere visualizzate in diretta su www.kozoom.com

CASTELFRANCO VENETO. Il Paesaggio della Castellana

  • Sabato 30 aprile 2022 - Ore 10.00

L'incontro dedicato al tema del Paesaggio della Castellana è organizzato dal Comune di Castelfranco in collaborazione con l'Università di Padova. Dopo i saluti introduttivi, il programma prevede l'intervento dal titolo "Osservando il paesaggio agrario della pianura veneta" della Prof.ssa Viviana Ferraro, docente dell'Università IUAV di Venezia.

A seguire, un interessante approfondimento dell'Arch. Claudio Mistura: "Osservando il paesaggio delle acque: dalla campagna alla villa"; e per concludere l'ultimo intervento sarà "l'Osservatorio locale per il paesaggio della Castellana". La conferenza è aperta al pubblico.

CASTELFRANCO VENETO. Visite guidate a Villa Parco Bolasco

  • Sabato 30 aprile e domenica 1 maggio 2022 - Ore 11.00, 15.00 e 17.00

La bellissima Villa Parco Revedin Bolasco è aperta al pubblico tutti i venerdì, i sabati, le domeniche e i giorni festivi,  da aprile a ottobre, dalle ore 10.00 alle 19.00.

Villa Revedin Bolasco / Castelfranco Veneto

Una passeggiata nel verde giardino all'inglese con piante antiche e immense, laghetti artificiali, sculture e architetture che raccontano la bellezza dell'arte. Di grande raffinatezza la villa storica restaurata con affreschi, stanze  e le scuderie. Si accede da via Ospedale (lungo il parcheggio del Centro Anziani Sartor), si visita su prenotazione ed è possibile partecipare a visite guidate con partenza fissa. Una visita per conoscere la storia del parco e della casa, per capire l'evoluzione del giardino e conoscere le piante presenti, un viaggio tra verde e arte.

È possibile partecipare alle visite alle ore 11.00, 15.00 e 17.00 il sabato, la domenica e i festivi, alle ore 17.00 il venerdì. Per i singoli l'ingresso è su prenotazione, al costo di 3 euro a persona (in aggiunta al biglietto di ingresso individuale di euro 5,00) e per il  gruppo familiare, su prenotazione al costo di 5 euro per gruppo (in aggiunta al biglietto di ingresso famiglia di euro 13,00 per un nucleo di due adulti a massimo tre bimbi fino i 17 anni).

CASTELFRANCO VENETO. Reka Nyari. Ink Stories

  • Sabato 30 aprile e domenica 1 maggio 2022

Arriva a Castelfranco Veneto direttamente dal museo DART della Permanente di Milano la mostra fotografica Ink Stories di Reka Nyari. Una selezione di 15 opere che fanno parte di un progetto di ritrattistica che è tuttora in corso e che l’artista ha presentato nel 2017 con la sua prima personale a New York, Geisha Ink. Inaugurazione della rassegna venerdì 11 marzo.

Un progetto che ha come focus lo studio sull’identità personale e l’emancipazione femminile attraverso la ritrattistica nuda. In esposizione fotografie in bianco e nero su larga scala e tre opere digitali in NFT che hanno come soggetti nudi femminili con corpi ricoperti di tatuaggi.

«Negli ultimi anni - racconta l’artista in un’intervista pubblicata su Art Master, periodico d’arte edito da Masterpieces Group - ho lavorato alla mia serie Ink Stories, che ritrae donne di tutto il mondo completamente tatuate e racconta storie di vita disegnate sulla loro pelle. Ho sempre amato realizzare ritratti e mi sono interessata all’arte del tatuaggio. I tatuaggi sono un modo così bello, definitivo, artistico e ribelle di rivendicare il proprio corpo, spesso funzionando come terapia per trasformare la vita e l’aspetto di una persona. Possono essere emblemi di forza, promemoria di coraggio e guide per un percorso migliore della vita».

Le opere di Reka Nyari sono state esposte in numerose gallerie negli Stati Uniti e in Europa, la mostra di Milano è stata la prima in Italia e fa tappa anche a Castelfranco Veneto grazie all’impegno di Masterpieces Group che ha deciso di ospitarla nella sua sede all’interno di Palazzo Spinelli-Guidozzi.

«La donna è il fulcro del mondo: è creazione, è amore, è dolcezza ma anche forza, vitalità, unione, rinnovamento», spiega Sara Longo, direttore eventi di Masterpieces Group. «La figura della donna è così potente che da sempre viene messa in discussione proprio per cercare di sminuirne la potenza. È per celebrare questo essere così importante che abbiamo scelto di portare nella nostra sede di Castelfranco Veneto una mostra di Reka Nyari che ‘parla’ di donne che si raccontano attraverso il proprio corpo».

Metà finlandese e metà ungherese, l’artista è nata a Helsinki e ha vissuto a Budapest per alcuni anni prima di trasferirsi definitivamente a New York nel 1997. Ha vinto il primo premio al Miami Photo Center Vision Excellence Awards nel 2018 e all’International Photography Awards (IPA) nel 2010, categoria Beauty Pro. La sua monografia di 225 pagine intitolata Femme Fatale: Female Erotic Photography è pubblicata in 6 lingue ed è sold out in tutto il mondo.

La Finlandia è la patria della sauna e Nyari è cresciuta con un approccio non sessualizzato e naturale alla nudità e al corpo femminile, approccio che emerge chiaramente dalle sue opere:

«La nudità non è sinonimo di pornografia o sessualità. Questo aspetto è molto importante nel mio lavoro», spiega. Ink Stories è immaginario femminile senza limiti: i racconti di quattro donne e di come hanno risposto alla lotta e al dolore. La storia di come hanno cambiato la loro vita, trasformandola in quello che volevano, della loro resilienza.

«Tutti i tatuaggi sono reali - spiega Nyari - e ogni serie che ho realizzato racconta le storie intime e vere dei miei soggetti. Conosco bene ognuna delle donne prima di scattare. Penso agli scatti come a una collaborazione, a un trasferimento di energia tra me e il mio soggetto».

Reka Nyari ama fotografare il tipo di donne che vuole essere: «forti, belle, potenti e responsabili della loro vita e della loro sessualità». Le quattro donne fotografate dall’artista sono unite dal fil rouge dell’indipendenza e del potere. Ognuna è l’eroina di una storia di auto-emancipazione, riconciliazione con i propri traumi, una storia raccontata sulla loro pelle. In quest’ottica i tatuaggi diventano simboli di vigore e trionfo, simboli di come hanno trasformato la loro mente trasformando la loro pelle.

La mostra si sviluppa in quattro sezioni.

  • Geisha Ink - 2015 - Geisha Ink è Ginzilla, una giovane donna nata in una famiglia tradizionale giapponese dai valori conservatori intransigenti. I suoi atti di ribellione sono scritti in modo permanente sul suo corpo.
  • Blooming Ink - 2019 - Charlotte, la protagonista di questa sezione, ha avuto a che fare con un’estrema timidezza e ansia sociale per tutta la sua vita, che l’ha portata a ritirarsi in se stessa. Affascinata dalla bellezza dei tatuaggi, ha avuto l’idea di ricoprire tutto il suo corpo di inchiostro. Il suo corpo è un’opera d’arte completa.
  • Blooming Ink NFT -2021 - Alcuni ritratti animati che l’artista ha sviluppato come NFT.
  • Punctured Ink - 2021 - In questa serie l’artista lavora attraverso un processo di perforazione della superficie di ogni stampa che, a differenza della pittura e del disegno, crea fori in rilievo che lasciano un risultato permanente, proprio come fa un tatuaggio sulla pelle.

INFORMAZIONI

Reka Nyari. Ink Stories
11 marzo – 29 maggio 2022
Orari di apertura

  • Venerdì 11 marzo: solo su invito
  • Sabato 12 e domenica 13 marzo: 10,00 – 12,00/ 14,00 – 19,00 (entrata libera)
  • Da lunedì 14 marzo: visita su appuntamento. In caso di presenza in sede del team Masterpieces Group l’entrata sarà libera senza necessità di appuntamento.

Per info e prenotazioni visite: info@masterpiecesgroup.com. Ingresso gratuito

SUSEGANA. Nova Eroica Prosecco Hills

  • Domenica 1 maggio 2022

Le colline del vino sono anche quelle della bici e sempre più quelle del grande ciclismo. Eroica, brand che narra di bici e stile di vita, si è avvicinata alle strade di Conegliano e Valdobbiadene con la proposta NOVA Eroica Prosecco Hills.

La bellezza delle strade bianche, tra paesaggio, tradizioni, natura e storia: NOVA Eroica Prosecco Hills nasce da qui, dalla voglia di condividere un'esperienza epica nel cuore di un territorio magnifico - patrimonio dell'Unesco - tra le vigne del Prosecco, castelli medievali e antichi borghi. Un evento ciclistico All Road pensato per chi vuole vivere il gusto della sfida in sella a bici da corsa moderne, bici gravel o da ciclocross.

CONEGLIANO. Città Pulita

  • Sabato 30 aprile 2022 - Ore 8.00

Torna l'appuntamento con "Conegliano Città Pulita", la manifestazione organizzata dal Comune di Conegliano che vede i cittadini in prima persona impegnarsi per rendere più pulita la propria città.

L'iniziativa è rivolta anche a tutte le associazioni ed enti che vogliono dedicare una parte del proprio tempo a rendere ancora più bella ed accogliente la Perla del Veneto. Inizio alle ore 8.00

CONEGLIANO/VALDOBBIADENE. Primavera del Prosecco Superiore 2022

  • Sabato 30 e domenica 1 maggio 2022

Passeggiare sulle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene Patrimonio dell'Umanità alla scoperta di piccoli borghi, antiche pievi, vecchi castelli, oppure immergersi nei verdi vigneti che decorano i pendii della DOCG Conegliano-Valdobbiadene alla ricerca delle cantine.

Una vera cavalcata tra le Colline all’insegna del Prosecco Superiore DOCG: questo ciò che riserva la Primavera del Prosecco Superiore 2022, che entra nel vivo del calendario con tanti appuntamenti.

Si partirà da Fregona con la 46^ Mostra del Torchiato e dei vini dei Colli di Conegliano DOCG che, dal 22 aprile al 1° maggio, ritorna nell’esclusiva location del Centro di Appassimento di Osigo, sede della Cantina Produttori Fregona e luogo dove si custodiscono i segreti della produzione del Torchiato. In calendario diversi appuntamenti per scoprire la natura, i sapori e la storia di Fregona, tra visite guidate, piccole degustazioni a tema, aperitivi in musica e il bus navetta gratuito verso le Grotte del Caglieron. Tra le iniziative “Libri in cantina” il 23 aprile con la presentazione di “Cansiglio 1700 -1797” di Franco Bastianon e, il 24 aprile, Su e giù per le Colline del Torchiato, passeggiata guidata tra le colline di Osigo; al termine degustazione con prodotti locali. Richiesto contributo di partecipazione e prenotazione obbligatoria.

Si terrà invece a Miane, dal 22 aprile al 1° maggio, la 42^ Mostra del Conegliano Valdobbiadene DOCG che propone una vasta selezione di vini dell’area UNESCO, dal Prosecco Superiore DOCG e Cartizze, al Verdiso IGT. Tra gli appuntamenti in programma il 25 aprile la 30^ edizione di Miane in Fiore, mostra mercato di fiori, piante ed attrezzi da giardino, arte decorativa ed artigianato lungo le vie del centro. Il 29 aprile si svolgerà Di Riva in Riva, degustazione guidata per scoprire le diverse sfaccettature dei vini prodotti sulle Rive della zona.

Dal 22 aprile all’8 maggio a Guia andrà in scena la 52^ Mostra del Valdobbiadene DOCG, un’esperienza da vivere in un territorio ricco di colori, sapori e voglia di festa. Sarà possibile degustare il Prosecco Valdobbiadene DOCG accompagnato da salumi e formaggi che rendono uniche le Colline di Valdobbiadene. Da non perdere il 24 aprile lo Spiedo della Pedemontana, da assaporare nella nuova versione pic-nic all’aperto o comodamente a casa con l’opzione asporto. Il 1° maggio l’appuntamento sarà invece con il Pranzo all’aperto, a base di Churrasco.

Cison di Valmarino dal 23 aprile al 1° maggio, si terrà la 1^ Mostra del Prosecco Superiore DOCG, iniziativa che promuove la cultura enologica del territorio e valorizza “Le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene” riconosciute Patrimonio dell’Umanità UNESCO a luglio 2019. La mostra sarà arricchita da diversi eventi collaterali come La Gara degli Spiedi, in programma il 24 aprile che vedrà dieci coppie formate da Alpini delle sezioni della Vallata sfidarsi per decretare il miglior spiedo dell’edizione 2022. Il 1° maggio si svolgerà la Passeggiata fra i vigneti e pranzo, itinerario fra i vigneti patrimonio UNESCO nella frazione di Rolle con degustazione. Disponibili due percorsi di diversa durata/difficoltà.

Colbertaldo di Vidor, dal 23 aprile al 1° maggio, accoglierà la 41^ Mostra del Valdobbiadene DOCG Rive di Colbertaldo e Vidor, rassegna che si svolge nel contesto di Madonna delle Grazie, santuario del XV secolo incastonato tra le colline di Colbertaldo e Vidor, nell’area UNESCO del territorio di Conegliano e Valdobbiadene. Protagonista sarà il Prosecco Superiore DOCG ma, soprattutto, il territorio con le sue bellezze uniche e la sua cultura, come si potrà scoprire con la Passeggiata tra le colline di Colbertaldo e Vidor, in programma il 24 e 25 aprile: un itinerario guidato tra le colline, alla scoperta di scorci unici e paesaggi da ricordare, e del metodo di produzione del Prosecco Superiore Valdobbiadene DOCG, tra assaggi e degustazioni.

Farra di Soligo il 23 e 24 aprile, si terrà Borghi e Bollicine, passeggiata enogastronomica tra le storiche vie e borghi di Farra di Soligo, dove si potranno degustare i vini presso le varie cantine della zona. Lungo il percorso, accessibile a tutti, saranno presenti anche raduni e mercatini di artigianato.

Infine, prosegue fino al 30 aprile la 50^ Mostra del Cartizze e Valdobbiadene DOCG di San Pietro di Barbozza. In calendario nella giornata di domenica 24 aprile lo spiedo gigante e la pedalata Valdobbiadene Bike Tour, giro in e-bike lungo l’anello del Prosecco: una escursione tra i vigneti che riserverà ai partecipanti anche una degustazione in cantina. Lunedì 25 aprile si svolgerà, invece, Su e giù per le Colline Unesco, passeggiata tra i vigneti con pranzo al sacco incluso da consumare lungo il percorso, circondati da uno degli scenari più belli al mondo: le Colline di Conegliano e Valdobbiadene.

La Primavera del Prosecco Superiore, nata dalla grande forza del volontariato delle Pro Loco, si conferma quindi una delle più importanti manifestazioni enoturistiche italiane. Ciò che rende unica la rassegna, infatti, è la capacità di far vivere al turista un’esperienza indimenticabile, in cui la grande tradizione enologica del Conegliano Valdobbiadene DOCG diventa il “filo d’Arianna” che guida il visitatore alla scoperta del territorio, della cultura e dell’ospitalità locale, immergendosi nello spirito che anima le 17 Mostre di Primavera. Il tutto in un territorio magico, entrato nel Patrimonio dell’umanità UNESCO e celebrato nei versi del poeta Andrea Zanzotto, figura alla quale è ispirato il programma di visite dal titolo “Cartoline inviate dagli dei” che, dopo il successo della scorsa edizione, quest'anno si amplia ulteriormente. Per rimanere sempre aggiornati sul calendario degli eventi e sulle modalità di partecipazione: www.primaveradelprosecco.it – FB primaveradelprosecco

VALDOBBIADENE. ValdobbiadeneJazz Young&School

  • Sabato 30 aprile e domenica 1 maggio 2022

Con il supporto del Consorzio Valdobbiadene e dell’amministrazione comunale, il comitato organizzatore di ValdobbiadeneJazz ha ideato e organizzato per sabato 30 aprile e domenica 1° maggio ValdobbiadeneJazz Young&School, una due giorni dedicata agli allievi delle scuole di musica e alle associazioni di Valdobbiadene, oltre ad altre importanti realtà del territorio trevigiano. Un progetto nato con ValdobbiadeneJazz - che dal 22 al 25 settembre prossimi vivrà la sua quarta edizione - e che era in programma già nel febbraio del 2020, quando purtroppo è stata annullata per la ben nota emergenza sanitaria.

La manifestazione è stata pensata per i ragazzi che frequentano le scuole ad indirizzo musicale ed i conservatori, per avvicinarli alla musica jazz. Un’operazione formativa e un’occasione di crescita per i giovani musicisti. Young&School si presenta con una sequenza di singoli concerti che si svolgeranno presso l’Auditorium di Palazzo Piva. Parteciperanno gli studenti dei licei musicali Giorgione di Castelfranco e Marconi di Conegliano, del conservatorio Steffani di Castelfranco ed il gruppo “Ri...Percussioni giovanili” delle scuole medie ad indirizzo musicale di Biadene di Montebelluna, che per l’occasione condivideranno il palco con alcuni studenti delle scuole medie ad indirizzo musicale di Valdobbiadene. Il direttore artistico della rassegna è Fabio Dalla Vedova. Tutti i concerti sono a ingresso libero.

Il programma degli eventi è variegato e intrigante. Nel cartellone è stata inserita la favola Una classica serata jazz di Reno Brandoni, che proporrà il suggestivo intreccio di voci e note musicali dedicato ai due grandi pianisti Chopin e Petrucciani, appartenenti a periodi diversi, a mondi diversi e apparentemente inconciliabili, quello della musica classica e del jazz. Il messaggio è chiaro e semplice: la musica, a prescindere dal genere, non ha frontiere né confini, è libera e abita il cuore di ogni uomo.

PROGRAMMA

  • SABATO 30/04/2022 - Ore 17:00 - INCONTRO CON I GIOVANISSIMI ASSOCIAZIONE BOTTI. A seguire  UNA CLASSICA SERATA JAZZ VOCIDISTORIE VALDO VOCI NARRANTI, NICOLA GUIDOLIN E ALEX COMARELLA AL PIANO - Ore 21:00 -  AMICI DELLA MUSICA IN JAZZ - VYJE Nicola Guidolin Quartet  Istituto Musicale M°V. Dall’Armi
  • DOMENICA 01/05/2022 - Ore 15:00 -  LA PERCUSSIONE NEL JAZZ  Ri...PERCUSSIONI GIOVANILI Scuole medie di Biadene e Valdobbiadene. A seguire LICEI IN JAZZ - parte 1 LICEO MUSICALE MARCONI - Ore 18:00 - LICEI IN JAZZ - parte 2 LICEO MUSICALE GIORGIONE. A seguire STEFFANI JAZZ ENSEMBLE CONSERVATORIO STEFFANI.

PIEVE DI SOLIGO. Camminare per Paesagire

  • Sabato 30 aprile 2022

Una passeggiata esperienziale da Barbisano a Solighetto, tra i luoghi che chiamiamo casa ma che sanno affascinarci ogni giorno: è questa la proposta culturale di Paesagire, nata per conoscere il proprio territorio. Un'esperienza pensata per coinvolgere grandi e piccoli, organizzata da Echidna Cultura e sostenuta e promossa dal Comune di Pieve di Soligo.

Si parte sabato 30 aprile alle 09.00 da Barbisano, frazione di Pieve di Soligo, dove si potrà incontrare un artigiano del midollino, si saliranno le colline tra vigneti e boschetti per arrivare alle Crode del Pedrè. Poi, dopo la pausa pranzo, la camminata proseguirà lungo il fiume Soligo fino a trovare e visitare il Maglio Pradella e infine, alle 17.00, si arriverà a Villa Brandolini, nella frazione di Solighetto. La passeggiata esperienziale sarà a cura del Gruppo Naturalmente Guide, con i commenti e le annotazioni dell'esperto geografo Francesco Visentin.

Paesagire, con il suo secondo appuntamento culturale dopo la prima regionale di Stefano Massini al cinema teatro Careni, vuole avvicinare i cittadini ai propri luoghi e per farlo intende stupirli attraversando con sguardo curioso e critico luoghi urbani e luoghi naturali, incontrando persone, testimoni, accompagnati da esperte guide ambientali naturalistiche e da un geografo umanistico che sappiano spiegare al meglio ciò che ci circonda. Così il paese si svela mostrando quel puzzle di luoghi straordinari di cui una comunità deve prendersi cura.

Per conoscerlo meglio: Francesco Visentin è geografo e ricercatore senior presso l’Università degli Studi di Udine al dipartimento di Lingue e Letterature, Comunicazione, Formazione e Società (DILL). Si interessa di paesaggi agrari e di idrografia in Italia, Spagna, Paesi Bassi e Gran Bretagna prestando particolare attenzione allo studio dei rapporti tra comunità antropiche e morfologie idrauliche. Conduce attività di ricerca su patrimonio e patrimonializzazione, l'evoluzione dei paesaggi quotidiani e marginali, gli impatti del turismo sulle comunità e sugli immaginari paesaggistici. Si occupa anche delle relazioni che intercorrono tra le pratiche geografiche e quelle artistiche.

PAESAGIRE:

Paesagire ritorna nell'edizione 2022 con nuovi contenuti culturali dove protagonista sarà il paesaggio nelle sue declinazioni, rappresentato attraverso una varietà di performances interattive con il pubblico e con la partecipazione di ospiti di eccezione. Quali sono i rapporti con l’ambiente che ci circonda? Che relazione c’è tra il paesaggio e le nostre comunità? Come esprimiamo oggi la nostra appartenenza al posto in cui viviamo? Quali sono i valori dei luoghi e chi se ne prende cura? Alcune di queste tematiche saranno approfondite con gli appuntamenti della prima parte del programma di Paesagire 2022: un modo per scoprire attraverso varie esperienze qual è la nostra relazione con il paesaggio e che cosa del paesaggio ignoriamo o conosciamo.

INFORMAZIONI GENERALI

In caso di maltempo l’evento è rinviato a data da destinarsi. Il costo è di 10 € con posti limitati, prenotazione necessaria.

Prenotazioni  e informazioni

Tel. 371. 1926476 (orari ufficio) mail: info@echidnacultura.it

Tel 340. 9446568 (il giorno di spettacolo)

www.echidnacultura.it  / www.comune.pievedisoligo.tv.it

MOTTA DI LIVENZA. "Pop e street food festival"

  • Da giovedì 28 aprile a domenica 1 maggio 2022

Dal 28 aprile al 1 maggio 2022 a Motta di Livenza avrà luogo il grande evento "Pop e street food festival" nella splendida cornice di Parco Spinade, il cuore verde della Città dei due fiumi da poco diventata a pieno titolo Comune Europeo dello Sport 2023.

Una quattro giorni a ritmo di musica dove si potrà fare il giro del mondo gustando cibo da strada da più di 30 food truck immersi nella natura. Presente per l'occasione anche la ruota panoramica "The Wheel". Previsti tre spettacoli completamente gratuiti con grandi artisti che animeranno le serate a ritmo di musica.

Venerdì 29 aprile si inizia con il botto con il concerto dei Rumatera, famosa band veneta ampiamente seguita da tutte le fascie d'età che interpreta le loro canzoni in dialetto veneto. Sabato 30 aprile sarà ospite a Motta di Livenza il grande DJ Albertino, disc jockey, conduttore radiofonico, attore e personaggio televisivo, direttore artistico di radio M2O. Domenica 01 maggio, un altro famoso DJ varcherà il palco Mottense DJ Molella punto di riferimento della musica Dance e attualmente conduttore radiofonico di radio M2O e radio Deejay.

"Sarà un grande occasione per Motta di Livenza - spiega il Sindaco di Motta di Livenza Alessandro Righi - una occasione per far conoscere la nostra città e farla rivivere dopo due anni di rinvii. Ricominciamo da dove ci eravamo lasciati nel 2020 con l'obiettivo di continuare nel progetto di attrattività e vitalità della nostra splendida città."

Un evento, come spiega l'Amministrazione Comunale, programmato già nel 2020 ma poi rinviato per ben due anni a causa della pandemia. Uno dei tanti nuovi eventi in calendario a Motta di Livenza.

"Uno dei nostri obiettivi dichiarati - continua Righi - era aumentare la vitalità della cittadina che molti davano per morta. Fin da subito siamo riusciti a dimostrare che la gente ha voglia di venire a Motta se c'è una valida proposta commerciale e di intrattenimento. Purtroppo c'è stato un blocco degli eventi per due anni e ora dobbiamo ripartire a testa bassa dall'anno zero ma quest'anno ci rifaremo con tantissimi nuovi eventi. Sarà un anno particolarmente ricco di eventi inediti e di primo livello e ci aspettiamo che la nostra città sia sempre più frequentata anche grazie all'aiuto dei commercianti locali."

Commercio locale che dopo il periodo della pandemia ora si ritrova ad affrontare l'aumento sconsiderato delle materie prime e delle bollette.

"Durante le fasi più acute ma soprattutto sulla fase di ripartenza siamo stati vicini alle nostre realtà locali attraverso un piano straordinario di aiuti e di investimenti. - continua il Sindaco - Ora però dobbiamo tornare a pensare in grande guardando al futuro. Gli eventi sono importanti nel rilancio della città, sono indispensabili per attrarre gente da fuori ma è la qualità del servizio, la vivibilità della città e soprattutto l'offerta commerciale a farli ritornare. Senza questa ricetta ogni evento avrà il mero risultato di riempire le piazze ma non è solo a questo che possiamo puntare. In questo lungo weekend arriveranno persone, persino dalla Lombardia, Friuli, Emilia Romagna e Trentino che non hanno mai visto la nostra città. E' una occasione unica per il commercio locale, una vetrina imperdibile che in molti si stanno attrezzando a sfruttare. L'auspicio è che il nostro territorio sia ricettivo e dia una splendida immagine di se, senza far trovare bar chiusi e vetrine buie nonostante tanta gente in piazza. Sarebbe un errore. Sarebbe persino controproducente."

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter