Menu
Cerca
Passaggio di consegne CEV – MOM

Nuovo polo logistico in via Castellana, sarà operativo da metà febbraio FOTO

Un deposito per 230 autobus urbani e suburbani con impiantistica all’avanguardia e mitigazione ambientale.

Nuovo polo logistico in via Castellana, sarà operativo da metà febbraio FOTO
Altro Treviso, 17 Dicembre 2020 ore 09:56

Passaggio di consegne CEV – MOM, in arrivo un nuovo polo logistico in via Castellana: sarà operativo da metà febbraio 2021.

Nuovo polo logistico in via Castellana

Con il contratto di cessione sottoscritto in settimana tra CEV Spa e MOM Spa, si può dire formalmente conclusa la realizzazione del nuovo deposito di via Castellana. Con un anno di lavori, risultano rispettati i tempi di consegna: un'operazione da 6 milioni di investimento, condotta in porto nonostante le limitazioni operative di questo 2020.

Operativo da metà febbraio

Il Consiglio di Amministrazione MOM ha deliberato l'operatività del nuovo deposito da metà febbraio. “Una rivoluzione per l'organizzazione del trasporto pubblico trevigiano: il nuovo polo logistico – commenta con soddisfazione il presidente Giacomo Colladon -  collocato nell’immediata periferia del capoluogo, consentirà da un lato di alleggerire l'impatto ambientale sul centro di Treviso e, dall'altro, di migliorare l'efficienza dei servizi in concessione sia di ambito urbano che extraurbano. Non ultimo, va evidenziato il taglio netto alle spese di affitto che MOM riuscirà a ridurre di 400 mila euro, tra officina (di recente acquisizione) e deposito di via Polveriera di prossima dismissione”.

L'area del nuovo polo logistico

L'area, destinata ai servizi per la logistica, sorge nelle adiacenze dell'attuale officina MOM in via Castellana in posizione “strategica”: oltre alla contiguità diretta della medesima con l’officina di proprietà di MOM, lo spazio si segnala anche per la facile immissione sulla direttrice principale (via Castellana) e la connessione con le linee urbane ed extraurbane.

Il nuovo polo logistico, ha una superficie di circa 33.000 metri quadri così suddivisi: 23.000 mila i metri quadri dedicati a sosta bus (230), sosta vetture del personale (80), viabilità e impianti di servizio; la restante area (10.000 metri quadri) è dedicata a opere di mitigazione ambientale quali verde alberato, isola ecologica e un piccolo bosco urbano che avrà la funzione di riduzione dell'impatto ambientale del trasporto collettivo, vasche di invaso per garantire l’invarianza idraulica dell’intervento.

Dati tecnici

Infrastrutture

  • 30mila mq l’area d’intervento
  • 23.000 mq pavimentati per la sosta di 230 mezzi
  • viabilità interna e di accesso
  • pensilina in acciaio da 460 mq per area rifornimento gasolio
  • nuovo edificio spogliatoi e uffici personale per 150 mq
  • parcheggio 80 posti auto in pavimentazione drenante

Impianti

  • rifornimento gasolio
  • impianto AdBlue (additivo Diesel Euro6)
  • rifornimento GNC (Gas Naturale Compresso)
  • predisposizione GNL (Gas Naturale Liquefatto)
  • ricarica aria compressa e condizionamento bus
  • postazioni ricarica elettrica
  • autolavaggio a spazzole con piazzola riscaldata
  • antincendio con un gruppo di pressurizzazione idraulica
  • nuova cabina elettrica di media tensione
  • illuminazione con torri faro a led
  • sistema perimetrale di videosorveglianza integrato (TVCC)

Mitigazione ambientale

  • 10mila mq di alberature e arbusti
  • vasche di invaso per l’invarianza idraulica
  • impianto di depurazione acque
  • isola ecologica
9 foto Sfoglia la gallery

LEGGI ANCHE

Mamma morta con il bimbo che portava in grembo, Marca sotto shock: “Addio Marina”