Menu
Cerca
Orgoglio trevigiano

Aeroporto Canova di Treviso, si torna a volare. Conte: "Giornata storica"

In estate saranno almeno 60 le destinazioni raggiunte. Dopo un anno di inattività, lo scalo trevigiano torna a nuova vita.

Attualità Treviso, 01 Giugno 2021 ore 14:39

Da oggi riapre al traffico aereo e ai passeggeri l'aeroporto Canova di Treviso dopo circa un anno di inattività dovuto alla pandemia. Conte: "Giornata storica".

Aeroporto Canova di Treviso riaperto oggi

Torna la vita con i primi voli di una ripartenza attesa ormai da mesi. Oggi, martedì 1 giugno 2021, una data in qualche modo "storica" per l'Aeroporto Canova di Treviso, che riprende a pieno regime la propria attività dopo il lungo stop causa pandemia.

I voli, certo, ma anche tutto l'indotto connesso con ad esempio bar dove degustare un caffè prima di imbarcarsi e partire.

"L'aeroporto Antonio Canova di Treviso torna a volare! Vi aspettiamo sulla pista di Treviso Airport per accompagnarvi verso più di 60 destinazioni. Grazie a Ryanair, ai Leoni della Benetton Rugby e a tutti i colleghi che hanno lavorato per riaprire l'aeroporto in sicurezza"

I testimonial speciali di questa ripartenza sono stati i "Leoni" del rugby, gente - paradossalmente -ad avere i piedi ben piantati per terra. Già da ieri fervevano le attività in vista della riapertura di oggi.

"Qui a Treviso Airport è tutto pronto per la riapertura di domani: ecco in questo video /vedi sopra) il dietro le quinte delle attività necessarie per accogliervi nuovamente. Vi aspettiamo sulla pista del Treviso Airport"

Saranno una sessantina le destinazioni raggiunte da Treviso durante l'estate, con 45 nuove rotte previste nel 2021. Un hub strategico anche in vista della ripresa del turismo per il capoluogo della Marca in primis, ma soprattutto per Venezia.

LEGGI ANCHE:

Aeroporto Canova Treviso, il sindaco Conte incontra Save: "Lo scalo riaprirà"

La soddisfazione di Conte: "Giorno importantissimo"

E non poteva mancare il caloroso commento del sindaco di Treviso, Mario Conte, tra i principali attori della ripartenza e della valorizzazione dell'aeroporto trevigiano.

"Abbiamo asciugato le lacrime di professionisti, gestori, negozianti, partite Iva. Sono stati mesi difficili ma nessuno ha mai perso la speranza (anzi, la certezza) che una volta migliorate le condizioni sanitarie saremmo tornati a volare. In tutti i sensi. Oggi, con i primi decolli e i primi arrivi all'aeroporto "Canova", è stata scritta una pagina importantissima.

C'è chi ha sperato che le cose andassero male, chi ha insinuato. Chi aveva a cuore il territorio, invece, lavorava affinché questo giorno potesse arrivare il prima possibile e in sicurezza, dando la possibilità a lavoratori, a categorie e ad attività del comprensorio di tornare a lavorare.

Ringrazio il Presidente di Save Enrico Marchi: con lui c'è sempre stato un rapporto franco, sincero. Con lui è sempre bastata una stretta di mano o poche ma significative parole. Abbiamo lavorato tanto per questo giorno che finalmente è arrivato.

Così come ringrazio RyanAir, approdata per la prima volta a Treviso nel 1998 (primo volo italiano) e dopo 23 anni ancora protagonista con la nuova base. Ho rivisto valigie e passaporti, check in e destinazioni. Questa, credetemi, è una giornata importantissima. Il silenzio di questa emergenza e di un virus che ha fermato tutto, ma veramente tutto, ha fatto più male del suono degli aerei. Finalmente si riallacciano le cinture e, in sicurezza e nel rispetto di tutte le norme e di tutti i protocolli sanitari, SI TORNA A VOLARE!"

6 foto Sfoglia la gallery