Attualità
Presa di posizione

Prosecco, situazione "frizzante" tra i Consorzi. Caner: "Ora basta, il giocattolino rischia di rompersi"

L'assessore regionale commenta le recenti polemiche: "Non possiamo danneggiare l'immagine internazionale, questo dualismo deve finire".

Prosecco, situazione "frizzante" tra i Consorzi. Caner: "Ora basta, il giocattolino rischia di rompersi"
Attualità Conegliano e Valdobbiadene, 20 Luglio 2022 ore 17:03

"Guerra" tra i Consorzi di tutela del Prosecco, l'intervento dell'assessore regionale Federico Caner.

Prosecco, situazione "frizzante" tra i Consorzi. Caner: "Ora basta, il giocattolino rischia di rompersi"

"Questo dannoso dualismo deve assolutamente cessare, si rischia davvero di rompere un 'giocattolino' che, in fin dei conti, fa comodo a tutti".

Non usa mezzi termini, sulla falsariga di quanto già esternato dal presidente Zaia, l'assessore regionale al Turismo e all'Agricoltura, Federico Caner, in merito alle recenti polemiche tra i Consorzi di tutela del Prosecco. Questioni di denominazioni, aspetti "tecnici" non condivisi che - è il caso di dirlo - hanno fatto saltare letteralmente il tappo.

"Non credo che, con tutto il rispetto per i media, le polemiche a mezzo stampa facciano bene al prodotto - prosegue Caner - E lo dico al di là di qualsiasi merito tecnico. Quello che dobbiamo assolutamente evitare ora è il rischio di danneggiare l'immagine internazionale del Prosecco e tutto il lavoro fatto sin qui".

LEGGI ANCHE:

Via il traffico pesante dalle Colline del Prosecco: mobilità leggera e green, firmato Protocollo d’intesa

Verrebbe da dire che bisogna essere "Superiori" rispetto alle "baruffe chiozzotte" e guardare a un bene comune più grande. E infatti l'assessore insiste:

"Queste continue polemiche non fanno bene al sistema Prosecco, serve un'immagine di compattezza. Anche perché mi sembra di capire che, dietro alle questioni tecniche, ci siano in realtà dissidi di natura politica. E noi come Regione non ci vogliamo entrare, se non per metterci a disposizione per trovare delle vie d'uscita a questa impasse".

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter