Treviso

Controlli anti assembramento, concerto live al pub sospeso dagli agenti: gestore sanzionato

Si tratta del ""The Wishing Wells" di viale Repubblica, dove c'erano una cinquantina di avventori ai tavoli. Intanto arrivati 7 nuovi agenti in prova.

Controlli anti assembramento, concerto live al pub sospeso dagli agenti: gestore sanzionato
Cronaca Treviso, 16 Dicembre 2020 ore 15:15

Controlli anti Covid a Treviso e provincia, intervento degli agenti al pub “The Wishing Wells” di viale Repubblica, dove stava suonando una band.

Controlli anti assembramento a Treviso

Nell’ultimo fine settimana, al fine di contrastare l’emergenza pandemica, personale della Questura di Treviso, unitamente a pattuglie dei Carabinieri e della Polizia Locale, ha posto in essere un efficace servizio di ordine e sicurezza pubblica, monitorando in particolar modo il centro cittadino e i locali pubblici, al fine di impedire il formarsi di assembramenti pericolosi per la salute pubblica e garantire il rispetto della normativa vigente in materia di prevenzione al contagio da COVID-19.

Nel corso di tale attività di controllo, alle ore 14.45 di domenica scorsa 13 dicembre 2020, il personale impiegato è intervenuto, unitamente alle altre pattuglie, presso il pub “THE WISHING WELLS” in Viale della Repubblica. Giunti sul posto, gli operatori hanno constatato che era in corso uno spettacolo musicale live, udibile anche dall’esterno, da parte di una “band” di 6 musicisti che intrattenevano una cinquantina di avventori seduti ai tavoli.

Gestore 35enne identificato e sanzionato

Gli operatori, dopo aver fatto interrompere immediatamente lo spettacolo udibile anche dall’esterno del locale, hanno identificato il gestore, un italiano 35enne, a cui è stata contestata la violazione amministrativa prevista dall’ultimo D.P.C.M. del 03 dicembre scorso concernente il divieto di svolgimento di attività da ballo e di intrattenimento negli esercizi pubblici e che prevede una sanzione pecuniaria sino 1000 euro.

La contestazione verrà segnalata alla Prefettura di Treviso che dovrà valutare l’eventuale irrogazione della sanzione accessoria di chiusura del locale cha va da un minimo di 5 giorni ad un massimo di 30. Complessivamente nel corso dell’attività anti-assembramento sono state controllate circa 100 persone e 10 locali pubblici.

Questura, 7 nuovi agenti in prova

La Questura di Treviso intanto è stata potenziata con l’arrivo di nuovi agenti. Provenienti da vari Istituti di Istruzione della Polizia di Stato, sono giunti a Treviso 7 agenti in prova che, al termine di un ulteriore periodo di formazione, verranno assegnati agli Uffici della Questura per svolgere i delicati compiti istituzionali, primo fra tutti, quello del controllo del territorio.

Controlli anti assembramento, concerto live al pub sospeso dagli agenti: gestore sanzionato
I sette nuovi agenti arrivati in prova a Treviso

L’arrivo di queste nuove leve della Polizia di Stato, soprattutto in un periodo così complesso e delicato come quello attuale, attesta la vicinanza al territorio da parte dell’Amministrazione di P.S. e porta con sé nuova linfa che consentirà alla Questura di Treviso di svolgere i propri compiti in maniera ancora più efficiente ed efficace.

LEGGI ANCHE: 

Polizia stradale di Treviso, controlli nel fine settimana: rintracciato un latitante

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Va in pensione il dottor Del Re: ha gestito l’emergenza Covid nelle case di riposo della Marca

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità