Verso il voto decisivo

Elezioni Castelfranco Veneto 2020, ballottaggio: Sartoretto tenta la “spallata” decisiva a Marcon

Niente apparentamenti nella Città del Giorgione ma solo appoggi esterni. Sartoretto incassa il sostegno di Gomierato e Cinque Stelle. Basterà?

Elezioni Castelfranco Veneto 2020, ballottaggio: Sartoretto tenta la “spallata” decisiva a Marcon
Castelfranco, 01 Ottobre 2020 ore 10:25

Ballottaggio a Castelfranco Veneto, i movimenti in vista del voto decisivo nella Città del Giorgione.

Si vota domenica 4 e lunedì 5 ottobre

Ieri, mercoledì 30 settembre 2020, Luca Zaia, lunedì scorso invece, Matteo Salvini. Si sono scomodati i big del partito per sostenere al ballottaggio Stefano Marcon, che domenica e lunedì prossimi, 4 e 5 ottobre, se la vedrà con il candidato sindaco di Centrosinistra, Sebastiano Sartoretto. L’esito del primo turno ha visto Marcon, sindaco uscente di Castelfranco Veneto, raggiungere il 47,38% delle preferenze con 8.486 voti incamerati. Sartoretto invece si è fermato al 25,06% con 4.489 voti.

Elezioni Castelfranco Veneto 2020, ballottaggio: Sartoretto tenta la "spallata" decisiva a Marcon

Sartoretto: “A noi non servono i big”

Di qui la necessità, da un lato di richiamare in massa alle urne il popolo del Centrodestra, perché “nulla è scontato e ogni voto può fare la differenza”, come ribadito anche ieri a Salvatronda dallo stesso Zaia; dall’altro di cercare il più possibile convergenze con le altre forze in campo al primo turno, per colmare il gap e tentare un “ribaltone”. Non a caso lo stesso Sartoretto, a conta dei voti ancora in corso, aveva subito lanciato un appello agli altri candidati: “Uniamoci per sconfiggere Marcon e far ripartire Castelfranco”, aveva detto.

“Noi non abbiamo bisogno dei big dei partiti romani – ha commentato Sartoretto – che vengano a spiegarci cosa serve a Castelfranco. Noi la nostra città la viviamo tutti i giorni, parliamo con i cittadini, non facciamo becera propaganda elettorale come fa Marcon, che ha avuto addirittura il coraggio di professarsi paladino dell’ambiente. Noi sosteniamo le cose da fare per rilanciare Castelfranco, per restituirle il ruolo che merita, per farla crescere, per difendere il nostro ospedale, per salvare il commercio di prossimità e per valorizzare ambiente, sport, cultura e associazionismo. Peccato che Marcon su questo non abbia idee e non si voglia confrontare. Io continuo a farlo e infatti non ho mai smesso di incontrare i nostri concittadini.”

Le alleanze: solo appoggi esterni

In ottica ballottaggio Sartoretto ha già incassato il sostegno del candidato del Movimento Cinque Stelle, Cristian Bernardi, che al primo turno si era fermato al 3.27%, e quello più “pesante” di Maria Gomierato, con il suo 17,54%. Ma il più “corteggiato” da ambo le parti è la vera sorpresa della tornata elettorale castellana: ovvero quel Lorenzo Zurlo, candidato della Civica giovane “Punto d’Incontro”, che con il suo 7% tuttavia sinora si è professato indipendente e non si è fatto tirare troppo per la giacchetta.

LEGGI ANCHE:

Elezioni Comunali Castelfranco Veneto 2020: Marcon non passa, sarà ballottaggio

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità