Violazione aggravata di domicilio

Entrano abusivamente nell’Eremo Sant’Elena di Onigo per farsi una canna: denunciati due 19enni montebellunesi

L'episodio nella serata dello scorso 17 ottobre. I due sopresi dai carabinieri con una modica quantità di "maria". Un arresto invece a Conegliano.

Entrano abusivamente nell’Eremo Sant’Elena di Onigo per farsi una canna: denunciati due 19enni montebellunesi
Montebelluna, 20 Ottobre 2020 ore 16:40

Denunciati due giovani 19enni montebellunesi, H.A. ed S.H., entrambi gravati da pregiudizi.

Violazione aggravata di domicilio

I Carabinieri della stazione di Pederobba hanno denunciato in stato di libertà per violazione di domicilio aggravata due giovani 19enni montebellunesi, H.A. ed S.H., entrambi gravati da pregiudizi. I due la sera del 17 ottobre scorso , dopo aver forzato la finestra, erano entrati abusivamente all’interno dell’Eremo Sant’Elena di Onigo di Pederobba, di proprietà della parrocchia di Onigo e Pederobba. Sorpresi dai militari operanti in zona, i giovani sono stati trovati in possesso di una modica quantità di marijuana e sono stati pertanto segnalati all’autorità amministrativa.

Arresto a Conegliano

A Conegliano i militari della stazione locale dei Carabinieri hanno tratto in arresto, durante un servizio specifico, J.A., 25enne ghanese con precedenti di polizia, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Treviso, perché doveva scontare la pena di 2 anni e 28 giorni di reclusione, per reati in materia di stupefacenti. I fatti incriminati erano stati commessi proprio a Conegliano tra il 2017 e il 2018. Il giovane, arrestato, una volta espletate le formalità di rito, è stato portato in carcere a Treviso, come disposto dall’Autorità giudiziaria.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità