Cronaca
Via libera dalla Giunta

Il Comune di Treviso resta socio di Aertre

Approvata dalla Giunta la proposta di deliberazione. L’Amministrazione potrà incidere anche sulla viabilità esterna all’aerostazione

Il Comune di Treviso resta socio di Aertre
Cronaca Treviso, 10 Dicembre 2020 ore 11:17

Approvata dalla Giunta comunale la proposta di mantenere le quote del Comune di Treviso nella società Aertre.

Il Comune di Treviso resta socio di Aertre

È stata approvata dalla Giunta comunale la proposta – che approderà in Consiglio Comunale il prossimo 21 dicembre - di mantenere le quote del Comune di Treviso nella società Aertre. La decisione di Ca’ Sugana segue il nuovo percorso intrapreso rispetto agli atti adottati nel 2014 volti alla dismissione, da parte dell’ente, della qualità di socio a cui era seguito un contenzioso relativo alla liquidazione della quota.

Obiettivo la valorizzazione delle attività

I nuovi elementi di natura tecnica, partecipativa, di collaborazione e confronto con la società di gestione dell’aeroporto “Canova” hanno permesso di rimeditare tale decisione con lo scopo di valorizzare le attività volte a promuovere lo sviluppo economico e sociale della comunità locale oltre alla valorizzazione del turismo e del patrimonio culturale considerato che il sistema aeroportuale Venezia-Treviso è il terzo a livello nazionale e rappresenta una risorsa dal punto di vista strategico per i settori imprenditoriale e turistico.

Il Comune di Treviso resta socio di Aertre

Il commento del sindaco Conte

Inoltre, il Comune di Treviso potrà incidere direttamente sulla viabilità esterna all’aeroporto e avrà la possibilità di coordinare in maniera ottimale le iniziative e le azioni volte alla fluidificazione del traffico, alla messa in sicurezza degli utenti e alla dotazione di adeguati spazi di sosta.

«La presenza di rappresentanti del Comune di Treviso nel Consiglio di Amministrazione di Aertre ci consente di conoscere da vicino le strategie e le dinamiche della gestione aeroportuale», sottolinea il sindaco Mario Conte.

«Ciò permetterà di esporre anche le istanze della comunità e di avere una voce in capitolo sui nuovi progetti, soprattutto quelli legati alla base Ryanair e alla viabilità esterna all’aerostazione. Fra l’altro, è stato sottoscritto da poco il protocollo d’intesa con Cassa depositi e Prestiti per la realizzazione del people mover in grado di collegare la stazione al “Canova”. Intendiamo lavorare insieme per lo sviluppo sostenibile e condiviso del nostro aeroporto che rappresenta una risorsa non solo per Treviso ma per tutta la Marca trevigiana in vista dei prossimi appuntamenti di caratura internazionale come le Olimpiadi del 2026».

LEGGI ANCHE:

Aeroporto Canova, dal 30 marzo sarà base Ryanair con 45 rotte. Conte: “Grande giorno per Treviso” – FOTO