Treviso

Mascherine Veneto, Calesso: “Serve più chiarezza su modalità di utilizzo”

L'esponente di Coalizione Civica per Treviso chiede delucidazioni su caratteristiche e modalità di utilizzo: "Da produttore e comune indicazioni diverse".

Mascherine Veneto, Calesso: “Serve più chiarezza su modalità di utilizzo”
Treviso, 25 Marzo 2020 ore 12:10
“Mascherine, si faccia chiarezza: da produttore e comune indicazioni diverse”, l’appello di Gigi Calesso.

La nota di Luigi Calesso a beneficio dei cittadini

“Senza polemica, credo che sia necessaria un po’ di chiarezza sulle mascherine distribuite dalla Regione Veneto ai cittadini, sulle loro caratteristiche e sulle modalità di utilizzo”. A dirlo è Luigi Calesso, di Coalizione Civica per Treviso, che ha inviato una nota per chiedere delucidazioni a beneficio dei cittadini.
Mascherine Veneto, Calesso: "Serve più chiarezza su modalità di utilizzo"
“Chi può e deve dia ai cittadini informazioni chiare e ‘definitive’. Lo faccia la Regione, lo faccia l’Ulss, lo facciano i sindaci ma è necessario che i cittadini sappiano quali sono le caratteristiche delle mascherine, come vanno – o non vanno – pulite e disinfettate, se possono – o non possono – essere utilizzate più volte”.
GUARDA LA GALLERY IN BASSO CON LA DISTRIBUZIONE NEI VARI COMUNI

Notizie contraddittorie

Mascherine Veneto, Calesso: "Serve più chiarezza su modalità di utilizzo"

“Sappiamo già che le mascherine in questione non sono un presidio medico-chirugico e che non sono un dispositivo di protezione individuale ma non basta perché proprio nei giorni della distribuzione si accavallano notizie contraddittorie”, ha proseguito Calesso.
“Mi riferisco, in particolare, al comunicato stampa di Grafica Veneta (vedi foto) che ieri spiegava quali sono le modalità di disinfezione degli “schermi protettivi” in questione e alla lettera con cui  è stata accompagnata la distribuzione delle mascherine in un comune della provincia di Treviso e in cui, oltre ad affermare che “non difendono dal contagio” si dichiara che “devono essere sostituite non appena bagnate”.

Evitare senso di sicurezza ingiustificato

E l’esponente di Civica per Treviso conclude:
“Per evitare che l’utilizzo delle mascherine crei un senso di sicurezza che appare del tutto ingiustificato penso che andrebbe “ufficialmente” e definitivamente chiarito che le mascherine non difendono dal contagio e come, eventualmente, il loro effetto protettivo può essere rinnovato (con la disinfezione…). Penso che in un momento in cui i cittadini temono per la loro salute e si aggrappano a qualsiasi speranza di salvaguardarla sia indispensabile che abbiano ben chiare le caratteristiche dello strumento che hanno in mano”.
11 foto Sfoglia la gallery
LEGGI ANCHE: Furgone della Protezione Civile carico di mascherine si rovescia: non c’è pace!
Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei