Menu
Cerca
La reazione

Nel servizio tv Asolo diventa un “lazzaretto” no vax, furioso il sindaco: “Dati errati e fuorvianti”

Migliorini risponde a muso duro alla trasmissione "Mattino Cinque" e a TgCom24: "Confusa la Città di Asolo con il distretto".

Nel servizio tv Asolo diventa un “lazzaretto” no vax, furioso il sindaco: “Dati errati e fuorvianti”
Cronaca Castelfranco, 10 Marzo 2021 ore 15:49

Il sindaco Migliorini replica al servizio sul “boom di contagi ad Asolo” trasmesso su “Mattino Cinque” e ripreso da Tgcom24.

Nel servizio tv Asolo diventa un “lazzaretto” no vax, la replica

L’Amministrazione comunale di Asolo è intervenuta in merito al servizio televisivo intitolato “Covid, Asolo, popolazione no vax”, trasmesso oggi, mercoledì 10 marzo 2021, su “Mattino Cinque” e ripreso da Tgcom24.

Secondo il servizio televisivo la città di Asolo registra un “boom di contagi”, con “268 casi ogni 100 mila abitanti” e questo “numero in aumento e nettamente superiore a tutto il resto della provincia” potrebbe essere correlato al fatto che “Asolo registra anche adesioni alle campagne vaccinali più basse di tutta la provincia”.

“Il Comune di Asolo smentisce, replica e precisa che l’intero servizio si è basato su un’errata interpretazione e diffusione dei dati. La città di Asolo non ha 268 casi di Covid: 268 è il tasso per 100mila abitanti riferito al Distretto Sanitario di Asolo, che è formato da 30 Comuni con una popolazione complessiva ben superiore ai 200mila abitanti. La città di Asolo (9.200 abitanti) conta attualmente una settantina di cittadini positivi.

Asolo no vax? “Non lo sapevo ma siete fuori strada”

È stata dunque fatta confusione tra la città di Asolo e il Distretto Sanitario di Asolo.

“Caro Tgcom24, dire che siete completamente fuori strada è poco – dichiara il Sindaco Mauro Migliorini in un post pubblicato oggi su Facebook -. ‘Buona parte della popolazione di Asolo è no vax’. E chi ve lo ha detto??? Dove avete visto o recuperato questo dato? Me lo fornite?”.

Nel post il Sindaco precisa ulteriormente alla testata Mediaset che 268 “non è il numero dei casi, ma il tasso per 100mila abitanti” e che il dato è riferito “al Distretto di Asolo e non al Comune di Asolo”.

Riguardo inoltre all’intervista rilasciata nel servizio da “un veterinario che guida la campagna no vax”, il Sindaco puntualizza che “il medico veterinario no vax non abita ad Asolo e non abita nel Distretto di Asolo, ma in un’altra provincia”.

“Detto questo – prosegue il post – è vero che a Asolo, come in ogni parte d’Italia, dell’Europa e del mondo, ci sono persone no vax o dubbiose. Le trovate ovunque, e forse l’azione migliore che si possa fare è continuare a fare educazione sanitaria e civica, non fornire dati errati e fuorvianti. Servizi come quello che avete messo in onda, possono essere deleteri per una piccola comunità come la nostra.”

“Di problemi ne abbiamo già abbastanza…”

Migliorini rimarca che “tre intervistati non sono la maggioranza dei cittadini di Asolo”.

“Di problemi ne abbiamo già per conto nostro, non abbiamo bisogno di questi “speciali”, ma di lavorare per la ri-partenza, per sostenere le attività commerciali, artigianali, turistiche… messe in ginocchio dal Covid – conclude il post del Sindaco di Asolo -. Tutto il resto è fuffa, ciarpame, chiacchiere senza alcun fondamento.”

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli