Cronaca
Clima esasperato

No vax, lettere intimidatorie al sindaco di Paese. E stanotte blitz al Covid point di Altivole

"Chiudi le vaccinazioni e sarei più ecologica e meno stragista". Le inquietanti missive recapitate a Katia Uberti. Stanotte atto vandalico ad Altivole.

No vax, lettere intimidatorie al sindaco di Paese. E stanotte blitz al Covid point di Altivole
Cronaca Treviso, 17 Dicembre 2021 ore 16:32

Alle missive, tutte anonime e recapitate alla sede comunale ma anche all'indirizzo privato del primo cittadino, si è aggiunto un inquietante messaggio, lasciato all'entrata di Villa Cicogna, con dei fiori e un biglietto recante la scritta “no vaccini, no green pass”.

No vax, lettere intimidatorie al sindaco di Paese. E stanotte blitz al Covid point di Altivole

"Figli di p..., ci state già preparando il campo di concentramento per dissidenti e ammalati posto-vax da proteina spike?".

E ancora:

"Chiudi le vaccinazioni e sarei più ecologica e meno stragista". O anche: "Sei una nazi-governativa".

E' questo il tono di alcune lettere intimidatorie indirizzate da sedicenti "no Vax" al sindaco di Paese Katia Uberti. Le missive, tutte anonime o firmate con sigle che sono risultati essere false, sono arrivate presso la sede municipale; in un caso la lettera è stata recapitata addirittura nella cassetta della posta della casa privata della Uberti. A questi messaggi si accompagna la "posa", avvenuta qualche giorno fa, di un mezzo di fiori davanti a Villa Cicogna. Con un biglietto con sopra scritto: "Morte della Costituzione Italiana, no green pass, no obbligo vaccinale".

"Ero dubbiosa - ha detto Katia Uberti - se rendere noti i messaggi che mi sono stati recapitati. Ma il fatto è che noi sindaci siamo e siamo stati, negli ultimi due anni, ostinatamente dalla parte dei cittadini, che hanno sofferto non solo l'emergenza sanitaria ma anche, se non soprattutto, la crisi economica che è seguita alla pandemia. E non lo abbiamo fatto a parole ma ci siamo impegnati in maniera concreta, dando attuazione ai piani che, sfruttando gli aiuti dello Stato centrale, ci hanno consentito di dare una mano a tante famiglie in difficoltà, come ad esempio è stato fatto dal nostro Comune, che con uno sforzo di "ingegneria istituzionale" ha messo in piedi un bando che alla fine da sollievo a oltre 170 famiglie".

In un'altra lettera, indirizzata all'ex sindaco e ex presidente del consiglio comunale di Paese Vigilio Pavan, viene scritto che "ci aspetta un Natale "erodiano", grazie anche agli sproloqui di personaggi come l'attuale sindachessa: che si vergogni, con la prole che ha".

"Questa - conclude la Uberti - non è più questione che riguarda l'essere o meno dubbiosi relativamente all'efficacia dei vaccini, provare del timore che può essere comprensibile o avere riserve, anche molto forti, in merito al Green Pass sul piano giuridico. Dietro a questi messaggi c'è infatti una carica di fanatismo ideologico che impedisce qualsiasi confronto serio. Tira una brutta aria in giro e il confronto fra "pro Vax" e "no Vax" sta raggiungendo dei toni estremi che non possono non preoccupare le Istituzioni".

Atto vandalico al Covid point di Altivole

E intanto stanotte, a riprova di un clima sempre più esasperato, si è verificato un atto vandalico al Covid point di Altivole. Ignoti hanno messo fuori uso l'impianto elettrico. "I tecnici stanno ripristinando i collegamento", hanno fatto sapere dall'Ulss2 Marca Trevigiana.