Cronaca
Santa Lucia di Piave

Suor Maria De Coppi uccisa in Mozambico: le ultime parole al telefono con la nipote, poi gli spari

La missionaria comboniana, 83 anni, ha sentito bussare alla porta ed è andata incontro alla morte: "Qui scappano tutti, ma io resto ancora..."

Suor Maria De Coppi uccisa in Mozambico: le ultime parole al telefono con la nipote, poi gli spari
Cronaca Vittorio Veneto, 08 Settembre 2022 ore 09:00

La tragica fine della missionaria comboniana di Santa Lucia di Piave.

Suor Maria De Coppi uccisa in Mozambico: le ultime parole al telefono con la nipote, poi gli spari

Quando è scoppiato l'inferno suor Maria De Coppi, 83enne originaria di Santa Lucia di Piave, missionaria comboniana in Mozambico da una vita, era al telefono con una nipote, Gabriella Bottani. E le stava proprio dicendo che lì, alla missione di Chipene, "erano rimasti solo loro" (i missionari, ndr.) e che voleva aspettare ancora prima di ripartire, per vedere come si mettevano le cose.

Purtroppo le cose si sono messe molto male solo pochi istanti dopo quella conversazione, quando la religiosa, sentendo bussare alla porta, ha messo la nipote in attesa ed è andata ad aprire trovando la morte, colpita da alcuni proiettili. "Ho sentito dei battiti forti, dei colpi secchi e la sua voce che diceva 'Papai calma, calma Papai'" - ha riferito proprio la nipote, raccontando quei tragici momenti sul sito della suore comboniane.

Nel frattempo un'altra suora si era precipitata nel dormitorio delle ragazze, riuscendo a dare l'allarme e a fuggire con loro nella foresta. Un intervento provvidenziale, che ha salvato le studentesse (3 o 4) rimaste nel convitto. Le altre erano già tutte rientrate a casa, altrimenti sarebbe stata una strage. Del resto proprio nel suo ultimo messaggio alla nipote, suor Maria confermava: "La situazione qui è molto tesa, sembra che quel gruppo che chiamano Shabaab (gli insorgenti) sia molto vicino. Venerdì hanno attaccato un posto della nostra parrocchia e qui tutto il popolo è in fuga, sta scappando...la gente dorme fuori nella foresta, sotto le piante".

L'attacco, solo l'ultimo di una serie di azioni violente messe nella zona, è stato rivendicato ieri sera, mercoledì 7 settembre 2022, dall'Isis. Il corpo di suor Maria è rimasto sotto le macerie dopo la tragedia e le consorelle stanno tentando di recuperarlo.

 

Seguici sui nostri canali